domenica 5 settembre 2010

Me ne frigo 2010: fotografa il tuo frigo e vinci

Me ne frigo: fotografa il tuo frigo e vinci

Se hai un frigorifero, se hai dei coinquilini e possiede sia una macchina fotografica che un profilo su Facebook, uno dei più famosi social network del web, allora preparati perché partecipare al concorso che vi stiamo presentando è davvero molto semplice.

Il concorso è l’occasione che mette alla prova i fotografi emergenti e i loro frigoriferi che si dovranno mettere in mostra per apparire al meglio e provare a vincere la gara fotografica che scadrà il 25 ottobre 2010.

Collegatevi in rete e cercate il link www.facebook.com/menefrigo, in palio ci sono:
1 premio – un frigo CANDY
2 premio – un buono spesa COOP da 300 euro
6 buoni spesa LA TORINESE da 50 euro

Prendete la macchina fotografica e scattate due foto: una con i coinquilini e il vostro frigo e l’altra con il frigo da solo, unitele e poi caricatele su Facebook con il programma www.xfea.it/menefrigo.

Buona fortuna!

  • Share/Bookmark
Annunci Google
Find Torino Activities
Looking For Something To Do In Torino? Sign-Up & Get 50-90% Off
www.LivingSocial.com
Concerto Torino
Scopri Tutti gli Eventi a Torino Concerti, Mostre e Locali alla Moda
Torino.virgilio.it
Letti Ikea
Per dormire sonni tranquilli Scopri la qualità al miglior prezzo
www.Ikea.com/it

Torino,dal 9 settembre Cinema in strada per quartieri

Cinema in strada per i quartieri di Torino, dal 9 settembre

4 piazze ad alta densità migratoria trasformate in cinema all’aperto, 3 film ambientati in Marocco, Algeria e Perù proiettati in lingua originale con sottotitoli in italiano di cui 2 mai distribuiti in Italia, incontro con il regista Davide Sordella, aperitivi prima delle proiezioni, evento speciale il 26 settembre con la regista Laura Halilovic e la sua famiglia


Piazza Cerignola (2007)

05 / 09 / 2010 - Nonostante l’incertezza sull’entità delle sovvenzioni pubbliche torna per il settimo anno consecutivo CinemaInStrada che quest’anno si realizzerà in versione ridotta e grazie al supporto volontario di collaboratori e sostenitori che hanno partecipato all’organizzazione del festival dal 2004 ad oggi.
Un'edizione sui generis che è costretta a fare meno della scelta partecipata dei film e di molti eventi collaterali (spettacoli teatrali, performance di danza, ecc... ) e a ridurre il numero delle proiezioni e delle piazze coinvolte.

Le ragazze dell’Associazione i313, ideatrici e curatrici del festival, hanno comunque deciso di organizzare cinque serate scegliendo film legati ai diversi significati della parola “crisi” per dare continuità al progetto che fino ad ora era stato in continua e grande crescita e per ribadire come questa manifestazione sia stata e possa ancora essere una importante occasione di scambio e conoscenza tra gli abitanti dei quartieri coinvolti, in modo particolare tra la popolazione autoctona e quella migrante. Prima dei film verranno proiettati divertenti videoclip realizzati dall’Associazione i313 che documentano la scelta partecipata dei film nelle passate edizioni.


Largo Saluzzo (2007)

Il progetto CINEMAinSTRADA è un'iniziativa dell'Associazione culturale i313, coniuga la dimensione artistica e culturale con quella sociale e fino alla passata edizione consisteva soprattutto nella proiezione gratuita e all’aperto in piazze ad alta densità migratoria di film popolari, italiani e stranieri, in lingua originale e sottotitoli in italiano con il coinvolgimento degli abitanti sia nella scelta delle pellicole che nella realizzazione del progetto.

La scelta partecipata dei film: la persistente incertezza sull’entità delle sovvenzioni pubbliche non ha reso possibile l’avvio del lavoro di inchiesta che per le precedenti edizioni iniziava a marzo e al quale partecipavano associazioni, amministrazioni locali, singoli soggetti e gruppi informali. Le interviste erano volte ad approfondire le conoscenze dei gusti cinematografici e dell’immaginario delle varie comunità presenti sul territorio, le pellicole proiettate erano quindi rappresentative delle comunità più numerose residenti nei quartieri e si trattava soprattutto di commedie molto popolari nei paesi d'origine. Questo percorso è sempre stato documentato in brevi videoclip che venivano proiettati in apertura delle serate e che rappresentavano un’occasione di condivisione e divertimento per gli spettatori, molti dei quali erano gli stessi protagonisti dei video.

