giovedì 4 febbraio 2010

Valsusa FilmFest
XIV edizione - 2010

-

Il tema centrale della XIV edizione è il concetto di comunità aperte, cioè comunità composte da persone che dialogano e superano l’individualismo al di là delle differenze di religione, provenienza geografica, idee, età, genere e abilità.

Oltre alle storiche sezioni (Le Alpi, Cortometraggi, Scuole, e DOC con le sottosezioni Memoria Storica e La storia siamo noi) sono state confermate anche due sezioni inserite nella passata edizione e cioè:

- Videoclip Musicali che ha coinvolto molti giovani e per la quale sono pervenuti ben 50 lavori;

- Occhio al cielo, organizzata in collaborazione con la Società Meteorologica Italiana e con Luca Mercalli su opere che abbiano come tema il continuo divenire del cielo, sia esso lo sviluppo di una nube, il mutare delle stagioni o gli effetti di qualche fenomeno meteorologico inconsueto.

Valsusa Filmfest - XIV Edizione - 2010
Festival di film e video sui temi del recupero della memoria storica e della difesa dell'ambiente

BANDO DI CONCORSO

scarica --> - Bando in pdf
- Scheda di partecipazione
- informativa sulla privacy
- Consenso Privacy

OBIETTIVI

Il Valsusa Filmfest è una rassegna di film e video aperta a tutti.

Si propone come spazio panoramico d’incontro e di confronto della produzione indipendente di opere realizzate anche fuori della Valle di Susa legate al recupero della memoria storica e della difesa dell’ambiente.

Il Valsusa Filmfest vuol far conoscere, con sguardi diversi, come le nuove generazioni intendono raccontare con le immagini i fatti non solo del nostro tempo ma anche della nostra storia ed essere di stimolo nel cogliere i cambiamenti e le diversità culturali di questo inizio di secolo.

Gennaio – Febbraio: rassegna Cinema in Verticale

Marzo: Eventi collaterali

Aprile: Proiezione dei film in concorso

Tema della XIV edizione
COMUNITA' APERTE

Le comunità aperte sono composte da persone unite da relazioni autentiche e capaci di includere il diverso per religione, provenienza geografica, idee, età, genere e abilità. Perché le comunità vive non sono formate da persone “buone” o che la pensano nello stesso modo, ma da persone che dialogano e stringono legami, anche partendo da posizioni differenti, con intelligenza e velocità di pensiero. Superando l’individualismo e gestendo le differenze si creano le comunità moderne: piccole e radicate sul territorio, e al tempo stesso aperte e in rete tra loro. Dalle valli alpine alle coste del Mediterraneo, dal nord al sud del mondo.


CONCORSO LE ALPI

La montagna com'è, come la viviamo, come la vogliamo. La montagna come nostra memoria, radici, ricerca. La montagna come palestra di vita. Come svago, divertimento, solitudine. La montagna come silenzio. Come futuro, identità, libertà.

Possono partecipare film e video della durata massina di 30' in queste due sottosezioni:

1) Le vallate alpine, la montagna, incontri, le tradizioni e il futuro

2) Le lingue tradizionali delle Alpi



CONCORSO CORTOMETRAGGI

Possono partecipare film e video di finzione della durata massima di 30 minuti, senza preclusioni di stili o di generi e tecniche di realizzazione. Aperto ad autori italiani e stranieri. Il tema è libero.


CONCORSO PER LE SCUOLE

La sezione è riservata a tutte le scuole di ogni ordine e grado.

Gli studenti dovranno realizzare le loro opere, della durata massima di 10'

attenendosi e sviluppando il tema delle comunità aperte in tutte le sue declinazioni. E' previsto un premio Montagna Nostra. Ogni scuola può partecipare con più opere purché ognuna venga presentata su supporto e con scheda separati.


CONCORSO DOC
si articola in due sotto-sezioni:
Concorso Memoria Storica ANPI

L'ANPI (Associazione Nazionale Partigiani d’Italia) intende promuovere questa sezione per dare visibilità a quelle opere che riservano una particolare attenzione alla memoria e alla storia. Documentari e filmati che vogliano consegnare a futura memoria la documentazione di un avvenimento della nostra storia passata e recente.

