venerdì 30 aprile 2010

30/04/10 1° Festival Cinematografico Italiano dei Lavoratori @ CasaArci

30/04 1° Festival Cinematografico Italiano dei Lavoratori @ CasaArci: "
n115368598487191_1819.jpg

1° Festival Cinematografico Italiano dei Lavoratori


venerdì 30 aprile 2010 alle ore 20.00


CasaArci - Torino

Via Berthollet, 13/a




Torino, Italy

Il Primo Maggio 1994, negli Stati Uniti, nasceva il Festival Internazionale Cinematografico dei Lavoratori. Un cineforum, temi importanti di cui discutere, e specialmente un modo per venire a contatto con altre realtà e condividere esperienze. Una formula semplice che si riproporrà, a partire da quell’anno, in sempre più Paesi.


Così nasce FestiLav, prima edizione italiana del Festival del Cinema dei Lavoratori organizzata, non senza difficoltà, dalla giovane Associazione Culturale Taksim.


FestiLav darà spazio a storie ed esperienze dei lavoratori raccontate utilizzando il cinema, con il suo linguaggio diretto e semplice e con le sue immagini e la sua forza. Brevi reading in intermezzo avranno lo scopo di far riecheggiare le stesse storie muovendo un passo verso l’abbattimento della quarta parete, per introdurre il dibattito.


L’iniziativa porterà i lavoratori a confrontarsi con situazioni e lotte, a crescere, idealmente, uno delle esperienze dell’altro. Un progetto ambizioso, ma ne vale certo la pena.


FestiLav si terrà a Torino, città operaia ma anche culla del

cinema, nel centro servizi Casa ARCI (via Claudio Luigi Berthollet 13/a) e precederà, cavalcherà e sarà la scia del Primo Maggio 2010, per tre tiepide serate primaverili, scandita ciascuna da un tema differente:

30 aprile >> Schiavi d’oggi

1 maggio>> Lotta

2 maggio>> Sicurezza sul Lavoro


È possibile consultare il programma aggiornato su

www.festilav.tk


Per ogni ulteriore informazione:

Associazione Culturale Taksim

Telefono 320 1183631

taksimtorino@gmail.com

festilavtorino@gmail.com

"

martedì 27 aprile 2010

Zonarte, l'arte incontra il pubblico alla Fondazione Merz

Zonarte, l'arte incontra il pubblico alla Fondazione Merz: "

zonarte.jpg

Ha preso il via ieri per concludersi domenica 2 maggio Zonarte, "lo spazio e il tempo dove il pubblico incontra l’arte contemporanea" (Fondazione Merz, via Limone 24).

Zonarte è unico nel suo genere: "7 giorni di attività per vivere lo spazio dell’arte come luogo di incontro e confronto", il cui obiettivo è favorire le relazioni tra pubblico e produzione artistica contemporanea, in una nuova prospettiva culturale, e creare una piattaforma di confronto aperta alla collettività, promuovendo spazi di riflessione teorica e momenti di esperienza correlati all’arte e alla cultura del tempo presente.

Un susseguirsi di eventi di cui potete leggere tutti i dettagli sul blog ufficiale.

Continua a leggere Zonarte, l'arte incontra il pubblico alla Fondazione Merz...

Commenta »



"

Sottodiciotto Filmfestival iscrizioni 2010

Sottodiciotto Filmfestival.

TORINOSCHERMIGIOVANI.

Nuovi bandi dell'XI edizione

(Torino 9-18 dicembre 2010)