La programmazione della VII edizione
L’inaugurazione avverrà il 9 settembre in Largo Saluzzo nel cuore di San Salvario per poi proseguire in Piazza Cerignola e Piazza Bottesini, luoghi in cui nacque il progetto, e terminerà il 26 settembre con un evento speciale in Piazza Crispi.
Sono stati scelti film all’insegna della commedia sui diversi significati della parola crisi: film nei quali tra melodramma e ironia si intrecciano inquietudini sentimentali, esistenziali e difficoltà economiche. L’apertura è affidata all’incontro con il regista Davide Sordella che presenterà il suo film italo-marocchino “Corazones de mujer”, realizzato insieme all’amico Pablo Benedetti (“K. Kosoof” è il loro nome d'arte collettivo), che narra la storia vera di un sarto travestito di origine marocchina e di una promessa sposa araba che vive a Torino e deve recuperare la verginità perduta. Due film mai distribuiti nelle sale italiane: “Mascarades” (12 settembre), irriverente pellicola sull'amore e sulla libertà di scegliere in un piccolo centro di un altipiano algerino (miglior film arabo al Festival Internazionale del Cairo 2009) e “El destino no tiene favoritos” (11 settembre), originale commedia peruviana in cui si confondono i confini tra telenovela e vita reale. Per l’Italia sono stati scelti “Non pensarci” (10 settembre), una commedia con un travolgente Valerio Mastandrea che racconta come si può reagire alle crisi non solo economiche nell’Italia dei nostri tempi, ed il documentario “Io, la mia famiglia Rom e Woody Allen” che sarà presentato dalla regista Laura Halilovic e dalla sua famiglia nell’evento speciale previsto per il 26 settembre in Piazza Crispi e organizzato insieme ai Bagni Pubblici di Via Aglié – progetto “Intrecci di Cultura” e dalla città di Torino.
Nella serata inaugurale viene lanciato a partire dalle ore 19 l’aperitivo autogestito dal pubblico per il pubblico con cibi e bevande portate da amici, sostenitori del Festival e da tutti coloro che vorranno partecipare a questa iniziativa. Nelle altre serate gli aperitivi saranno organizzati in collaborazione con l’Associazione “Bagni Pubblici di via Agliè – Progetto Intrecci di cultura” e con le comunità di immigrati residenti nel quartiere.

Perchè la versione lingua originale con sottotitoli in italiano?
Per valorizzare e tutelare le lingue in quanto portatrici di ricchezza culturale, per offrire a molte persone la possibilità di seguire un film nella propria lingua madre, per permettere ad un pubblico multiculturale di seguire insieme film di diversa provenienza e per raggiungere anche un pubblico di ipoudenti. Tutto ciò fa si che si coniughi la qualità dell’offerta artistica e culturale con la sua fruibilità il più possibile allargata.

Perché in strada?
Per vivere un'esperienza di incontro e fruizione artistica in uno spazio familiare e di facile accesso, per riappropriarsi degli spazi pubblici considerati sempre meno vivibili e sicuri nelle ore serali e notturne utilizzandoli come spazi di socializzazione e ricreazione al di là dell’evento cinematografico in sé. Per vivere l'emozione del cinema sotto le stelle.

Breve storia di CINEMAinSTRADA
Il progetto è nato come un esperimento di cinema di comunità, un tentativo di costruire un percorso cinematografico che coniugasse la dimensione artistica e culturale con quella sociale, relazionale e comunitaria e si è via via trasformato in un vero e proprio festival itinerante che si è inserito nella vita culturale di diversi quartieri torinesi. La prima edizione di CINEMAINSTRADA si è svolta nell’estate del 2004 in Piazza Foroni, un grazioso incrocio di vie che durante il giorno ospita un affollato mercato rionale. Questo slargo, detto anche significativamente Piazza Cerignola, si trova a Barriera di Milano, una zona semiperiferica in cui convivono quotidianamente migranti e torinesi più o meno doc, prime generazioni di romeni e terze generazioni di pugliesi. Successivamente, da piccolo appuntamento di quartiere il festival è diventato sempre più itinerante, fino a coinvolgere 5 zone di Torino, e altrettante piazze di mercato che di sera si sono trasformate in cinema all’aperto. Le ambientazioni sono accomunate dalla loro natura di zone abitative ad alta densità migratoria: Piazza Foroni (Barriera di Milano), Piazza della Vittoria (Borgo Vittoria), Largo Saluzzo (San Salvario), Piazza della Repubblica (Porta Palazzo), Via di Nanni (Borgo San Paolo). La manifestazione ha riscosso da subito un ottimo successo, incrementando negli anni il proprio pubblico fino a raggiungere la quota complessiva di 3500 spettatori nell'ultima edizione.