Tra i filmati pervenuti sarà segnalata una sola opera che sarà premiata e presentata in una proiezione pubblica. Durata massima 60'.
La Storia Siamo Noi

La Resistenza continua. Il concorso vuole aprire a esperienze territoriali di mobilitazione di popolo su temi che coinvolgano i cittadini per una democrazia partecipata. Il concorso è aperto a filmati che riguardano problemi di carattere ambientale e politico in Italia e all’estero.Fra le opere pervenute i curatori della sezione ne segnaleranno una che verrà presentata in una proiezione pubblica alla quale sarà invitato l’autore per un dibattito sul tema. Durata massima 60'



CONCORSO OCCHIO AL CIELO
Il continuo divenire del cielo, sia esso lo sviluppo di una nube o il mutare delle stagioni o gli effetti di qualche fenomeno meteorologico inconsueto. E’ un tema di grande interesse estetico che fin dagli albori dell'umanità ha affascinato poeti, filosofi, scienziati, nomadi e innamorati.

"Sono le nuvole celesti /dee protettrici dei vagabondi. /A loro dobbiamo l'intelligenza la dialettica e la ragione". Aristofane, Nubes, ca. 240 a.C.

Un concorso per filmati e documentari, aperto a tutti. Verranno accettati lavori relativi a qualsiasi località e periodo, purché corredati da data e luogo di riprese, di durata massima 5' in Dvd.



CONCORSO VIDEOCLIP MUSICALI
Possono partecipare videoclip musicali a tema libero della durata massima di 6', senza preclusione di stili o generi musicali. Saranno ammessi solo i videoclip il cui brano musicale non sia una cover di altri artisti. Il concorso è aperto ad autori italiani e stranieri.

Saranno suddivisi in tre sezioni:

> produzioni amatoriali (ovvero realizzazione home made o comunque con un massimale di spesa non superiore ai 1000 euro)

> produzioni con budget di spesa (massimo di 5.000,00 €).

> produzioni scolastiche.

Inderogabilmente non saranno accettate le opere di cui gli autori, nella scheda d’iscrizione, non abbiano specificato a quale sezione intendono iscrivere la propria opera.


PREMI

Concorso Le Alpi

1° Premio 1000,00 €

2° Premio 500,00 €

Premio Parco Gran Bosco di Salbertrand (250,00 € in libri)

Concorso Cortometraggio
1° Premio 1000,00 €

2° Premio 500,00 €

Concorso per le Scuole

1° Premio 250,00 €

Memoria Storica Premio Col del Lys: 250,00 €

Concorso DOC

1° ANPI Memoria Storica: 500,00 €

1° Documentari Euro: 500,00

1° La Storia Siamo noi: viaggio e ospitalità (500,00 €)

Concorso "Occhio al cielo"

1° Premio 500,00 €

I primi tre lavori saranno inoltre pubblicati sul sito www.nimbus.it

della Società Meteorologica Italiana, presieduta da Luca Mercalli.

Concorso "Videoclip musicali"

1° Premio 500,00 €

Premio per film autoprodotti 250,00 €


REGOLE DI PARTECIPAZIONE

I Formati accettati sono DVD +R/–R e VHS

- N.B: gli autori devono compilare la scheda con l’avvertenza di scrivere in modo leggibile nome cognome, indirizzo, città, telefono.

- Per partecipare alla selezione gli autori dovranno inviare i lavori in formato Dvd/ VHS, NON si accettano altri formati. Indicare in quale sezione del concorso intendono iscriversi, includendo la scheda di partecipazione con i dati personali.

Importante:non saranno accettati supporti con più filmati sullo stesso supporto

Inviare i lavori insieme con la scheda di partecipazione al Valsusa Filmfest via Roma 1/A 10055 Condove (Torino) per lettera/pacco postale o per corriere, entro e non oltre il 30 gennaio 2010.

Si chiede anche la cortesia di inviare una foto di scena in formato jpg all’indirizzo ufficiostampa@valsusafilmfest.it
La data di consegna è da considerare per tutti inderogabile, il festival NON
accetterà lavori pervenuti oltre tale data.

La durata totale del filmato deve comprendere i titoli.

-L’iscrizione è gratuita. Ogni autore potrà inviare una sola opera per sezione di concorso. In caso contrario non verranno ammesse alla preselezione. Le spese di spedizione sono a carico dell’autore. Sono esclusi dalle sezioni del concorso i film industriali, pubblicitari di propaganda e quelli prodotti dai network nazionali. I filmati selezionati non saranno restituiti e rimarranno presso l’archivio del Valsusa Filmfest.

