martedì 28 dicembre 2010

cortinametraggimages.jpeg

Riceviamo e pubblichiamo.

Hai nel cassetto un cortometraggio fresco e leggero, che può inserirsi a pieno titolo nella tradizione della nuova commedia all'italiana?

Partecipa con il tuo lavoro alla sezione Corticomedy di Cortinametraggio: avrai a tua disposizione una vetrina d'eccezione per farti conoscere al grande pubblico e agli addetti ai lavori, la stessa che ospiterà le proiezioni dei cortometraggi finalisti dei Nastri d'Argento.

IL CONCORSO: La partecipazione a Corticomedy è gratuita e aperta a tutti i cortometraggi dal mood spensierato e allegro della durata massima di 15 minuti.

DEADLINE: Le opere dovranno pervenire entro il 10/02/2011 (in dvd e accompagnate dalla relativa scheda tecnica e sinossi) all'indirizzo: Associazione Cortinametraggio, via Pozzo del Mare 1, 34121 Trieste.

PREMI: Al regista del miglior cortometraggio pervenuto sarà offerto un weekend per 2 persone in un hotel di Cortina d'Ampezzo.

Per maggiori informazioni visita il sito www.cortinametraggio.it

Carlo Griseri avatar

Giornalista appassionato. Di cinema, ma anche di Torino e della sua vitalità.



Maremetraggio 2011 - Aperte le iscrizioni

marmetraimages.jpg

Dopo il successo dell'undicesima edizione Maremetraggio, il festival del cortometraggio e delle opere prime di Trieste, apre le iscrizioni per il 2011.

In palio 10 mila euro per il miglior corto assoluto. Anche nel 2011 la manifestazione proporrà al suo pubblico una selezione dei migliori corti europei e delle opere prime italiane più interessanti uscite di recente in sala, con particolare attenzione a quelle che hanno avuto una scarsa distribuzione.

Sono aperte fino al 28 febbraio le iscrizioni per l'edizione 2011 del festival.

Due le sezioni in gara: Maremetraggio, per i cortometraggi che hanno ottenuto un qualsiasi premio in uno o più Festival a livello europeo nel corso del 2010 e Ippocampo, per le opere prime di lungometraggio di registi italiani.

Partecipare a Maremetraggio è un'opportunità da non perdere per i giovani registi emergenti: oltre alla garanzia di una sicura visibilità, il festival offre numerosi premi, tra cui quello di 10 mila euro al miglior corto assoluto.

Vuoi essere anche tu parte di questa grande festa del cinema giovane? Visita il sito aggiornato www.maremetraggio.com, verifica i bandi e iscriviti subito!


Carlo Griseri avatar

Giornalista appassionato. Di cinema, ma anche di Torino e della sua vitalità.

cinefestival.blogosfere.it ..


mercoledì 22 dicembre 2010

Social Flash Mob Torino - “Buon Natale, Renken!”

Social Flash Mob Torino - “Buon Natale, Renken!”: "

Renken (www.renken.it) è una ONLUS fondata a Torino nell’ottobre 2006. Operiamo con svariati progetti solidali in Senegal.





Il Social Mob è stato ideato e realizzato da Due Monete (www.duemonete.it) e Dunter. (www.dunter.com)

Si ringraziano Costanza Diotima Bellugi, i Miriam, Luca Ferrari e tutti gli amici intervenuti.

www.renken.it

DONAZIONI: 000000020008 ABI 06085 CAB 01003 CIN X

Diffondi questo video a supporto delle nostre attività! BUON NATALE! Grazie!

"

Capodanno in piazza a Torino 2010

Capodanno in piazza a Torino, il video dello scorso anno




19 / 12 / 2010 - Di seguito un video amatoriale realizzato da alcuni cittadini torinesi la notte del 31 dicembre 2009, in attesa del nuovo anno. In piazza Vittorio Veneto, tra musica e fuochi d'artificio, un gemellaggio con Rotterdam che ha sancito il passaggio del testimone per la nomina di capitale europea dei giovani. Al brindisi e al conto alla rovescia finale hanno partecipato anche Sergio Chiamparino, sindaco di Torino, e Mercedes Bresso, presidente della Regione Piemonte.

Torino, multe salate in due discoteche

Torino, violazioni in due discoteche: corso Massimo d'Azeglio e via Nizza

14 / 12 / 2010 - Gli agenti del Nucleo Progetti di Polizia amministrativa dei Vigili durante un controllo in una discoteca, in corso Massimo d’Azeglio hanno accertato varie violazioni in riferimento alla capienza consentita (erano presenti 1228 persone rispetto alle 550 consentite), al divieto sul fumo e all’ostruzione di un’ uscita di sicurezza.

Successivamente in un’altra discoteca, in via Nizza angolo via Giacosa, gli agenti hanno rilevato che l’esercizio non aveva la licenza per i trattenimenti danzanti, inoltre hanno sanzionato il gestore con 6.667 euro per somministrazione di bevande alcoliche dopo le tre di notte; 440 euro perché il locale era sprovvisto di tabelle indicanti i valori alcolemici; 308 euro per sprovvista autorizzazione alla somministrazione congiunta ad attività di intrattenimento;440 euro per violazione al divieto di fumare; 516 euro per le pessime condizioni igienico sanitarie e altri 516 euro per inquinamento acustico ambientale.

(Fonte Comune di Torino

Sottodiciotto Film Festival 2010 - I vincitori by ilconterik

Premiazioni Sottodiciotto Film Festival 2010

Posted: 18 dicembre 2010 byIlConteRik – The Blog

Ieri sera si sono tenute al Cinema Massimo di Torino le premiazioni dei corti in concorso al Sottodiciotto. Quando arrivo alle 20.00 al festival, scopro che i posti sono tutti riservati alle scuole e agli autori extra-scuola: la cosa ovviamente mi ha fatto un po’ arrabbiare, dato che l’evento era segnalato sul programma mi aspettavo che si potesse assistere. Ma in fondo è stato facile confondersi fra la massa dei miei coetanei per entrare e, in realtà, non ho neanche tolto il posto a qualcun altro visto che c’erano decine di persone in piedi. Ero alla ricerca di ragazzi che avessero, un po’ come me, girato qualcosa da sè, senza la spinta di qualche scuola o associazione alle spalle.
E in effetti anche se dei corti sono state proiettate solo poche immagini qualcosa credo di aver trovato. Non appena i corti saranno disponibili on line posterò qualcosa.

Per quanto riguarda le scuole invece ho visto molti corti realizzati con la tecnica dello stop motion, che sembra essere particolarmente di moda in questo periodo. Altri, girati in modo classico, erano pregevoli per la qualità della realizzazione. Va detto che, purtroppo, troppo spesso le giurie premiano la qualità tecnica (determinata dal supporto di un regista professionista), anzichè tenere conto della spontaneità dei ragazzi e dell’originalità del soggetto. Un esempio di corto che non amo particolarmente e che di tanto in tanto ritrovo vincitore in diversi festival è “Lo studente perfetto“: è un montaggio di interviste in cui viene chiesto a ragazzi e cittadini “Ma esiste lo studente perfetto? Come dovrebbe essere?”, in cui troviamo risposte non troppo originali e poco interessanti, accompagnate dallo scontato finale che decreta “lo studente perfetto è in ognuno di noi, siamo tutti noi!”. Il veri motivi per cui questo corto viene così spesso premiato sono la simpatia e la grande qualità degli stacchetti ironici, in cui uno studente e il suo banco in un bianchissimo teatro di posa sono protagonisti di strani balletti alla High school musical (che per i miei gusti ricordano fin troppo gli staccheti Mediasettiani con le veline, anche se qui di veline ovviamente non se ne vede). Per mio conto di valore ben più grande è invece “La lista della spesa“, in cui dei bambini delle elementari trovano una lista della spesa in un bosco e cento euro in banconote. Subito scatta la disputa su come spendere e soprattuttto spartirsi i soldi, ma alla fine i bambini decideranno di usare i soldi per farla davvero quella spesa e utilizzare gli acquisti per pulire una casa abbandonata da utilizzare come punto di ritrovo. Tutto ciò si scopre essere architettato dal custode di un teatro ormai abbandonato, che ogni anno mette in atto questo stratagemma per far tornare i bambini a giocare tutti assieme in teatro, anzichè rinchiudersi nella solitudine videoludica. Al di là del plot, carino ed elementare, è possibile cogliere la grande voglia e il divertimento dei piccoli attori, che, chi più chi meno, hanno recitato con grande spontaneità e con tanta voglia di farlo. E’ l’autenticità delle immagini che riesce a bucare lo schermo.