La VII edizione di CINEMAinSTRADA è organizzata dall’associazione culturale “i313” con il patrocinio della Città di Torino e della Circoscrizione 6 e con l’importante aiuto volontario di collaboratori che hanno partecipato e accompagnato la manifestazione dal 2004 ad oggi.
Si ringrazia: Associazione “Bagni Pubblici di Via Aglié – progetto Intrecci di Cultura”, il Circolo di Cultura Gay, Lesbica, Bisessuale e Transgender (GLBT) MAURICE, Associazione commercianti di piazza Foroni, scuola Gabelli, CineTeatro Baretti, Gruppo Scout Torino 25, la comunità peruviana di Barriera di Milano, Associazione Me.Dia.Re, Sezione Pensionati CISL di Piazza Bottesini.

CINEMAinSTRADA 2010 - VII edizione
Cinema în stradâ
Kinema në ruggë
Cine en la calle
Street cinema
Cinéma dans la rue

Festival itinerante di cinema di comunità dal 9 al 12 settembre 2010 - evento speciale il 26 settembre
4 piazze ad alta densità migratoria trasformate in cinema all’aperto, 3 film ambientati in Marocco, Algeria e Perù proiettati in lingua originale con sottotitoli in italiano di cui 2 mai distribuiti in Italia, incontro con il regista Davide Sordella, aperitivi prima delle proiezioni, evento speciale il 26 settembre con la regista Laura Halilovic e la sua famiglia
I Sottotitoli son a cura di Titramedia e le proiezioni sono a cura dell'Associazione i313 e della Piccola Cooperativa Solaria (In foto il film Mascarades).

Dove?
Largo Saluzzo, Piazza Foroni, Piazza Bottesini e Piazza Crispi (Torino)
(sono previsti luoghi alternativi al chiuso in caso di pioggia)

Costo?
Ingressi gratuiti

Info
sito www.associazione313.org
Organizzazione: Associazione Culturale “I 313”
tel 3465872032
email info@associazione313.org


-------------------------------------------------------------------------------------

da torino blog

9-12/09 Cinemainstrada 2010 - VII edizione




Il progetto CINEMAinSTRADA è un’iniziativa dell’Associazione culturale i313, coniuga la dimensione artistica e culturale con quella sociale e fino alla passata edizione consisteva soprattutto nella proiezione gratuita e all’aperto in piazze ad alta densità migratoria di film popolari, italiani e stranieri, in lingua originale e sottotitoli in italiano con il coinvolgimento degli abitanti sia nella scelta delle pellicole che nella realizzazione del progetto.

La scelta partecipata dei film: la persistente incertezza sull’entità delle sovvenzioni pubbliche non ha reso possibile l’avvio del lavoro di inchiesta che per le precedenti edizioni iniziava a marzo e al quale partecipavano associazioni, amministrazioni locali, singoli soggetti e gruppi informali. Le interviste erano volte ad approfondire le conoscenze dei gusti cinematografici e dell’immaginario delle varie comunità presenti sul territorio, le pellicole proiettate erano quindi rappresentative delle comunità più numerose residenti nei quartieri e si trattava soprattutto di commedie molto popolari nei paesi d’origine. Questo percorso è sempre stato documentato in brevi videoclip che venivano proiettati in apertura delle serate e che rappresentavano un’occasione di condivisione e divertimento per gli spettatori, molti dei quali erano gli stessi protagonisti dei video.

La programmazione della VII edizione

L’inaugurazione avverrà il 9 settembre in Largo Saluzzo nel cuore di San Salvario per poi proseguire in Piazza Cerignola e Piazza Bottesini, luoghi in cui nacque il progetto, e terminerà il 26 settembre con un evento speciale in Piazza Crispi.

Sono stati scelti film all’insegna della commedia sui diversi significati della parola crisi: film nei quali tra melodramma e ironia si intrecciano inquietudini sentimentali, esistenziali e difficoltà economiche. L’apertura è affidata all’incontro con il regista Davide Sordella che presenterà il suo film italo-marocchino “Corazones de mujer”, realizzato insieme all’amico Pablo Benedetti (“K. Kosoof” è il loro nome d’arte collettivo), che narra la storia vera di un sarto travestito di origine marocchina e di una promessa sposa araba che vive a Torino e deve recuperare la verginità perduta. Due film mai distribuiti nelle sale italiane: “Mascarades” (12 settembre), irriverente pellicola sull’amore e sulla libertà di scegliere in un piccolo centro di un altipiano algerino (miglior film arabo al Festival Internazionale del Cairo 2009) e “El destino no tiene favoritos” (11 settembre), originale commedia peruviana in cui si confondono i confini tra telenovela e vita reale. Per l’Italia sono stati scelti “Non pensarci” (10 settembre), una commedia con un travolgente Valerio Mastandrea che racconta come si può reagire alle crisi non solo economiche nell’Italia dei nostri tempi, ed il documentario “Io, la mia famiglia Rom e Woody Allen” che sarà presentato dalla regista Laura Halilovic e dalla sua famiglia nell’evento speciale previsto per il 26 settembre in Piazza Crispi e organizzato insieme ai Bagni Pubblici di Via Aglié – progetto “Intrecci di Cultura” e dalla città di Torino.