Le opere non selezionale non verranno restituite e rimarranno presso l’archivio del festival. Gli autori autorizzano il Festival alla proiezione delle loro opere per motivi promozionali o di studio, senza fini di lucro, che si possono svolgere in momenti diversi dal Valsusafilmfest.

La selezione delle opere che verranno ammesse in concorso avviene a cura e a giudizio insindacabile della direzione artistica del Valsusa Filmfest. Al termine della preselezione, gli autori saranno informati telefonicamente o via e-mail. Le opere e i nomi degli autori selezionati verranno inoltre pubblicati sul sito. Chi desidera inviare il formato originale del filmato dovrà farlo inderogabilmente entro e non oltre il 30 marzo 2010 I filmati non italiani dovranno avere i sottotitoli. Non verranno accettati filmati originali di qualunque formato consegnati la sera della proiezione.

I premi verranno versati tramite bonifico seguendo i tempi dei contributi pubblici.


IL VALSUSA FILMFEST è ORGANIZZATO IN COLLABORAZIONE CON:

ANPI Valle di Susa

Gruppo 33

Comitato Ambientalista Habitat

Centro Studi Piero Gobetti

Società Meteorologica Italiana

Comitato Resistenza Colle del Lys

MusicaViva

Fabularasa

Spinta dal Bass

Montagna Nostra

Pro Loco Condove

Banca Etica

Riaceinfestival- Riace

Lampedusainfestival- Lampedusa

S/paesati Trieste

E CON IL SOSTEGNO DI

Regione Piemonte

Provincia di Torino

Comuni di Condove e Bardonecchia

Fondazione CRT

Compagnia di San Paolo

Contatti:
Valsusa Filmfest

via Roma 1/a 10055 Condove (Torino) - tel. e fax 011 96.44.707 tel. 011 755.006

Email: segreteria: segreteria@valsusafilmfest.it
Ufficio Stampa:
ufficiostampa@valsusafilmfest.it






...scoprire il motivo per il quale il Gran Demiurgo lo ha inviato a fare questo viaggio...

...e anche Munch aveva tradito. Anche lui. Aveva lasciato se stesso disfarsi, e l'Urlo aveva subito ficcato una manaccia nel punto più intimo di ognino di voi. Ora bisogna rattoppare, in fretta e furia, lo strappo. Perciò ora amavano Munch ancora di più! Gli si avvicinavano perchè sentisse il loro fiato sulla faccia, vicino vicino: chi ha sbagliato una volta, ricadrà, forse di nuovo in quello sbaglio. Si tenevano attorno a lui a catena, per mano. Gli avevano appeso attorno una catena di ferro e avevano proclamato in cartelloni rossi: Non avvicinarsi. Vietato toccare. ... ...Perchè ben sappiamo quanti astuti mercanti s'affretteranno a prenderlo per mano e a condurlo con loro nelle bottegucce più sospette dove si vende il linguaggio umano, e lì gli apriranno davanti agli occhi le loro sporche bisacce, e gli ofriranno, adulandolo, la loro mercanzia: e no, signore, qui tutto è gratis, proprio così tutto un linguaggio, tutto un nuovo linguaggio, tutto suo, signore, tutto un linguaggio ancora incartato, avvolto nella sua confezione di cellofan, con allegato un dizionario speciale, un dizionario Privato-Privatissimo, le cui pagine sembrano vuote, ma in realtà sono scritte con un inchiostro invisibile e se solo sfoglierà quelle pagine col suo fiele, con la sua assenza più aspra e individuale, solo allora potrà vedere tutto quello che c'è scritto, e ma no, signore! no, no, nemmeno un soldo vogliamo da lei sognore! Finalmente un'occasione così rara, che capita qui per sbaglio-pardon! Che viene quin un cliente, non saremmo certo tanto pazzi da farcelo scappare con stupode ciance di presso e di rate di pagamenti, diciamo dunque, caro signore, che consideriamo questo, da parte nostra, come un piccolo investimento, come un pegno, ah-ah, come un nostro primo metter piede in mercati che fin'ora c'erano stati preclusi, e per favore, metta gentilmente una firma qui, qui e qui. E Munch aveva firmato. E Kafka aveva firmato. E Marcel Proust aveva firmato. E a quanto pare anche Bruno aveva firmato. Non ricordano ormai più quando era stato, ma qualcosa, e a quanto pare, aveva firmato. .... ...la gente aveva cominciato ad incrudire i suoi inganni e si era visto che dietro le botteghe degli astuti mercanti si stendevano a perdita d'occhio altri mercanti bui, dove nessuno aveva mai messo piede. Strade corrotte, a cui lati si ergono rovine e muri sbrecciati, come le file dei denti di un coccodrillo... E perciò Bruno era fuggito. ... Bruno sorride a se stesso, un sorriso un po' commosso. La sua faccia piena di lividi neri s'illumina un istante. Era Lenin che aveva detto che la morte è una tragedia, ma la morte di miioni di uomini è un dato statistico? gli pare davvero l'abbia detto Lenin, ma Bruno cerca ora di salvare dal dato statistico di miolioni di vite la tragedia unica della propria vita, della sua vita, di Bruno e comprendere così per un momento quale lettera egli stesso scrive nel grande Libro della vita. Nel segreto del suo intimo s'annida una speranza più profonda, ed è se c'è in lui solo un briciolodi quella verità cristallina ed ultima, allora forse riuscirà a scoprire anche il motivo per il quale il Gran Demiurgo lo ha inviato a fare questo viaggio nell'infinità delle pagine scritte. ... "Vedi alla voce:amore" (David Grossman)
Aggiungi a SpecialiCondividiCondividi con nota