Entrando in sala mi sono aggregato ad una classe di Empoli e ho avuto il piacere di conoscere Gianluca, un ragazzo che ha partecipato come montatore alla realizzazione del corto della sua scuola. Le sue parole hanno rafforzato ancora di più le mie convinzioni: “La nostra scuola ha mandato due filmati: uno l’abbiamo fatto noi all’interno del laboratorio di teatro, l’altro l’hanno fatto dei professori con un regista e hanno chiamato due ragazzi per fare gli attori”. Inutile dire che il secondo era di qualità visibilmente superiore e che ovviamente è stato proprio questo a vincere un premio, benchè i ragazzi non ci avessero quasi partecipato. Chi lo ha fatto per la verità non lo ha nemmeno fatto con passione. Il protagonista si lascia scappare ai microfoni del Sottodiciotto “e non so perchè l’abbiamo fatto. Per avere un voto più alto in pagella? Per me sicuramente, l’abbiamo girato l’anno scorso e così è stato”. Il poveretto si è subito dovuto sorbire una sonora sgridata dalla sua prof. Gianluca mi racconta anche che il montaggio per lui è stato lungo e pesante: “Il corto dura quattro minuti, ma ci ho passato le mattinate a scuola. A casa quando monto i miei trailer dei film per divertimento ci metto poco, ma a scuola era lunghissimo sistemare le cose come voleva la prof, anche perchè la storia è complessa e ha voluto cambiare soluzione più volte. L’avessi fatto come volevo io ci avrei messo sicuramente di meno…”. Insomma, quando sono i ragazzi a realizzare, i professori sono spesso in mezzo alle scatole per imporre la loro visione, forse più coerente e matura, ma a questo punto diventa ipocrisia per moltissimi casi dire che a questi festival i protagonisti sono i giovani…

Per fortuna non è sempre così! Fra i filmati a cui darò la caccia ci sono “A due passi da te” del liceo classico Archita di Taranto e “Fuori dal tempo” di Ludovica Battista. In entrambe i casi ho scorto immagini di qualità e dai discorsi tenuti al ricevimento del premio è stato più che chiaro che gli artefici dei filmati erano proprio i ragazzi. Dunque mi metto alla ricerca, se tornerete fra una settimana o due sul blog magari troverete i corti!

aggiornamento

@ludovica battista & liceo classico Archita di Taranto: qualora qualcuno di voi sia capitato qui per caso, per favore contattatemi, sarei felice di poter vedere i vostri lavori!

mail: ilconterik@altervista.org

Dic 2010 - il Piccolo Festival dell'Animazione a Udine

Carlo Griseri avatar

Giornalista appassionato. Di cinema, ma anche di Torino e della sua vitalità.


A Udine parte il Piccolo Festival dell'Animazione

piccoloThumbJpeg.ashx.jpg

C'è il migliore cinema d'animazione "d'autore" nel programma del Piccolo Festival dell'Animazione. L'evento nella sua terza edizione si svolgerà al Visionario di Udine venerdì 17 e domenica 19 dicembre e, novità di quest'anno, raggiungerà il pubblico pordenonese con una serata speciale in programma per lunedì 20 dicembre a Cinemazero.

Forte del rinnovato "gemellaggio" con il Festival Animateka di Lubiana, l'evento organizzato dal Centro Espressioni Cinematografiche e dal CAV - Centro per le Arti Visive con il supporto della regione Friuli Venezia Giulia e del Comune di Udine e sotto la direzione artistica di Paola Bristot, proporrà anche quest'anno uno sguardo a 360° sul panorama dell'animazione contemporanea anche se in una formula ridotta (una giornata e un matinée al Visionario) a seguito della contingente situazione di tagli finanziari al settore regionale della cultura.

Si comincia al Visionario venerdì 17 dicembre alle ore 9.00 con una matinée tutto dedicato al pubblico degli studenti. Sarà infatti la sezione animakids, pensata per il pubblico dei ragazzi, ad inaugurare la prima giornata del festival. Divisa in due tranche, l'una destinata al pubblico degli studenti delle scuole primarie e secondarie di primo grado, l'altra agli studenti delle secondarie di secondo grado, la mattinata mostrerà delle vere e proprie "perle" dell'animazione, di fatto invisibili perché distanti dalla distribuzione televisiva e cinematografica.

Si va da Arithme'tique (Premio Qualità Banca FriulAdria - Crèdit Agricole), opera in 2D realizzata "a quattro mani" da Dalila Rovazzani e Giovanni Munari del Centro Sperimentale di Cinematografia di Torino, che unisce animazione classica, grafica, arte e musica, a Esterhazy. Storie di un coniglio, un esperimento curato da Andrea Princivalli creato con un gruppo di studenti pordenonesi che fa rivivere la storia di Esterhazy in un gioiellino artigianale degno d'essere mostrato sul grande schermo!

Nel programma del matinée troveranno inoltre spazio l'esilarante corto in 3D Mobile della tedesca Verena Fels che ha applicato gli studi in scienze naturali e ingegneria per raccontare una storia che "sfida" la gravità e il movimento degli oggetti, e L'insalata del diavolo della coppia di fratelli Alice e Stefano Tambellini, oramai un marchio di qualità dell'animazione italiana che ritorna al Piccolo Festival.

La giornata di venerdì 17 dicembre proseguirà al Visionario con una serata di proiezioni che prenderà il via alle ore 19.30 con il mediometraggio slovacco Kamene di Katarína Kerekesová, un raffinatissimo musical in puppet animation seguito dal polacco Esterhazy di Izabela Plucinska. Tratto dall'omonimo libro di Irene Dische e Hans Magnus Enzensberger, quest'opera in plastilina vede come protagonista il coniglio Esterhazy, discendente dell'omonima dinastia viennese e catapultato nel 1989 in una Berlino sconvolta dalla caduta del Muro.

La serata di venerdì 17 dicembre culminerà alle ore 20.30 nella sezione di cortometraggi animazione04 capitanata da una manciata di opere italiane che mostrano al pubblico la fervida vitalità di una produzione in costante crescita.
In programma, Ci sono gli spiriti di Alvise Renzini e bigbangbigboom, l'ultima attesissima opera della star dell'animazione BLU che promette di replicare il successo di Muto, il corto vincitore di oltre 60 premi internazionali che ha battuto ogni record di visibilità con milioni e milioni di click del pubblico del web. Sul fronte internazionale, vanno segnalati lo struggente corto polacco The Kinematograph di Tomek Baginski che racconta il sogno del cinema, e i corti cileni Lucia e Luis di Cristobal Leon, episodi della trilogia in stop motion "Lucia, Luis e il lupo" dove un personaggio disegnato in polvere di carbone interagisce con oggetti reali.

La giornata di venerdì 17 dicembre si chiuderà alle ore 22.00 con il lungometraggio cinese Piercing I di Liu Jian, un film completamente "indipendente" che riflette la realtà della Cina contemporanea.