Sottodiciotto Filmfestival. TORINOSCHERMIGIOVANI. Nuovi bandi  dell'XI edizione (Torino 9-18 dicembre 2010)Sottodiciotto Filmfestival - Torino Schermi Giovani, la più importante kermesse nazionale dedicata alla produzione cinematografica dei bambini, dei ragazzi e dei giovani, sia per quanto riguarda le opere realizzate in ambito scolastico, sia per quanto concerne le opere create in modo indipendente dai giovani under 18, bandisce i due nuovi concorsi relativi all'XI edizione, che si svolgerà a Torino dal 9 al 18 dicembre e che sarà inserita tra le manifestazioni d'eccellenza di Torino Capitale europea dei Giovani 2010: ▪ Concorso nazionale aperto alle produzioni audiovisive realizzate dalle Scuole (Infanzia e Primarie, Secondarie di I e II grado), che competono nelle tre sezioni del Concorso nazionale prodotti audiovisivi delle Scuole;
Concorso nazionale aperto alle produzioni audiovisive realizzate in ambito extrascolastico dai giovani under 18, i cineasti di domani (che competono nel Concorso nazionale prodotti Under18 extrascuola).
Anche quest'anno i concorsi sono a tema libero. Oltre ai premi ufficiali istituiti dalla Città di Torino e Sottodiciotto Filmfestival, verranno assegnati numerosi riconoscimenti: il Premio UNICEF, il Premio Fiera Internazionale del Libro, il Premio Smemoranda e il Premio Coordinamento Comuni per la Pace della Provincia di Torino conferiti a tutte le sezioni dei Concorsi; la Targa CIAS, il Premio della rivista PM - Il Piccolo Missionario, il Premio del pubblico GT Ragazzi TG3 RaiTre assegnati a tutte le sezioni del Concorso nazionale delle scuole; il Premio Comitato Italia 150 conferito alla sezione Concorso Scuole Secondarie di I grado; il Premio Biennale Democrazia conferito alla sezione Concorso Scuole Secondarie di II grado, con esclusione delle produzioni torinesi; il Premio Consiglio regionale del Piemonte conferito al miglior prodotto delle Scuole Secondarie di II grado piemontesi; la Targa Consulta Provinciale degli Studenti di Torino, la Targa Città di Torino - Giovani per Torino, la Targa Dams - Università degli Studi di Torino riservate al miglior prodotto del Concorso Under18 extrascuola.
La partecipazione al Concorso è riservata a film e video terminati dopo il 1° settembre 2009. La data di scadenza entro la quale è possibile inviare il materiale è fissata al 30 giugno 2010.
INFO: Il bando, il regolamento, la scheda d'iscrizione sono reperibili sul sito www.sottodiciottofilmfestival.it.; per ulteriori informazioni: tel. 011.538962, e-mail aiacetorino@aiacetorino.it.

EST FILM FESTIVAL 2010: Aperte le iscrizioni

EST FILM FESTIVAL 2010: Aperte le iscrizioni per inviare le proprie opere: "Vi ricordiamo che sono ufficialmente aperte le iscrizioni per inviare i propri film, cortometraggi e documentari per partecipare alle selezioni della quarta edizione di Est Film Festival che si svolgerà a Montefiascone dal 24 luglio al 1 agosto 2010.
Le opere, selezionate dalla Direzione Artistica del Festival, non..." http://www.estfilmfestival.it/img/pre/download_logo2010.jpg

lunedì 26 aprile 2010

Valsusa Filmfest: PROIEZIONI CONCORSO VIDEOCLIP MUSICALI Venerdì 23 aprile 2010 Cotonificio ...

Valsusa Filmfest: PROIEZIONI CONCORSO VIDEOCLIP MUSICALI Venerdì 23 aprile 2010 Cotonificio ...: "Venerdì 23 aprile 2010
Il Cotonificio Live Music - Frazione Vernetto 18/Q - Chianocco (TO)
ingresso gratuito
PROIEZIONI CONCORSO VIDEOCLIP MUSICALI

ore 21,00 - proiezione Videoclip della sezione Produzioni Amatoriale
ore 22,00 - Set elettroacustico con ALIENO DI VETRO
ore 22,30 - proiezione..."

Montaggio dei video: il corso fast

Montaggio dei video: il corso fast: "
Montaggio video

Montaggio video


Infor apre nuovi corsi dedicati al montaggio video e apre le porte alla formazione digitale aiutando tutti gli amanti del montaggio video a realizzare il proprio sogno e iniziare finalmente a creare i propri video affinando tutte le conoscenze sull’arte visiva e le funzioni del del montaggio audiovisivo. Uno degli strumenti utilizzati sarà il software operativo Adobe Premiere, software professionale e molto utile nell’apprendimento delle varie tecniche di editing.


Durante gli incontri verranno affrontate le fasi del montaggio dando maggiore importanza alla pratica: per le fasi di lavorazione del montaggio audio e video e nell’Authoring Dvd, usato per la compressione del filmato per il web.



La durata del corso sarà di 12 ore suddiviso durante gli appuntamenti organizzati per il 23, 30 aprile e 7, 14 maggio. Il costo sarà di 96 euro e la sede Infor è situata a San Secondo di Pinerolo. Gli incontri si terranno dalle 18.30 alle ore 21.30.


Per informazioni: www.consorzio-infor.it, numero verde 800905056


Fonte foto: nusacm.org


Share/Bookmark

"

MEDIA SOLUTION-ON LINE IL primo singolo dal nuovo album !!!!!