TOURMUSICFEST 2010 - APERTURA ISCRIZIONI


- VINCI UNA PRODUZIONE DISCOGRAFICA!








hola! volevo segnalarvi questo festival..................

Tour Music Fest: la Musica di domani, oggi

Presieduta da Mogol

apre la IV Edizione del Contest piu’ noto d’Italia.

ISCRIZIONI APERTE!



Con il 2010 il Tour Music Fest si fa in 4 per la musica emergente: 4 categorie in gara, Tour per i vincitori in 4 nazioni Europee, 4 concerti live nelle maggiori piazze italiane e soprattutto 4 etichette discografiche che arricchiranno la rosa dei premi, mettendo in palio ben 4 contratti discografici.

Il piu’ grande contest italiano della musica emergente insomma non si ferma e anzi cresce con partner di rilievo, con Radio Lattemiele, Match Music – la TV diretta da Morgan-, Rusty Record, Gem Record, Alfa Music e CNI, e con l’introduzione di un nuovo premio interamente dedicato a chi suona: il Premio Miglior Musicista.

4 le categorie dunque - Original band, Interpreti e Cover band, Cantautori, Musicisti (Batteria, Chitarra, Basso e Pianoforte/Tastiera) - per un festival che vuole rivolgersi veramente a tutti, coinvolgendo direttamente le case discografiche, le radio e la televisione, pedine importanti per la produzione e promozione di un artista.

Se il Tour Music Fest e’ sempre stato aperto a tutte le proposte infatti, dal pop al cantautorato, dal metal allo ska, dal rock al crossover, passando per l’elettronica e il reggae, quest’anno il gioco si fa piu’ grande, andando a coinvolgere le etichette discografiche specializzate sui diversi generi, per dare una possibilita’ a tutti, senza pregiudizi e limiti di gusto…



A proposito di gusti e novita’, ecco inserirsi nella giuria 2010 anche Loretta Martinez, con un premio assegnato direttamente da lei -una borsa di studio presso la VMS Italia - che si va ad aggiungere ai gia’ interessanti premi (borsa di studio al CET di MOGOL, Produzione Video Clip qualità MTV, tour italiano ed europeo di concerti) assegnati da Mogol, presidente di giuria, e dagli altri componenti della ormai stranota commissione artistica: Luca Pitteri, Rusty Record, Radio Lattemiele, Giampaolo Rosselli, Franco Fasano, Sandro Comini, Robert Steiner e tanti altri.

Per non parlare del Premio Discografia, in collaborazione con la Rusty Record, Gem Records, CNI music e Alfa Music, che assegneranno ben 4 contratti discografici, e il Premio Videoclip, che ha visto nelle edizioni precedenti protagonista tra gli altri Jacopo Ratini vincitore Tour Music Fest 2008 con “Studiare, lavoro, pensione e poi muoio” prodotto dal Tour Music Fest, quest’anno al Festival di Sanremo.



E mentre i vincitori delle scorse edizioni riscuotono i primi successi, la quarta edizione del festival della musica emergente piu’ noto d’Italia si apre ufficialmente per trovare e dare spazio alle nuove leve 2010…le iscrizioni sono aperte!

WWW.TOURMUSICFEST.IT
...











...