Dopo la intensa giornata di venerdì 17 dicembre, il Piccolo Festival riprenderà le proiezioni domenica 19 dicembre in un matinée che si aprirà con una colazione per il pubblico dei più piccoli e per i loro accompagnatori e che si concluderà con The Secret of Kells di Tom Moore, lo straordinario lungometraggio sui Celti coprodotto da Irlanda, Francia, Belgio e candidato all'Oscar per l'animazione 2010.

Il Piccolo Festival dell'Animazione 2010, come si diceva, quest'anno raggiungerà anche Pordenone dove lunedì 20 dicembre a Cinemazero si svolgerà una serata speciale di proiezioni che offrirà una selezione della proposta cinematografica del Visionario.

Il programma completo del Piccolo Festival dell'Animazione 2010 è disponibile sul sito www.upfan.org.



articolo di http://cinefestival.blogosfere.it/2010/12/a-trieste-parte-il-piccolo-festival-dellanimazione.html

martedì 14 dicembre 2010

RITMIKA 2010 finale concorso: ven. 17 dicembre sPAZIO 211 - ospiti MAO e SANTABARBA

RITMIKA 2010 finale concorso: ven. 17 dicembre sPAZIO 211 - ospiti MAO e SANTABARBA: "Dopo il grande successo del festival conclusosi con la trascinante performance di Niccolò Fabi, Ritmika non si è fermata e ha continuato a mantenere alto il volume della musica giovane con le fasi di selezione del concorso per musicisti e gruppi emergenti, provando, così, anche per il 2010 ad abbinare la classe..."

dicembre 2010 - Jesus Christ Superstar a torino

Dopo il successo di Roma e Milano, il fortunatissimo spettacolo Jesus Christ Superstar sbarca a Torino, dove sarà in scena dal 14 al 16 dicembre 2010 presso il Teatro Colosseo. Con il vincitore di X Factor 2 Matteo Becucci nel ruolo di Giuda, con la partecipazione di Mario Venuti nel ruolo di Pilato e Simona Bencini nel ruolo di Maddalena insieme ad un’orchestra dal vivo e 25 artisti in scena. Il protagonista è Paride Acacia. A 15 anni dallo storico debutto torna una produzione esplosiva con un allestimento di grandissimo livello artistico che farà rivivere i fasti dell’Opera Rock più amata dal pubblico italiano. Con 11 stagioni consecutive di repliche e oltre 1.000.000 di spettatori, con più di 100 artisti si sono alternati nel cast e 19 regioni e 84 città sono state toccate dallo show nella memorabile edizione nel 2000 con Carl Anderson. Con un’orchestra dal vivo e 25 artisti in scena il musical è interamente cantato in lingua inglese. JCS, noto per aver cambiato la Storia del Teatro Musicale italiano, narra l’ultima settimana di vita di Cristo in chiave rock.
Data Evento: dal 14-12-2010 al 16-12-2010
Luogo: Teatro Colosseo - Via Madama Cristina 71, Torino - Torino - (Torino - TO)

Valsusa Filmfest 2011- bando di concorso

Valsusa Filmfest, online il bando di concorso (entro 28 febbraio 2011)

08 / 12 / 2010 - È online il bando di concorso della XV edizione del Valsusa Filmfest - Festival di film e video sui temi del recupero della memoria storica e della difesa dell'ambiente. Sul sito valsusafilmfest.it sono reperibili il bando, la scheda di partecipazione, le informazioni sui premi e sulle sezioni di concorso.

Il tema principale della XV edizione è “La montagna del futuro - creatività alpina, idee, valori e cultura”: la sfida della montagna che non vuole arrendersi a diventare parco giochi della città o mondo dei vinti consiste, probabilmente, nel trovare una formula che abbini l’innovazione ai valori e alla cultura della montagna. Sono diversi ormai gli esempi sulle Alpi di attività e professioni, progetti culturali e ambientali, dove la circolazione di idee e la creatività arricchiscono e innovano la concretezza della tradizione alpina, aiutando a superare la retorica della montagna come paesino di Natale.

Il concorso si articola in 6 sezioni: Le Alpi, Cortometraggi, Per Le Scuole, Documentari Memoria Storica, Documentari e Videoclip Musicali. Quest’ultima sezione è stata introdotta per la prima volta nel 2009 con lo scopo di attirare maggiormente un pubblico di giovanissimi ottenendo, anche nell’edizione 2010, un ottimo risultato di partecipazione, diventando una sezione importante e irrinunciabile.
Il tema principale non è esclusivo: nelle varie sezioni di concorso gli autori possono presentare opere aventi diversi temi e non solamente opere incentrate sul tema principale dell’edizione al quale però verrà prestata un’attenzione particolare da parte delle commissioni che effettueranno le selezioni.

Quest’anno il Concorso aumenta il numero dei premi ed estende il proprio raggio di azione anche al di fuori della Val di Susa grazie a due nuove collaborazioni con i comuni di Andrate (TO) e di Cassinetta di Lugagnano (MI): le opere selezionate per la sezione Le Alpi verranno proiettate anche ad Andrate e le opere che, nella sezione Documentari, saranno attinenti al tema del consumo del territorio verranno proiettate anche a Cassinetta di Lugagnano (luogo in cui è nato il movimento “Stop al consumo del territorio”) concorrendo ad ulteriori premi istituiti dai due comuni.

Viene inoltre rinnovata la collaborazione nata lo scorso anno con il “Museo Diffuso della Resistenza, della Deportazione, della Guerra, dei Diritti e della Libertà” di Torino che si concretizzerà il giorno 25 aprile 2011 con la proiezione del filmato vincitore della sezione Documentari Memoria Storica nella sede del Museo.

Il Valsusa Filmfest è soprattutto un concorso di film e video sul recupero della memoria storica e sulla difesa dell'ambiente ma non solo: oltre alle proiezioni dei filmati in concorso vengono proiettate altre opere fuori concorso e sono molti altri gli eventi che in ogni edizione vengono organizzati e che da 15 anni animano la Val di Susa caratterizzandola come spazio aperto d'incontro e di confronto culturale.
L’obiettivo del Filmfest è da 15 anni la volontà di far conoscere, con sguardi diversi, come le nuove generazioni intendono raccontare i fatti del nostro tempo e della nostra storia attraverso immagini video e vuole essere uno stimolo per cogliere i cambiamenti e le diversità culturali di questo inizio di secolo.

La programmazione: tra febbraio e marzo si realizzerà la rassegna “Cinema in Verticale” mentre nell’ultima settimana di aprile si svolgeranno le proiezione delle opere in concorso e gli eventi collaterali, al momento ancora in via di definizione, che riprenderanno il tema principale dell’edizione andando ad arricchire con iniziative artistiche e culturali a 360° la programmazione del Filmfest. “Cinema in Verticale” è una rassegna sui filmati di montagna organizzata dall’Associazione Gruppo 33 di Condove che da 13 anni apre il Filmfest diventando un’attesa anteprima per tutti gli amanti del cinema di montagna.

Valsusa Filmfest - XV Edizione | 2011
Festival di film e video sul recupero della memoria storica e sulla difesa dell'ambiente
da febbraio ad aprile 2011 in Bassa e Alta Valle di Susa (Torino)

La montagna del futuro - creatività alpina, idee, valori e cultura
Il termine per le iscrizioni è fissato al 28 febbraio 2011

Info

Torino 16 dicembre - La Sagra del Cine 2010

La Sagra del Cine 2010, giovedì 16 dicembre a Torino

13 / 12 / 2010 - Quarta edizione dell’evento ideato da Steve Della Casa e Lorenzo Ventavoli e organizzato dall'Associazione Museo Nazionale del Cinema, che ogni anno offre ai tanti cinefili torinesi un’occasione unica di ritrovarsi dal pomeriggio alla sera a condividere una full immersion di proiezioni e incontri all’insegna del buon cinema.