ON LINE IL primo singolo dal nuovo album !!!!!:
"My Soul Still Burns, primo singolo dal nuovo album, "Orizzonte degli Eventi"



http://www.myspace.com/mediasolution
MEDIA SOLUTION
BIOGRAPHY
Formed 2001, in Turin, Italy

Current members: Tony Singer 1/Luca, Singer 2/Andy, Guitar/Ivan, Guitar/Francesco, Bass/Pierluigi, Drums

Heavily influenced by Sepultura, Slayer, Snot and other American metal bands throughout the years, Media Solution hail from Italy with music that’s packed with aggression, power & melody…

Beginning in 2001, Media Solution started off playing small clubs around Italy slowly building a fan base with their crossover music, gaining attention 2 years later from Italian label, Akom Prod., with their song, “Pejote”

Pejote was to become part of a compilation (Akompilation Vol.001) for the label, which was then distributed in Czech Republic, Slovakia, UK and Brazil. Being only their first single, Media Solution received rave reviews by several webzines, fanzine and radios and was even broadcasted in Australia for 4 weeks. By 2005 Pejote became part of the official playlist for the snowboard and freestyle teams (Fiat Freestyle Team) for Turin Olympic Winter Games 2006.

The summer of 2005 brought Media Solution the opportunity to take part in a contest organized by ChicoBum Festival in Borgaro T.se (Italy) Among 13 bands Media Solution won a slot to play during Motorhead’s live shows in Borgaro T.se. By the fall of 2005 they headed into the studio to record their first full length album, The Drop Experiment, released online only, Media Solution headed out to a successful tour in support of their album.

June 2006 brought Media Solution the opportunity for being the only Italian band to play with Obituary, Agnostic Front, Madball & Caliban, in Italy’s summer festival DAYS OF THE DEAD.

Gaining momentum and popularity throughout Italy and Europe, 2007 brought them one of many milestones for the band including, becoming the official opening band for the one Italian date of Sepultura’s tour for their album Dante XXI. Signing to Sliptrick Records and recording their E.P. mastered by Sterling Sounds in New York by Ue Nastasi (Sepultura, Biohazard, Fear Factory etc...) and lastly, gaining a special guest spot on MTV Italy and SKY television with their song “No Business” for an Italian popular music shop called “Magazzino Musicale Merula”

Touring extensively in 2007, they took a break to record another album in 2008 and then came back full force to tour again in 2009. But 2009 would prove to be bittersweet, as they found themselves touring all over Europe for one month, until April brought the unfortunate death of their best friend and drummer, Livio, from a fatal motorcycle accident.

Despite the heartbreaking loss of their drummer, Media Solution decided that the band must play on. Armed with new members: 22 year old drumming prodigy: Pierluigi, brothers Ivan (guitar) & Francesco(bass) they make their first trip ever to Los Angeles, to record their new album, Horizon of Events, produced by Mikey Doling (Snot, Soulfly, Channel Zero)

Breaking into 2010 with new members and a new record, Media Solution is ready to conquer America with their crossover metal, and having already conquered Europe, there is no doubt they will break down any barriers & gain new fans with music that is in your face, aggressive, powerful and passionate!

Bands Media Solution have played live with: Sepultura, Obituary, Agnostic Front, Madball, Caliban, Born From Pain, Evergreen Terrace, Black Dahlia Murder, Machinemade God, First Blood, Bridge To Solace, Exilia and more.



Sito Web del gruppomediasolutionband.com
Componenti del gruppoTony "Buzzu" Fasullo : Vox
Andy Martis : Guitar
Luca Galietta : Vox
Pierluigi Ciaccio : Drums
Francesco Radaelli : Bass
Luca Ivan Radaelli : Guitar
..
InfluenzeMedia Solution supported by:

sabato 24 aprile 2010

25-04-10 POOR MAN STYLE-colonna sonora del corto sulla resistenza "A corto di memoria"


Progetto_copertina_Un giorno di fuoco.jpg

In occasione del 65° anniversario della Liberazione dal Nazi-Fascismo i Poor Man Style fanno uscire il brano "UN GIORNO DI FUOCO", il brano è la colonna sonora di un corto intitolato "A corto di memoria" prodotto dall'associazione culturale H12, che verrà presentato ufficialmente domani a partire dalle 18 sotto l'Ala comunale in P.za Marconi a Vinovo (TO).
Scarica il singolo con gli allegati (copertina e locandina ) in cui troverai maggiori info, se riesci passa a trovarci domani e soprattutto aiutaci a divulgare il più possibile questo brano in modo da mantenere sempre vivi i valori che ci ha trasmesso e insegnato la RESISTENZA.