Nella serata inaugurale viene lanciato a partire dalle ore 19 l’aperitivo autogestito dal pubblico per il pubblico con cibi e bevande portate da amici, sostenitori del Festival e da tutti coloro che vorranno partecipare a questa iniziativa. Nelle altre serate gli aperitivi saranno organizzati in collaborazione con l’Associazione “Bagni Pubblici di via Agliè – Progetto Intrecci di cultura” e con le comunità di immigrati residenti nel quartiere.

Perchè la versione lingua originale con sottotitoli in italiano?

Per valorizzare e tutelare le lingue in quanto portatrici di ricchezza culturale, per offrire a molte persone la possibilità di seguire un film nella propria lingua madre, per permettere ad un pubblico multiculturale di seguire insieme film di diversa provenienza e per raggiungere anche un pubblico di ipoudenti. Tutto ciò fa si che si coniughi la qualità dell’offerta artistica e culturale con la sua fruibilità il più possibile allargata.

Perché in strada?

Per vivere un’esperienza di incontro e fruizione artistica in uno spazio familiare e di facile accesso, per riappropriarsi degli spazi pubblici considerati sempre meno vivibili e sicuri nelle ore serali e notturne utilizzandoli come spazi di socializzazione e ricreazione al di là dell’evento cinematografico in sé. Per vivere l’emozione del cinema sotto le stelle.

Breve storia di CINEMAinSTRADA

Il progetto è nato come un esperimento di cinema di comunità, un tentativo di costruire un percorso cinematografico che coniugasse la dimensione artistica e culturale con quella sociale, relazionale e comunitaria e si è via via trasformato in un vero e proprio festival itinerante che si è inserito nella vita culturale di diversi quartieri torinesi. La prima edizione di CINEMAINSTRADA si è svolta nell’estate del 2004 in Piazza Foroni, un grazioso incrocio di vie che durante il giorno ospita un affollato mercato rionale. Questo slargo, detto anche significativamente Piazza Cerignola, si trova a Barriera di Milano, una zona semiperiferica in cui convivono quotidianamente migranti e torinesi più o meno doc, prime generazioni di romeni e terze generazioni di pugliesi. Successivamente, da piccolo appuntamento di quartiere il festival è diventato sempre più itinerante, fino a coinvolgere 5 zone di Torino, e altrettante piazze di mercato che di sera si sono trasformate in cinema all’aperto. Le ambientazioni sono accomunate dalla loro natura di zone abitative ad alta densità migratoria: Piazza Foroni (Barriera di Milano), Piazza della Vittoria (Borgo Vittoria), Largo Saluzzo (San Salvario), Piazza della Repubblica (Porta Palazzo), Via di Nanni (Borgo San Paolo). La manifestazione ha riscosso da subito un ottimo successo, incrementando negli anni il proprio pubblico fino a raggiungere la quota complessiva di 3500 spettatori nell’ultima edizione.

————————————————————–

La VII edizione di CINEMAinSTRADA è organizzata dall’associazione culturale “i313” con il patrocinio della Città di Torino e della Circoscrizione 6 e con l’importante aiuto volontario di collaboratori che hanno partecipato e accompagnato la manifestazione dal 2004 ad oggi.

Si ringrazia: Associazione “Bagni Pubblici di Via Aglié – progetto Intrecci di Cultura”, il Circolo di Cultura Gay, Lesbica, Bisessuale e Transgender (GLBT) MAURICE, Associazione commercianti di piazza Foroni, scuola Gabelli, CineTeatro Baretti, Gruppo Scout Torino 25, la comunità peruviana di Barriera di Milano, Associazione Me.Dia.Re, Sezione Pensionati CISL di Piazza Bottesini.

I Sottotitoli sono a cura di Titramedia e le proiezioni sono a cura dell’Associazione i313 e della Piccola Cooperativa Solaria.

Organizzazione: Associazione Culturale “I 313” - tel. 3465872032 – info@associazione313.org

Torino ,video in 3D, simbolo dell'Unità d'Italia

Un bel video in 3D su Torino, simbolo dell'Unità d'Italia

02 / 09 / 2010 - Raccontare il passato con il linguaggio del futuro, per scoprire e far emergere i tesori che rendono UNICA la città che ha fatto da culla all'appassionante avventura che è diventata questa nostra Meravigliosa Italia. In occasione dei suoi 150 anni partiamo da Torino utilizzando la grafica3D per far emergere l'identità storica che l'ha vista protagonista di questa nascita.

Di seguito il video ideato, creato e coordinato dallo studio grafico VisualinK:

Info

...











...