Lo spirito che animerà la Sagra del Cine 2010 sarà quello della collaborazione tra le diverse realtà che a vari livelli lavorano, promuovono e diffondono la cultura cinematografica sul territorio e che parteciperanno all’iniziativa con la presentazione di lungometraggi, documentari e libri.


Diritto Rovescio

Come afferma il neo-presidente dell’Associazione, Vittorio Sclaverani:

La Sagra del Cinema, quest’anno, cercherà di dimostrare quanta unità, dialogo e collaborazione possano esistere tra le diverse realtà associative e culturali del territorio, in un momento così complesso e delicato per la cultura, proponendo un programma condiviso.

Il Cineforum dell'Istituto Sociale parteciperà con il film Pietro di Daniele Gaglianone; Piemonte Movie presenterà insieme all'Associazione Vatra un'anteprima del Focus Albania in programma a Piemonte Movie gLocal Film festival 2011 invitando il più grande regista albanese, Dhimiter Anagnosti; il regista Giacomo Ferrante introdurrà il documentario di Gianni Amelio, Bertolucci secondo il cinema; Enrico Cassini presenterà il suo libro fresco di stampa dedicato al Cinema americano degli anni '80 "La superficie e l'abisso" (Aracne edizioni 2010) e la proiezione del nostalgico Stand by me; Roberto e Mauro Agagliate, della 1911 Lokomotif Orchestra, proporranno in chiave interculturale il lungometraggio di animazione Kiriku e la strega Karaba; Franco La Magna presenterà i due film Anni Difficili, (restauro a cura del Museo Nazionale del Cinema di Torino, della Cineteca Italiana di Milano, della Cineteca di Bologna e di Briguglio Film) e Una vita venduta, legati al suo libro di letteratura siciliana e cinema “Lo schermo trema”; Claudio Di Minno ed Emanuele Tealdi riproporranno un film di Giuseppe Bertolucci, Premio Maria Adriana Prolo alla Carriera 2010 e al centro dell'ultimo numero monografico della rivista Mondo Niovo 18/24 ft-s; il contesto, Sostegno Armonico e l'AMNC presenteranno le loro esperienze di attività all'interno degli istituti penitenziario grazie al documentario Diritto Rovescio di Maria Tarantino. Il collettivo universitario “Gli ultracorpi” renderà omaggio ad Arthur Penn. Oltre alle consolidate proposte da parte dell'Archivio Nazionale Cinematografico della Resistenza e di Franti Nisi Masa, l'Istituto Confucio di Torino presenterà in anteprima il Pardo d'Oro 2009, She, a Chinese.

Durante la Sagra, e fino al 17 dicembre, sarà allestita presso la Galleria Subalpina una mostra fotografica dedicata al cinema in Piemonte e saranno esposte le opere vincitrici del primo Concorso Scatto... per il Cinema! organizzata dall'Associazione Culturale “Light ON Eventi”. La Sagra sarà anche occasione per presentare un altro corso di Fotografia cinematografica, Il Cinema in un click, che l'artista Silvia Reichenbach terrà dal 7 aprile all'11 maggio 2011 presso il Centro Interculturale della Città di Torino a cura dell'AMNC.

Un giorno al cinema - 4° Sagra del Cine

Giovedì 16 dicembre - Cinema Romano (Torino)
da pomeriggio a sera - ingresso libero

Un progetto a cura
dell’Associazione Museo Nazionale del Cinema

con il contributo di
Regione Piemonte e Fondazione CRT
in collaborazione con
il Museo Nazionale del Cinema – Fondazione Maria Adriana Prolo,
la Film Commission Torino Piemonte,
il Cineforum dell’Istituto Sociale,
l’Associazione Piemonte Movie,
l’Archivio Nazionale Cinematografico della Resistenza,
l'Istituto Confucio,
l’Associazione Franti Nisi Masa Italia,
Light ON Eventi,
il collettivo universitario “Gli ultracorpi”,
il contesto onlus,
La Città del Cinema,
l'Associazione Culturale Italo-Albanese Vatra in collaborazione con il Centro di Cultura Albanese

Per informazioni
Associazione Museo Nazionale del Cinema
email info@amnc.it
sito www.amnc.it

Chiude la saga di Shrek: il quarto episodio arriva in dvd per un Natale 'animato'

Chiude la saga di Shrek: il quarto episodio arriva in dvd per un Natale 'animato': "

shrekkkimages.jpeg

Dopo quattro capitoli si è chiusa la saga dell'orco più simpatico del cinema d'animazione: Shrek e vissero felici e contenti ha segnato la fine di una saga amatissima dai bambini e dai grandi, che dopo un paio di episodi davvero riusciti ha accusato un momento di stanca.

Questo quarto film è comunque più riuscito del precedente Shrek Terzo, in cui la storia si era fatta davvero molto (troppo, per il pubblico più giovane) complicata e il numero di risate si era drasticamente ridotto...

Un po' meglio va con questo titolo conclusivo, in cui ritornano tutti i personaggi più noti della saga in una variante 'orchesca' dei film modello Sliding doors.

Cosa sarebbe successo se...? E' questa la domanda alla base della pellicola, in cui Shrek si sente infelice della sua vita ormai pacificata con il mondo esterno (nessuno urla più alla sua vista, nessuno si spaventa...) e vorrebbe tanto tornare alla 'versione precedente'.

Il nano Tremotino offre all'orco una vita diversa, un mondo in cui tutti lo temono... ma non tutto va come dovrebbe, come di regola in questi film! Non diciamo di più sulla trama.

Ora il film è uscito in dvd, giusto in tempo per diventare un ottimo regalo natalizio per i vostri figli/nipoti: un buon contributo di extra nel dischetto, tra cui il commento al film e uno speciale su Shrek, finalmente 'definitivo' grazie alla conclusione delle avventure targate Dreamworks.

Esiste anche una versione speciale del dvd con tanti extra aggiuntivi, cortometraggi inediti, giochi per tutta la famiglia e molto molto altro... Natale sta arrivando, il regalo è pronto.

CONTENUTI EXTRA (Versione singola)

Commento dei Filmmaker
Scene Inedite
Riflettori su Shrek
Anteprime film DreamWorks Animation

CONTENUTI EXTRA (Versione speciale)

Commento dei Filmmaker
Scene Inedite
Riflettori su Shrek
Anteprime film DreamWorks Animation
Il corto inedito "La Spettacolare Festa di Natale di Ciuchino"
"La Spettacolare Festa di Natale di Ciuchino": Canta insieme a noi! - Versione karaoke
Il Ceppo di Natale di Shrek
Shrek, Rattle & Roll Decora la Palude: 12 Days Of Christmas
Libro Pop-up
Gli Addobbi Natalizi di Ciuchino (Gioco)
Canzoni natalizie con i personaggi più amati della DreamWorks Animation
I giochi e le attività di Zenzy (DVD-ROM)
Shrek E Vissero Felici E Contenti: I Mini-Giochi Activision®
DreamWorks Animation Jukebox

Trento Film Festival: inizia il cammino verso la 59^ edizione

Trento Film Festival: inizia il cammino verso la 59^ edizione: "

tffffimages.jpg

'Quanto monotona sarebbe la faccia della terra senza le montagne" diceva Immanuel Kant. E quanto piatto sarebbe il panorama del cinema italiano senza il TrentoFilmfestival, la più antica rassegna internazionale di film di montagna che inizia il 31 gennaio la sua scalata verso la 59^ edizione.