A partire dal 25 aprile guarda anche su www.myspace.com/poormanstyle26 e su youtube il video che accompagnerà la canzone.


.ORA COME ALLORA ... E SEMPRE ... RESISTENZA. .

POOR MAN STYLE.

.
Locandina_25_Aprile_2010_Festa_della_Liberazione.jpg
2.6 MB Visualizza Salva.

lunedì 19 aprile 2010

Torino Gay Lesbian Film Festival & Pride 2010

Torino Gay Lesbian Film Festival & Pride: "
nespshort_14.gif



questa settimana inizia il Torino Gay Lesbian Film Festival, motivo di vanto della nostra città (la più importante rassegna di cinema GLBT in Italia e il terzo nel mondo). Da 25 anni il Festival ci porta a conoscere mondi e culture differenti, e per me è sempre stata un’emozione parteciparvi, dal lontano 2005 quando per la prima volta, un po’ spaventato e molto incuriosito, entrai nelle sale del Massimo. Ora il Festival si è spostato, apertura giovedì sera all’Ideal alle 21 con il film Le Fil – ospite la Cardinale - e il resto delle proiezioni all’Ambrosio. Per chi volesse il programma dettagliato può visitare il sito http://www.tglff.com/


Ma questa settimana vorrei parlare di un’altro argomento che mi sta molto a cuore e che mi ha tolto il sonno per un paio di notti. Penso che conosciamo tutte la valenza, l’importanza e la bellezza di un Pride. Ma non fa mai male ripeterlo. Nasce davanti allo Stonewall Inn la notte del 28 giugno 1969, quando per la prima volta un gruppo di omosessuali e travestiti reagì all’ennesima retata della polizia, e nella leggenda si narra che il via alla moderna lotta per i diritti delle persone LGBT sia stato dato dal lancio di un tacco a spillo contro un poliziotto. I fatti ci raccontano di 3 giorni di lotta senza quartiere, con cariche della polizia a cui si opponevano manifestanti armati di parrucche e bigodini.


Ogni anno il Gay Pride (a Torino usiamo solo Pride, ma in alcuni punti dell’articolo vedrete un “Gay” davanti per distinguerlo dalla forma del Pride che verrà coniugata verso il finale) viene “celebrato” in molte città del mondo. In Italia il Pride si coniuga da qualche anno in diverse versioni: quelle locali, frutto di un lavoro continuo sul territorio di riferimento, quelle nazionali, che condensano in una città un percorso di avvicinamento costituito da una serie di iniziative atte ad interessare le persone e a costruire una base culturale e politica che ha come culmine il giorno del Pride, quelle storico-politiche che hanno sede a Roma.


Il Pride non è una manifestazione come tutte le altre, e questo lo sa bene chi ha potuto assistere o partecipare (e risulta evidente che i soliti detrattori che ne parlano con malcelato disprezzo che non ne hanno mai avuto esperienza). La musica, l’idea della festa, la capacità di unire una comunità altrimenti eterogenea e variegata, le persone con i sorrisi sul volto fieri per un giorno di poter essere totalmente quello che sono, gli amici e le amiche magari portate a forza facilmente identificabili per l’espressione di incontenibile stupore, la trasformazione di una città in un luogo “somewhere over the rainbow” dove ogni persona ha libera e fiera cittadinaza. Le iniziative che lo accompagnano segnano il territorio con pennellate di apertura culturale (mostre, libri, dibattiti, feste), la febbrile preparazione di donne e uomini che dormono quattro ore a notte per settimane, le polemiche immancabili che danno spazio a contraddittori altrimenti negati, il dialogo con differenti realtà con le quali si aprono orizzonti comuni di vicinanza di percorsi e opinioni… tutto questo, e molto ancora altro, e infinitamente ancora altro caratterizza il Pride.


Pride che a Torino, contrariamente a quanto sembra circolare come notizia non ufficiale, non si farà, almeno non nelle forme classiche alle quali siamo abituati. Il Coordinamento Torino Pride, dopo un’attenta e lunga discussione, ha preferito seguire un percorso che porti ad una manifestazione più allargata, attenta anche alle realtà femminili e dei migranti (già citate da Cota nei suoi pronunciamenti contro la RU486 le prime e da sempre nel mirino della lega i secondi). Di fondamentale importanza quindi diventava la riunione di ieri sera indetta dalla Casa delle Donne e quella precedente lanciata dai collettivi universitari, delle quali vi parlerò in seguito. La manifestazione che ne dovrebbe uscire, secondo le linee guida lanciate dall’assemblea del Coordinamento Torino Pride, dovrebbe avere un respiro nazionale e uno spezzone LGBT visibile e riconoscibile.