"Non cercate nel monte un'impalcatura per arrampicare, cercate la sua anima", suggeriva lo scrittore e alpinista italiano Julius Kugy (1858-1944) a chi decideva di salire la montagna. Un'avventura, con macchina da presa, che indaga lo spirito dei monti, il rispetto del loro ambiente, sempre più compromesso dall'uomo.

In fondo siamo tutti "cittadini di montagna" e l'ha dimostrato l'over-booking nelle tre serate di apertura e un incremento di pubblico di oltre il 40% dell'edizione 2010.

La 59esima kermesse, classe 2011, non potrà essere da meno.

Il festival cerca filmaker di ogni dove, nati magari nella più bassa delle pianure, ma che quando sentono l'odor di pini, neve e misteri di una scalata non sappiano resistere. La macchina da presa si accende su tutto ciò che svela l'arcano della montagna.

All'indirizzo www.trentofestival.it è possibile scaricare regolamento e modulo d'iscrizione all'edizione 2011, primo passo per iniziare un viaggio che si concluderà con l'assegnazione del prestigioso palmarès conferito da una giuria internazionale.

Ecco i premi:

Il Gran Premio "Città di Trento" - Genziana d'oro - al miglior film che in assoluto, possedendo elevate qualità artistiche, corrisponda agli obiettivi culturali a cui il festival si ispira.
Il Premio del Club Alpino Italiano - Genziana d'oro - al miglior film di montagna e alpinismo.
Il Premio della Città di Bolzano - Genziana d'oro - al miglior film di sport alpino, esplorazione o avventura.
Il Premio della Giuria.
Il Premio "Luciano Emmer" assegnato dal direttivo del Sindacato Nazionale Giornalisti Cinematografici Italiani (SNGCI).
I due premi del pubblico, per i lungometraggi e per i film di alpinismo, assieme alle tre Genziane d'Argento - al miglior contributo tecnico-artistico; al miglior mediometraggio; al miglior cortometraggio - completano il palmarès ufficiale.

Il termine ultimo per iscrivere le opere al 59° Trento FilmFestival (docufilm, corti, lungo e mediometraggi, fiction) è il 31 gennaio 2011 per le opere prodotte nel 2009 e 2010; il 28 febbraio 2011 per le opere prodotte nel 2011.

Non solo sfide, ma anche celebrazioni. Il 28 aprile 2011 scatterà la 25a edizione di Rassegna internazionale dell'Editoria di montagna, "MontagnaLibri", un quarto di secolo dedicato a chi mette nero su bianco l'emozione unica scaturita dalle grandi "cattedrali della terra".

Il regolamento dell'edizione 2011 di MontagnaLibri sempre all'indirizzo www.trentofestival.it.

domenica 12 dicembre 2010

Max R.F.- concerti di dicembre 2010


ciao a tutti! ultimi appuntamenti dell'anno poi vacanze!!!

buone feste!!

max




13/12/10



ORCHESTRA POPOLARE SPONTANEA DI TORINO
GIORNATA NAZIONALE DELLA RETE ITALIANA DI CULTURA POPOLARE
MUSICA POPOLARE DAL MEDITERRANEO
Museo Regionale di Scienze Naturali
Via G. Giolitti 36, Torino
ORE 21.00


22/12/10

TAREK AWAD ALLA ENSEMBLE, AZIZA ABDUL RIDHA
CAIRO CABARET
SPETTACOLO DI PERCUSSIONI E DANZA ORIENTALE
AlfaTeatro
Via Casalborgone 16i, Torino
ore 21.00










martedì 7 dicembre 2010

Sottodiciotto Film Festival

Sottodiciotto Film Festival: "Torna dal 9 al 18 dicembre 2010, l'appuntamento con Sottodiciotto Film Festival, che quest'anno compie undici anni e che si conferma l'unica kermesse europea dedicata alla rappresentazione dell'universo giovanile, grazie al suo annuale concorso di prodotti realizzati dagli under 18 e grazie alla vetrina del cinema giovane di ieri, di oggi e soprattutto di domani sempre più stimolante nelle proposte. L'edizione 2010 presenterà oltre 400 film, numerose anteprime nazionali, 7 tra [...]"

No Tav: Beppe Grillo denunciato

No Tav: denunciato Beppe Grillo

06 dicembre

Denunciato Beppe Grillo che ieri, in Val di Susa, ha infranto il divieto di entrare nell’area No Tav posta sotto sequestro. Il comico genovese, accolto da circa 200 manifestanti, è entrato nella baita violando i sigilli posti dalla magistratura. Imbracciando simbolicamente il seghetto ha dichiarato: “Da qui parte la rivoluzione – ha detto Grillo – La Torino-Lione è un’opera già vecchia ed è una truffa che paghiamo tutti”. “Un gesto che rappresenta un reato”, il commento del coordinatore regionale del Pdl Enzo Ghigo.

by zip news

Torino Film Festival 2010, ecco i vincitori

Torino Film Festival 2010, ecco i vincitori

06 / 12 / 2010 - Si è concluso sabato il 28° Torino Film Festival. La Giuria di Torino 28 - Concorso Internazionale Lungometraggi, composta da Marco Bellocchio (Presidente, Italia), Barbora Bobulova (Italia), Michel Ciment (Francia), Helmut Grasser (Austria), Joe R. Lansdale (Stati Uniti) assegna i premi:

  • Miglior Film (euro 25.000) a:
    WINTER'S BONE di Debra Granik (USA, 2010, 35mm, 100')
  • Premio speciale della Giuria ex aequo (per un totale di euro 10.000) a: LES SIGNES VITAUX di Sophie Deraspe (Canada, 2009, 35mm, 87') & LAS MARIMBAS DEL INFIERNO di Julio Hernández Cordón (Guatemala/Francia/Messico, 2010, HDCam, 73')
  • Premio per la Miglior Attrice, in collaborazione con Max, ex aequo a:
    JENNIFER LAWRENCE per WINTER'S BONE di Debra Granik (USA, 2010, 35mm, 100') & ERICA RIVAS per POR TU CULPA di Anahí Berneri (Argentina/Francia, 2010, 35mm, 87')
  • Premio per il Miglior Attore, in collaborazione con Max a:
    OMID DJALILI per THE INFIDEL di Josh Appignanesi (UK, 2010, 35mm, 105')
  • Premio del pubblico per il Miglior Film, in collaborazione con Digima a: HENRY di Alessandro Piva (Italia, 2010, HDCam, 94’)
  • ITALIANA.DOC
    La Giuria di italiana.doc, composta da Carlos Casas (Spagna/Italia), Gianfranco Rosi (Italia), Ana Isabel Strindberg (Portogallo) assegna i premi
    Miglior Documentario Italiano, in collaborazione con Persol (euro 10.000) a: BAKROMAN di Gianluca e Massimiliano De Serio (Italia, 2010, HDV, 100’)
    con la seguente motivazione: “Per aver saputo unire la forza e la consapevolezza di un linguaggio cinematografico forte ad un'attenta sensibilità nei confronti dei personaggi.”
    Premio speciale della Giuria ex aequo (per un totale di euro 5.000) a:
    IL POPOLO CHE MANCA di Andrea Fenoglio e Diego Mometti (Italia, 2010, DV, 75’)
    con la seguente motivazione: “Perché la voce incantata del passato attraverso le immagini del presente ci costringe a riflettere sul futuro.”
    e LES CHAMPS BRÛLANTS di Stefano Canapa e Catherine Libert (Francia/Italia, 2010, 16mm, 72’)
    con la seguente motivazione: “Per aver saputo costruire un atto d'amore per il cinema, attraverso l'universo evocativo e complesso di due cineasti.
  • ITALIANA.CORTI
    La Giuria di italiana.corti del 28° Torino Film Festival, composta da (Italia),Pierpaolo Capovilla, Marzia Migliora (Italia), Giorgio Vasta (Italia), assegna i premi
    Miglior Cortometraggio Italiano (euro 10.000) a:
    ARCHIPEL di Giacomo Abruzzese (Francia/Palestina/Italia, 2010, HD, 23’)
    con la seguente motivazione: “Ricorrendo con riconoscibile chiarezza di pensiero e di struttura a uno stile documentaristico, Archipel mette in scena una storia di finzione in grado di modificare la percezione spesso stereotipata di quelli che conosciamo come ‘teatri di guerra’. Ogni luogo di distruzioni è anche necessariamente uno spazio vitale, di gioco, di conversazione, persino di erotismo. Attraverso i percorsi di Abed, Giacomo Abbruzzese descrive un mondo nel quale ogni movimento accade in un labirinto a cielo aperto: se davvero ‘silence is complicity’ ovvero manutenzione del labirinto, raccontare può essere un modo di uscirne. Perché, è vero, ‘non c’è niente di straordinario nell’organizzazione dell’oppressione’ .”
    Premio speciale della Giuria - Premio Kodak (euro 5.000 in pellicola cinematografica) a:
    LEÇON DE TENEBRES di Sarah Arnold (Francia, 2010, 35mm, 16’)
    con la seguente motivazione: “Attraverso una laconicità strategicamente eloquente Leçon de ténébre racconta l’avventura tragicomica di un violoncellista ‘cenerentolo’ che tra scarpe che non calzano e autobus in fuga corre a piedi nudi verso una meta: rendere armonico un concerto che diversamente resterebbe dissonante. Sarah Arnold ‘orchestra’ con leggerezza ed ironia un racconto nel quale il cinema, le vetrate di una chiesa e la musica barocca coincidono in una potente intensità di visione.”
    La Giuria assegna inoltre una Menzione speciale a:
    MAMMALITURCHI! di Carlo Michele Schirinzi (Italia, 2010, DV, 17’)
    con la seguente motivazione: “Per la capacità di trasfigurare uno spazio semi-concentrazionario rivelandone -attraverso l’uso drastico e coerente di un visivo dilatato- il carattere costitutivamente straniante e deformante. Mammaliturchi! ci chiarisce che ogni struttura di contenimento è in sé, inevitabilmente, una maceria sociale.”
  • SPAZIO TORINO
    Premio Chicca Richelmy
    per il Miglior Cortometraggio realizzato in Piemonte: euro 6.500 (2.500 offerti da Associazione Chicca Richelmy e 4.000 in servizi di post-produzione per pellicola cinematografica offerti da Square Post – Production), in collaborazione con Premio “Achille Valdata” - La Stampa - TorinoSette. La Giuria, composta da 20 lettori di TorinoSette, assegna il premio a:
    DIVERGENZE di Luigi Sorbilli (Italia, 2010, HD, 6’)
    con la seguente motivazione: “ Per la capacità del regista di aver trattato in modo semplice e in pochi minuti il tema dell’incomprensione.”
  • PREMIO FIPRESCI
    La Giuria, presieduta da Jan Lumholdt (Svezia) e composta da Gábor Gelencsér (Ungheria), Victor Matizen (Russia), Thomas Rothschild (Germania), Roberto Tirapelle (Italia), assegna il Premio Fipresci 2010
    Miglior film di Torino 28 a:
    SMALL TOWN MURDER SONGS di Ed Gass-Donnelly (Canada, 2010, HDCam, 75')
    con la seguente motivazione: “Abbiamo scelto il nostro vincitore tra una rosa di cinque altrettanto validi concorrenti, quasi tutti ugualmente eccezionali. Il film vincitore rappresenta una voce estremamente originale nell'ambito della più alta qualità del genere noir, con un uso impressionante delle location, della fotografia e non da ultimo della musica, e allo stesso tempo ci offre un’interpretazione veramente sorprendente da parte di uno dei più raffinati attori americani (che per metà è anche svedese). Speriamo di vedere ancora molte opere dirette dal regista canadese Ed Gass-Donnelly, qui solo alla sua seconda regia. Il nostro premio Torino 2010 è assegnato a Small Town Murder Songs.
  • PREMIO CULT - IL CINEMA DELLA REALTA’
    La Giuria del Premio Cult - Il cinema della realtà presieduta da Carlo Antonelli (Italia), e composta da Joshua Siegel (Stati Uniti), Eva Truffaut (Francia) assegna il premio
    Miglior documentario internazionale in collaborazione con il canale satellitare Cult, Gruppo Fox Channels Italy (€ 20.000) a:
    LET EACH ONE GO WHERE HE MAY di Ben Russel (USA, 2009, 16mm, 135’)
    con la seguente motivazione: “All'interno di una selezione forte e intensa che sfida le convenzioni del cinema della realtà -con film che rivelano i limiti della biografia e dell’autobiografia, che testimoniano il trauma e i suoi effetti, e che indagano la politica della produzione di immagini, in particolare in riferimento alle "storie ufficiali"- la giuria ha deciso di assegnare il ‘Premio Cult. Il cinema della Realtà’ a Ben Russell per Let Each One Go Where He May, un film che sovverte i cliché del cinema etnografico e che, attraverso una sensibilità che è allo stesso tempo onirica e irriverente, affascina e provoca.”
  • PREMIO CIPPUTI
    La Giuria, composta da Altan, Fabrizio Gifuni, Cosimo Torlo, assegna il Premio Cipputi 2010
    Miglior film sul mondo del lavoro (euro 5.000) a:
    LAS MARIMBAS DEL INFIERNO di Julio Hernández Cordón (Guatemala/ Francia/ Messico, 2010, HDCam, 73’)
    con la seguente motivazione: “Confondendo impercettibilmente i piani della realtà e della finzione in una struttura narrativa originale e di grande forza emotiva, Cordòn documenta la vera storia di un suonatore di marimba, struggente nella sua ostinazione e nella sua capacità di adattamento. Se l’antico strumento musicale guatemalteco è in crisi nel suo uso tradizionale e il pubblico vuole il rock, Don Alfonso porta il suo strumento al rock. Il racconto mescola sapientemente dramma e humor diventando paradigma di ciò che la trasformazione del lavoro sta provocando in moltissime professioni: dove l’esito è incerto ma forse non ci sono altre strade per continuare a vivere.
  • PREMIO INVITO ALLA SCUOLA HOLDEN
    La Giuria per la migliore sceneggiatura di Torino 28, composta dagli allievi del Corso biennale di scrittura e story-telling assegna il
    Premio Invito alla Scuola Holden per la sceneggiatura (Il vincitore è invitato a condurre un workshop presso la Scuola Holden - euro 1.500) a:
    WINTER'S BONE di Debra Granik (USA, 2010, 35mm, 100')
    con la seguente motivazione: “Per l’equilibrio nella scrittura, per il coraggio al femminile, per lo spessore costruito sul non detto.”
  • PREMIO “Achille Valdata”
    in collaborazione con “La Stampa – TorinoSette”
    La Giuria del Premio “Achille Valdata”, composta da 20 lettori di «Torino Sette» (Giulia Benvenuto, Igor Catrano, Enrico Di Pietro, Claudia Ella, Carmen Fiore, Paola Giachello, Sabrina Greggio, Ellana Landolina, Barbara Malacart, Alessandro Mancin, Paola Marlotto, Massimiliano Milone, Raffaella Moretto, Stefano Riccardi, Barbara Ricono, Silvia Stola, Omero Udovich, Concettina Valerio, Marco Ventura, Anna Vitiello), assegna il premio
    Miglior film di Torino 28 a:
    WINTER'S BONE di Debra Granik (USA, 2010, 35mm, 100')
    con la seguente motivazione: “Per la sceneggiatura, la regia e l’eccellente protagonista di una storia ambientata in un’America solitamente nascosta.”
  • PREMIO “AVANTI!”
    La Giuria del Premio Avanti! (Agenzia Valorizzazione Autori Nuovi Tutti Italiani), composta da Chiara Boffelli, Maurizio Cau, Fiammetta Girola, Enrico Nosei e Andrea Zanoli - presi in esame i film delle sezioni Italiana.doc, Italiana.corti e Spazio Torino presentati al 28° Torino Film Festival - segnala per la distribuzione nel circuito culturale, curata da Lab 80 Film, i seguenti film:
    ARCHIPEL di Giacomo Abruzzese (Francia/Palestina/Italia, 2010, HD, 23’)
    UNA SCUOLA ITALIANA di Angelo Loy e Giulio Cederna (Italia, 2010, DV, 75’)
    IL POPOLO CHE MANCA di Andrea Fenoglio e Diego Mometti (Italia, 2010, DV, 75’)
    con la seguente motivazione: “Per la capacità dei rispettivi autori di affrontare temi di stretta urgenza sociale attraverso un linguaggio filmico sempre di ricerca, fortemente espressivo e caratterizzato sia dal rigore che dalla spontaneità di sguardo.”
  • PREMIO UCCA - VENTI CITTA’
    La giuria nazionale UCCA (Unione Circoli Cinematografici Arci) composta da Mauro Brondi (Arci Torino), Francesca Panebianco (Arci Valle Susa), Paola Scarnati (UCCA nazionale) conferisce il Premio UCCA VENTI CITTA’ -che consiste nella circuitazione dell’opera nelle sale o presso le sedi di circoli UCCA in almeno venti città italiane- a:
    SCUOLAMEDIA di Marco Santarelli (Italia, 2010, DV, 77’)
    con la seguente motivazione: “Per affrontare un tema scottante come quello della scuola italiana oggi, mettendo in luce in modo particolare l’impegno del corpo docente ‘al femminile’ e testimoniando - pur con alcune ridondanze - la quotidianità della vita a scuola, àncora di salvezza, tra difficoltà e bisogni.
    La giuria conferisce inoltre una menzione speciale -con l’impegno di proporre una programmazione delle opere all’interno della rete nazionale dei circoli UCCA- a:
    IL POPOLO CHE MANCA di Andrea Fenoglio e Diego Mometti (Italia, 2010, DV, 75’)
    con la seguente motivazione: “Per la ricerca rigorosa nel saper raccontare la memoria di un popolo attraverso le registrazioni storiche e le immagini di oggi: voci antiche unite ad inquadrature vive ed emozionanti.
  • PREMIO SELEZIONE CINEMA.DOC
    Consiste nella partecipazione al festival [CINEMA.DOC] Il documentario in sala.
    Il premio va a:
    IL PEZZO MANCANTE di Giovanni Piperno (Italia, 2010, DigiBeta, 76’).