“Ma che vergogna”. Ecco i virgolettati di risposta in alcune dichiarazioni di amici ed amiche quando hanno appreso la notizia. “Ma quindi non facciamo il Pride a Torino?” “Mi piace l’idea di questa manifestazione, è un modo nuovo, però ci deve essere anche il Pride” “Ma sono tutti pazzi? Così ha vinto Cota” “Facciamolo a Cuneo!” “Ma se la gente lo voleva, perchè non lo fanno” “Perchè lo possono decidere loro?” “Io volevo chiederti la data perchè volevo prendere ferie, adesso non le chiedo certo più. Ad un Pride vado volentieri ma le manifestazioni no”.


Sull’onda politica di quanto avvenuto quella sera, dove sono volate molte parole tese, anche accuse di malafede nei confronti del direttivo in carica, o prese di posizione contrarie ad un Pride in quanto visto “partecipato da radical chic con i loro amici gay”, visto il risultato dell’ultima votazione: “Se non fosse possibile organizzare la suddetta manifestazione il Coordinamento indirà comunque il Pride” che ha ricevuto il sì solo di Quore, Arcigay e La Jungla, alla luce del fatto che questo voto era “l’ultimo di una lunga teoria di gravi incomprensioni, l’ultima e più emblematica rappresentazione delle distanze politiche all’interno del Coordinamento”, il giorno dopo sono arrivate le dimissioni del coordinatore Daniele Viotti in aperta polemica sulle scelte dell’assemblea perpetrate la sera percedente. Un gesto, a mio avviso, politicamente coraggioso.


Inutile a dirsi, sono uscito da quella sera molto deluso. A mio avviso un (Gay) Pride a Torino è necessario innanzitutto perchè urgeva dare una risposta chiara e politica in risposta all’uscita di Cota (temo che ora passi l’idea che senza la sua approvazione il Pride non si possa fare) ma non si poteva limitare a questo. E’ necessario perchè su Facebook, ormai termometro sociale, 7000 persone in pochi giorni si sono iscritte ad un gruppo che lo richiedeva. E’ necessario perchè molte persone in carne ed ossa (per chi avesse in odio i social network) con cui parlavo mi hanno chiesto quando ci sarebbe stato. E’ necessario perchè durante un Pride si sviluppa quell’idea di comunità che è così difficile da costruire nel mondo LGBT. E’ necessario perchè se è vero che il Pride deve essere costruito con un percorso dettagliato è anche vero che a Torino questo percorso già lo facciamo continuamente, con il lavoro meraviglioso delle associazioni che si spendono in attività culturali, di informazione, di prevenzione, di sinergia e di aggregazione. Ancora, è necessario nel rispetto di tutte le persone omosessuali che hanno votato a favore del centrodestra e che hanno diritto ad una manifestazione che abbia come base politica la richiesta di diritti e valori da parte di una minoranza discriminata, e non soltanto come un attacco al nuovo presidente della regione, per quanto omofobico o velata sia.


E’ necessario infine perchè era la comunità stessa a richiederlo, e questo è il fatto più grave. Di fronte a questa richiesta esplicita il NO dell’ultima votazione pervenuto dal Coordinamento apre scenari molto complessi. L’idea della manifestazione allargata, che ha comunque una sua valenza e importanza, può facilmente passare in secondo piano rispetto alla mancanza del (Gay) Pride? A questo punto chi vieta alle persone, se è ciò che vogliono, di convocarlo da sé stessi in mancanza della convocazione del Coordinamento se non si arrivasse ad un accordo con il resto della rete che si vuole creare? Vere le obiezioni sollevate: occorre un lavoro sul territorio che affianchi il Pride nella sua espressione, occorre costruire una visibilità costante e non solo un giorno all’anno, ma non bisogna dimenticare che il Pride è e resta l’unico vero strumento di aggregazione della realtà LGBT nella sua interezza, dai discotecari del sabato sera agli intellettuali dei caffè con putti e stucchi, dai bonci agli universitari, dalle trans ai gay della sauna accanto, dalle lesbiche progressiste alle sfrante palestrate, e poi il mondo laico, il mondo friendly, il mondo curioso e amichevole, il mondo vorrei ma non posso, il mondo politico. L’unico momento – a mio avviso – che può creare la più grande cassa di risonanza possibile per la trasmissione di quei valori che altrimenti è difficile riuscire a comunicare.


E’ con questo spirito che ieri sera ho assistito alla riunione alla Sala dell’Antico Macello, indetta dalla Casa delle Donne, riunione che aveva lo scopo di guardarsi in faccia e di capire in che direzione andare ed in che modo. Devo dire che sono rimasto molto colpito e soddisfatto dallo spirito collaborativo palesato, la volontà di avviare un percorso collettivo, di creare rete, di lanciare una campagna comunicativa congiunta tra tutte le realtà femminili, l’importanza di una corretta informazione (come nel caso della RU486) e di approfondire e monitorare le scelte politiche che saranno possibili a questa amministrazione (come ad esempio lo spazio che verrà dato al famigerato Movimento per la Vita che, come è stato puntualizzato egregiamente dall’assessora Artesio, è stato finora tenuto lontano dalle strutture ospedaliere, permettendo un contatto non diretto ma mediato attraverso le figure professionali – medici, psicologi, ostetrici etc – solo all’interno dei consultori, grazie al lavoro svolto dall’amministrazione Bresso), e di avviare un percorso per la costruzione di questo “Pride cittadino” - così è stato definito - che porti in piazza le persone a manifestare su valori comuni, dalla Legge 194 ma anche la non discriminazione e i diritti per tutte le persone. Soprattutto mi ha colpito l’utilizzo sereno e l’accoglienza dimostrata verso il termine Pride, che è vitale a mio avviso per avviare il percorso partecipativo che descrivevo nella prima parte.


Ferma restando quindi la mia perpelessità e lontananza dalla scelta del Coordinamento di non indire un (Gay) Pride, rinvio il giudizio sull’onda emotiva registrata da questo interessantissimo dibattito, e andrò a sedere in prima fila durante le proiezioni del TGLFF sperando di trovare qualcosa, o qualcuno, che mi doni una chiave di lettura meno polemica ma più entusiastica e collaborativa.


Voi cosa ne pensate?



Femministe_anni_70.jpgTorinoPride2006.jpg

"

2010 European Youth Capital.-concorsoTalent news

Talent news: "Avete talento per il video e fiuto nello scovare le notizie più originali? Allora non perdete l'opportunità di partecipare a 'Talent News', selezione per partecipare ad un percorso formativo per giovani video reporter. Possono partecipare ragazze e ragazzi fra i 18 e i 25 anni; il bando scade il 30 aprile. E' una delle iniziative di Torino 2010 European Youth Capital."

Venaria Real Music Festival

Venaria Real Music Festival: "Tornano anche quest'anno i grandi appuntamenti alla Reggia di Venaria Reale di Torino per il Venaria Real Music Festival 2010. Per l’estate 2010, i Giardini Juvarriani saranno il palcoscenico di esibizioni, luogo di una manifestazione che nasce destinata a diventare negli anni uno degli appuntamenti più importanti dell’estate in musica. Esibizioni live, performance di grandi artisti nei mesi di giugno e luglio, concerti che spaziano dal classico al pop al jazz fino al rock faranno da [...]".http://www.italyguide.com/database/foto_monumenti/145.jpg.

Sab 17 aprile 2010 "Record Store Days 2010":

"Record Store Days 2010": musica indipendente è cultura e libertà. Buona festa a tutti!: "
Sabato 17 aprile, giornata mondiale di mobilitazione e di
festa per difendere e sostenere i piccoli negozi di dischi
indipendenti che diffondono e appoggiano la musica che
preferiamo.

In Italia l'edizione del 2010 si è mossa, a differenza
dello scorso anno, in sordina, ma vogliamo ricordare che
decine di punti vendita italiani si sono sintonizzati e
quest'oggi proporranno prezzi scontati e musica live.

Record Store Days, all'origine, nasce negli States da una
idea di Chris Brown. Ufficializzata nel 2007 da Eric Levin,
Michael Kurtz, Carrie Colliton, Amy Dorfman, Don Van
Cleave e Brian Poehner, quest'anno ha come 'ambasciatore'
nel mondo Joshua Homme (Queens of the Stone Age,
Eagles of Death Metal, Them Crooked Vultures con Dave
Grohl e John Paul Jones).