Info
sito www.www.torinofilmfest.org

(Fonte Torino Film Festival)

Parte il Sottodiciotto: anteprima di Megamind (Dreamworks)

Parte il Sottodiciotto: anteprima di Megamind (Dreamworks): "

A Dicembre Torino diventa capitale del cinema.


Dopo il successo del Torino Film Festival, che ha visto crescere il numero dei suoi spettatori rispetto agli anni precedenti, parte anche il Sottodiciotto Film Festival organizzato da AIACE Torino. Giovedì 9 Dicembre alle ore 20.30 presso il cinema Ideal, ancora prima della partenza vera e propria del festival, verrà proiettato in anteprima nazionale il nuovo film di animazione targato Dreamworks: Megamind.



La caratteristica distintiva della manifestazione, che la rende unica nel suo genere, è che, oltre a numerosi film di dedicati ai più piccini, il Sottodiciotto propone numerosi cortometraggi girati da ragazzi under 18 (in concorso nella sezione Under18 extra scuola).


Non dovete però lasciarvi ingannare dal nome, questa non è una rassegna dedicata esclusivamente ai giovani, ma offre anche interessantissimi contenuti pensati appositamente per spettatori “più anziani”.


Fra le iniziative più interessanti vi segnalo:



  • Retrospettiva su Jean Pierre Jeunet: tutti i corti e i lungometraggi del grande regista francese de “Il favoloso mondo di Amelie“, che sarà anche ospite in sala all’inaugurazione del festival, che si terrà Venerdì 10 Dicembre alle 20.15 presso il cinema Massimo. A seguire verrà proiettato in anteprima nazionale il suo nuovo lungometraggio in uscita nelle sale “L’esplosivo piano di Bazil



  • La meravigiosa Alice: una rassegna di otto cortometraggi realizzati da un giovanissimo Walt Disney negli anni venti per la serie Alice Comedies, aventi come tema il romanzo di Lewis Carroll e realizzati con tecniche miste fra live action e animazione. Una seconda parte della rassegna invece propone alcune sequenze tratte dalle innumerevoli trasposizioni cinematografiche che sono andate perdute nel corso del tempo.


Retrospettiva su Jurij Norstejn: una serie di corti di animazione di ineguagliabile poesia, realizzati con la tecnica del dècoupage, unita all’uso di molteplice lastre di vetro.


Aggiungo infine che non vi è alcun biglietto d’ingresso quindi potrete entrare gratis a tutte le proiezioni!


Spero di avervi incuriositi =)


Qui trovate il programma dettagliato consultabile online, suddiviso anche in maniera tematica, oppure a quest’altro link trovate il programma completo in PDF


http://www.sottodiciottofilmfestival.it/



Filed under: Flash News, from the Web Tagged: 18, aiace, alice, anteprima, bazil, cinema, delle, disney, dreamworks, extra, festival, film, gratis, jean, jeunet, Jurij, l'esplosivo, megamind, meraviglie, nazionale, nel, Norstejn, paese, piano, pierre, retrospettiva, scuola, sottodiciotto, torino, under, walt "

Sottodiciotto 2010: video-intervista a Sara Cortellazzo

Sottodiciotto 2010: video-intervista a Sara Cortellazzo: "

aia_logoSotto1808_105353-30112010_ita.jpg

Ci siamo: da giovedì 9 inizierà l'edizione numero 11 di Sottodiciotto FilmFestival - Torino Schermi Giovani, in programma fino al 18 dicembre.

Si tratta dell'unica kermesse europea che ragiona a 360 gradi sulla rappresentazione dell'universo giovanile, grazie al suo annuale Concorso di prodotti realizzati dagli under 18.

Il programma è come sempre fittissimo: l'edizione 2010, evento di punta di Torino Capitale Europea dei Giovani, presenta oltre 400 film, numerose anteprime nazionali, 7 tra retrospettive, omaggi e premi impreziositi dalla presenza di registi di fama internazionale, 14 programmi speciali, 216 prodotti in Concorso... Per capirne di più abbiamo intervistato Sara Cortellazzo, che dirige il festival insieme ad Aldo Garbarini:

Continua a leggere Sottodiciotto 2010: video-intervista a Sara Cortellazzo...

Commenta »



"

Merenda con Megamind per i bambini torinesi: appuntamento mercoledì 8 alle 17

Merenda con Megamind per i bambini torinesi: appuntamento mercoledì 8 alle 17: "

megamind index.jpeg

Dell'edizione 2010 del festival Sottodiciotto torneremo a parlare più approfonditamente domani, con le parole della direttrice Sara Cortellazzo: oggi intanto vi segnaliamo il primo evento in programma, mercoledì 8 dicembre alle 17.

Aspettando l'apertura, Sottodiciotto anticipa l'anteprima nazionale di Megamind 3D - il nuovo, attesissimo animation-movie di Natale prodotto da DreamWorks - con un evento speciale, in programma a Torino in Galleria Subalpina, A merenda con Megamind, un appuntamento dedicato ai piccoli spettatori e alle loro famiglie.

In una sorta di divertente 'junior flashmob', i bambini potranno fare lo spuntino pomeridiano con il megacattivo più buono del mondo, che scherzerà e giocherà con loro (al ritmo della musica del film, già diventata una base da baby-dance nel viral spot diffuso dalla DreamWorks), regalando bellissime megamaschere.

Continua a leggere Merenda con Megamind per i bambini torinesi: appuntamento mercoledì 8 alle 17...

Commenta »



"

domenica 5 dicembre 2010

Torino Film festival: il premio va a "Winter's Bone" di Debra Granik, appuntamento al 2011

Torino Film festival: il premio va a "Winter's Bone" di Debra Granik, appuntamento al 2011: "

0a53a46dc80732fc63536282d0e70939111741.jpg

La giuria del Torino Film Festival ha assegnato il premio come miglior film a 'Winter's Bone", della americana Debra Granik. Premio speciale, ex aequo, a "Les Signes Vitaux" di Sophie Deraspe e "Las marimbas del infierno" di Julio Hernández Cordón.

Il premio per la miglior attrice, ex aequo, è andato a Jennifer Lawrence per 'Winter's Bone' e Erica Rivas per 'Por tu culpa' di Anahí Berneri, mentre quello per il miglior attore, a Omid Djalili per 'The infidel' di Josh Appignanesi.

Premio del pubblico per il miglior film, in collaborazione con Digima a 'Henry' dell'italiano Alessandro Piva.

Per tutti gli altri premi e per ripercorrere le tappe di questa ventottesima edizione, continua a leggere su Cinefestival.

Commenta »



"

Il Torino Film Festival ricorda Mario Monicelli: oggi la proiezione de "I compagni", il suo film più "torinese"

Il Torino Film Festival ricorda Mario Monicelli: oggi la proiezione de "I compagni", il suo film più "torinese": "

monicelli2-thumb.jpg

Il Torino Film Festival ricorda Mario Monicelli dopo la tragica scomparsa di lunedì. Oggi la proiezione de I compagni, che tra i suoi grandi film è il più legato a Torino e alla sua storia. La proiezione si terrà al cinema Ambrosio 1 mercoledì 1 dicembre alle ore 17. Ingresso libero fino ad esaurimento posti.

Come ricorda il blogger Carlo Griseri su Cinefestival, ieri, nel corso della consueta conferenza stampa, Gianni Amelio ha espresso il suo pensiero sul regista toscano che, lo scorso anno, scelse quale ospite illustre: Il Torino Film Festival è onorato di ricordare Mario Monicelli, proiettando I compagni (1963), che rimane il suo film più 'torinese'.

Ricordo una conversazione avuta con lui in cui mi diceva che si trattava di uno dei suoi film più sfortunati, ma anche del suo film del cuore. Uscì nel 1963 durante il periodo natalizio, a pochi anni dal successo della Grande guerra. Il pubblico si aspettava di vedere un'altra grande commedia e non un film dalle tinte così drammatiche: ricordo che sul manifesto c'era scritto «Sciopero con i bafoni» per far capire che si sarebbe anche riso. Bisogna inoltre ricordare quanto Monicelli sia stato poco amato dalla critica di quel periodo. Boccaccio 70 fu invitato come film d'apertura a Cannes e l'episodio diretto da Monicelli fu eliminato, mantenendo invece quelli di De Sica, Fellini e Visconti.

Continua a leggere Il Torino Film Festival ricorda Mario Monicelli: oggi la proiezione de 'I compagni', il suo film più 'torinese'...

Commenta »



"

Ciau Bale, la web tv made in Turin per farvi ridere


04 / 12 / 2010 - Dallo scorso 25 ottobre è inizia la nuova avventura temelatica per il gruppo di Ciau Bale, con la messa on line di Ciau Bale Web Tv.

Il rapporto con il web per Ciau Bale è sempre stato molto importante e fin dagli esordi ha rappresentato un efficace mezzo per tenersi sempre in contatto con ilpubblico. I video di Ciau Bale, dai trailer dei film hollywoodiani doppiati in piemontese, ai consigli dell’Istituto Sant’Ambros sono diventati dei veri e propri fenomeni di culto su Youtube, visti e rivisti migliaia di volte dai tanti fan del gruppo. Quindi la messa in rete di una tv completamente dedicata è quasi un approdo naturale.

Ciau Bale Web Tv rappresenta un ricco e prezioso archivio completamente gratuito di tutti i personaggi che hanno animato la storia del gruppo. Ed allora si potranno gustare i siparietti del Tg Thiè, le omelie di Don Gabutti, le farneticazioni ingegneristiche di Pinen Farina, i trailer di Tollywood, le riflessioni della Sig Crimea, ed ancora le Peppie, le poesie del Contadino...

Inoltre il sito offre la possibilità di scegliere un regalo natalizio tanto esilarante quanto economico: su ciaubale.tv è possibile scaricare integralmente gli spettacoli teatrali del gruppo, pagando la cifra simbolica di 3 euro. E' quindi l'occasione per assaporare una serata casalinga di risate con gli spettacoli “Ciau Bale 10 e loden” e “Ciau Bale in tour, né”.

Ciau Bale Web Tv è un territorio in divenire, in continua trasformazione che, con il suo sguardo affilato e arguto sulla capitale sabauda, continuerà a fare satira glocal, con grande attenzione all’attualità. La Web Tv accoglierà in futuro delle edizioni straordinarie del Tg Thiè, nuovi trailer dei kolossal Hollywoodiani doppiati in stretto dialetto piemontese, fulgide novità dell’Istituto Sant’Ambros e poi ancora personaggi totalmente inediti che andranno ad arricchire il vasto repertorio classico di Ciau Bale.

Info
sito www.ciaubale.tv

"Per il lavoro parto da me" - concorso di idee (scad. 31/12)

"Per il lavoro parto da me" - concorso di idee (scad. 31/12): "Il concorso è aperto a tutti i giovani residenti nei Comuni di Nichelino, None, Vinovo, e Candiolo con età compresa fra i 18 e i 29 anni. fino al 31 dicembre 2010. L'invito è presentare l'idea riguardo al proprio progetto di inserimento nel lavoro (dipendente o autonomo). Le migliori idee saranno premiate."

Io so' 'sta vita esplosa - Franco Scataglini Io so' 'sta vita esplosa - Franco Scataglini di Daniela Bos

Io so' 'sta vita esplosa - Franco Scataglini


MOTOR MANIA SHOW video by bm


nuovo video in casa BM
.MOTOR MANIA SHOW.






lo spettacolo viene presentato al pubblico da Katiuscia.
Nella prima parte si possono ammirare i primi testacoda eseguiti da Alex, Giorgio ed Ivan con dei passaggi da togliere il respiro per arrivare a "buttare" le auto su 2 ruote.
Proseguendo arriva "Carlotta" il prototipo che si impenna.
Nella seconda parte prendono il via i motociclisti Davide, Giorgio e Marco che ci fanno ammirare tutto il loro equilibrio in sella alle loro moto compiendo dei salti impressionanti.
A questo punto è la volta di Simone che ci fa vedere quante cose si possono effettuare in sella ad una bicicletta dimostrando un invidiabile equilibrio unito ad una sorprendente agilità.
Si riparte con le auto per i parcheggi di precisione, il drift millimetrico fra le vetture e il passaggio dell'auto in un muro di fuoco.

Quasi 100 minuti di pura adrenalina dove potrete ammirare la precisione dei piloti e vedere quante acrobazie si possono effettuare con auto e moto... il tutto per uno show al limite del possibile...

http://www.motormaniashow.it/
...











...