Un momento di festa che oggi coinvolge ed unisce Los
Angeles, Roma, Berlino, Tokyio, Parigi e centinaia di altre
'piazze'.

Come partecipare e contribuire? Comprando materiale
discografico indipendente nel tuo negozio più vicino.

Musica indipendente è cultura e libertà. Buona festa a tutti!
"

il corto -Angelo Custode- allo Stoccolma Film Fest

Angelo Custode @ Stoccolma Film Fest: "

“Angelo Custode”, che vede partecipare Antonella Iadarola, Filippo Inverso, Max Andreo e Antonella Aita come attori, dopo essere stato visionato nell’ambito di MyGiffoni Film Festival, è stato selezionato per essere proiettato fuori concorso allo Stoccolma Film Fest!


Per vedere il corto potete visitare il sito internet.

VideoSpot: -Just Try- by il conte rik

ecco il nuovo spot per RomaeuropaWebFactory creato da .IlConteRik.

..



Attori: Daniele Cristalli, Alessandro Giove e Antonio Mangeruga

Tecnici luci: Andrea Prati e Fabio Vacchelli

Videomaker: Alessandro Riconda


se volete votare il video

il concorso a questo link http://romaeuropa.net/rew/contest/2/2890/

"

venerdì 16 aprile 2010

la “iena” Marco Berry invitato a " APERITIVI INFORMATIVI AL CENTRO INFORMAGIOVANI" torino

Quali sono le possibilita’ per i giovani di entrare nel mondo dello spettacolo? Se ne parla martedi’ 20 aprile, ore 17.30, all’aperitivo informativo al Centro InformaGiovani in via delle Orfane 20. Partecipano la “iena” Marco Berry e il doppiatore Renato Novara. Nel corso dell’aperitivo, giochi e trucchi di prestidigitazione e simulazioni di doppiaggio con la partecipazione del pubblico. E’ una iniziativa di Torino 2010 European Youth Capital e da’ diritto ad accumulare 1 punto sulla Pyou Card.

"Marco Berry

Marco Berry


lunedì 12 aprile 2010

14 -04- 2010 Duo Quiriri-concerto bossa nova@ Manhattan Pub (To)


Duo nato nel Febbraio 2005, propone brani dei grandi maestri della musica Brasiliana, Bossa Nova e Samba, quali Tom Jobim, Baden Powell e i più attuali Gilberto Gil e Djavan.
Le canzoni sono interpretate utilizzando l’idioma brasiliano, mantenendo così inalterato il loro senso originale.
La parola quiriri evoca il silenzio notturno, una sensazione di quiete sospesa in cui l’immaginario può spaziare dalla bellezza solare delle spiagge brasiliane al fascino di atmosfere più intime. E così il duo, con la sua sonorità acustica prettamente latina, passa dalle situazioni popolari ai momenti più jazz di alcuni brani, dai vivaci samba alla bossa più tenera e appassionata.

Componenti

Daniela Martini: voce e shaker
Adriano Vecchio: chitarra e backvocals


.mercoledì 14 aprile 2010.
.ore 22.00.
.Manhattan Pub - Via Giachino 46 - Torino.


.

VOLVER-DANIELA MARTINI videoclip

.



.
giovedì 18 marzo 2010 alle ore 21.30
.

.L'associazione culturale CORTOCORTO è lieta d'invitarvi al Salotto di Mao che questa settimana ha come titolo SEMPRE PIU' VICINI

Ospiti: DANIELA BOSSA
DOMENICO MUNGO
LA RAGE
... e qualche sorpresa dell'ultima minuto!!!



Il Salotto di Mao è un talk show musicale con un taglio decisamente rock! L'istrionico conduttore accompagna il pubblico in un viaggio tutto cantato: supportato dalla band dei Santabarba e da diversi ospiti, è una sorta di “Quelli della notte” metropolitano. Il Salotto propone una lettura semi-seria del cambiamento del Paese attraverso canzoni, sketch, poesie, monologhi, filmati dedicati ai suoi luoghi più significativi, siano essi fisici o dell'immaginario; ogni puntata tratta un tema diverso.
La puntata sarà movimentata dagli stacchi musicali di Mao e dei Santabarba, resident band del Salotto, che ci emozioneranno con le loro ritmiche e le loro canzoni per tutta la durata dello spettacolo. Saranno anche presentate nuove band della scena torinese o italiana per promuovere e sostenere la nuova musica.La serata verrà trasmessa sulle frequenze di Gruradio (93.3) ogni domenica dalle ore 19 + replica il mercoledì alle 22.

Vi aspettiamo come di consueto tutti i giovedì sera al Fluido alle ore 21.30!

Non mancate!!!.

VOLVER-DANIELA MARTINI videoclip

.


.
giovedì 18 marzo 2010 alle ore 21.30
.

.L'associazione culturale CORTOCORTO è lieta d'invitarvi al Salotto di Mao che questa settimana ha come titolo SEMPRE PIU' VICINI

Ospiti: DANIELA BOSSA
DOMENICO MUNGO
LA RAGE
... e qualche sorpresa dell'ultima minuto!!!



Il Salotto di Mao è un talk show musicale con un taglio decisamente rock! L'istrionico conduttore accompagna il pubblico in un viaggio tutto cantato: supportato dalla band dei Santabarba e da diversi ospiti, è una sorta di “Quelli della notte” metropolitano. Il Salotto propone una lettura semi-seria del cambiamento del Paese attraverso canzoni, sketch, poesie, monologhi, filmati dedicati ai suoi luoghi più significativi, siano essi fisici o dell'immaginario; ogni puntata tratta un tema diverso.
La puntata sarà movimentata dagli stacchi musicali di Mao e dei Santabarba, resident band del Salotto, che ci emozioneranno con le loro ritmiche e le loro canzoni per tutta la durata dello spettacolo. Saranno anche presentate nuove band della scena torinese o italiana per promuovere e sostenere la nuova musica.La serata verrà trasmessa sulle frequ

venerdì 9 aprile 2010

09-04-10 Spettacolo viaggiante by SIMBIOTIKA @ Drogheria -P.Vittorio Torino


... sono arrivati altri simbiotikesi in paese!!
sono in 6
arrivano dal boschetto ad ovest della città di SimbiotiKa.
quindi ben voi sapete che 6+3 fa nove....
e si 9 rospi verdi !Tutti per voi che venite a festeggiare la nascita di un nuovo progetto che viaggia parallelo alla nostra musica.
Fabio(giocoliere equilibrista),
Simona(voce),Simone (fachiro),
Maurizio(percussioni),
Agnese(clown),
PePe(percussioni),
Riccardo(tastiere),
Federica(danza contemporanea)
Adriano(chitarra,elettronica)


UNO SPETTACOLO DA NON PERDERE!!!!!!


SIMBIOTIKA progetto crocevia di quattro esperienze umane e artistiche differenti. il suono e il ritmo delle percussioni,della ricerca timbrica,del piano e dell'elettronica,in simbiosi con una voce ricca di sfumature,ponte fra Occidente e Oriente. Le mani che esplorano lo strumento madre,il tamburo,dialogano con le emozioni veicolate dalla voce umana e con il suono degli strumenti di sintesi,espressione del desiderio di andare sempre oltre,di immergersi nella molteplicità del conosciuto per raggiungere l'incognito. L'identità culturale,la differenza e la diffidenza,la certezza che porta alla morte nell'atrofia del non movimento,sfumano e si dissolvono. Un viaggio onirico e poetico,interiore ed esteriore,biografia del nostro tempo,incontro di mondi e culture illusoriamente distanti

PARTE RITMICA compostada :------------- Maurizio Murgia-specializzato in percussioni arabe; musicista eclettico di scuola jazz. PePe Sanna ricercatore di suoni affascinato dalle percussioni Nordafricane e Sudamericane, Didjeridoo, Berimbau e timbriche sospese

I TESTI E LA MELODIA sono composti da : Simona Storobelea.Sin da piccola si appassiona alla musica indiana e alle timbriche orientali; prendendo spunto, per i suoi studi, dalle grandi voci Gospel,RNB,Soul

sabato 3 aprile 2010

3-4-10 - NO THANX PARTY by FRANKINO

NO THANX PARTY by FRANKINO



sabato 3 aprile 2010 alle ore 23.55
United Club C.so Vigevano 33/u Torino


.SERATA DEDICATA ALLA SCIA OSCURA, GLITTERATA, E ANARCHICA, DELLA PIU' GRANDE PRESA PER IL CULO DEL ROCK'N'ROLL!! SI PASSERA' DAL GLAM DEGLI ANNI 70 PER POI STRISCIARE SUL PUNK 77, E INFINE MORIRE COL DARK WAVE 80..

LA FAVOLA E LA SCALETTA GIA' LA CONOSCETE.. VI ASPETTIAMO SABATO 3 APRILE, CIAO DAL DJ SET:

TRACII THUNDER
FRANK
MICH.
...











...