mercoledì 22 settembre 2010

Sottodiciotto Filmfestival 2010

Sottodiciotto Filmfestival 2010, programma per le scuole (19 novembre-17 dicembre)

21 / 09 / 2010 - Sottodiciotto Filmfestival - Torino Schermi Giovani introduce la sua XI edizione con il programma speciale dedicato alle scuole, quest’anno più ricco che mai. In occasione di Torino Capitale Europea dei Giovani, di cui Sottodiciotto è una delle manifestazioni d’eccellenza, il palinsesto, infatti, è stato notevolmente implementato e si dipanerà per un intero mese di programmazione -dal 19 novembre al 17 dicembre 2010, con prenotazioni aperte già dal 15 settembre- in ben 9 sale cittadine. Il Festival dedicato al cinema fatto da e per i più giovani, organizzato da Aiace Torino e da Città di Torino (Divisione Servizi Educativi e ITER), diretto da Sara Cortellazzo e Aldo Garbarini, affronta quindi l’inizio di un altro decennio potenziando la sua formula, unica in Italia, che negli anni ha riscosso crescenti successi, culminati nella partecipazione di oltre 22mila studenti e insegnanti alla scorsa edizione.

L’edizione 2010 è dedicata al tema dell’identità declinato nelle sue molteplici sfaccettature (come ricerca, definizione ed espressione di sé sotto il profilo personale, sociale, etnico, generazionale, culturale, di genere ecc.) e rapportato allo specifico dell’universo giovanile. L’articolato cartellone di proiezioni, incontri, dibattiti assume quindi quest’anno un aspetto duplice, affiancando alla panoramica sulle realtà di altri paesi, raccontate attraverso numerosi film e ospiti internazionali, una dimensione parallela rivolta al mondo interiore, all’esplorazione e alla scoperta di sé e degli altri.
All’interno del programma, occupa quindi una posizione ancor più centrale lo spazio riservato all’espressione autonoma e alla libera creatività del Concorso nazionale. Significativo osservatorio sul mondo giovanile, la sezione competitiva ospita in gara 197 prodotti audiovisivi realizzati dagli studenti, alternandosi in cartellone a una fitta serie di iniziative ed eventi pensati per le scuole di ogni ordine e grado.

Diversificate per età, le proiezioni speciali esplorano il cinema d’autore internazionale, proponendo Il favoloso mondo di Amélie di Jean-Pierre Jeunet e i cortometraggi di Jurij Norštejn nell’ambito della retrospettiva e della personale dedicate rispettivamente da Sottodiciotto all’originale regista francese e al grande maestro dell’animazione russa. In occasione del 150° Unità d’Italia e in omaggio al cinema d’animazione nazionale verrà inoltre proiettato L’eroe dei due mondi, presentato dallo stesso Guido Manuli.

Con la sezione Film in azione - A difesa dei diritti umani e civili, organizzata con Amnesty International, Unicef, Salone Internazionale del Libro e da quest’anno anche con Emergency, Sottodiciotto “mette in campo” la propria vocazione a riflettere su temi e urgenze di ordine sociale, civile e politico abbinando testimonianze dirette e film particolarmente significativi per la loro attualità o la concomitanza con specifiche ricorrenze. La storia ufficiale, I gatti persiani, Domani torno a casa, L'anno in cui i miei genitori andarono in vacanza (per la Giornata universale del bambino), Viaggio a Kandahar (per la Giornata mondiale per l’eliminazione della violenza contro le donne), Buon compleanno, Mr. Grape (per la Giornata Internazionale dei disabili), Cose di questo mondo (per la Giornata Internazionale dei migranti) saranno quindi accompagnati e commentati dagli interventi di numerosi ospiti: Tiziana Nicolai, Angela Lano, Marco Pautasso, Fabio Geda, Enaiatollah Akbari, Silvietta Giletti Benso, Farian Sabahi, Euro Carello e i volontari di Emergency che lavorano negli ospedali dell'Afghanistan e del Sudan.
Ritorna anche l’appuntamento a cura del Servizio Lgbt della Città di Torino, in collaborazione con il Coordinamento Torino Pride, dedicato al tema delle discriminazioni basate sull’identità di genere e sull’orientamento sessuale, che sarà quest’anno analizzato attraverso la proiezione del film Beautiful Thing.
Per le proiezioni in lingua originale, il Festival, in collaborazione con il Goethe Institut, presenta un film inedito in Italia, Wahrheit oder Pflicht (Obbligo o verità).
All’universo della narrazione nelle sue molteplici forme è dedicata la sezione costruita in collaborazione con il Salone Internazionale del Libro, Grandi storie su grande schermo: dai classici della letteratura e del cinema, ai racconti fantastici che guidano alla scoperta di sé e del mondo, una serie di film per studenti delle scuole di ogni ordine e grado – La solitudine dei numeri primi, La principessa e il ranocchio, Principi e principesse, Il piccolo Nicolas e i suoi genitori, A Christmas Carol 3D, Alice in Wonderland 3D, Un ponte per Terabithia, Les Choristes - I ragazzi del coro – commentati da diverse personalità del mondo culturale: Antonella Abbatiello, Stefania Bertola, Gessica Franco Carlevero, Bruno Gambarotta, Paolo Giordano, Andrea Gregorio, Eros Miari, Younis Tawfik. L’appuntamento con la spettacolarità d’antan è, infine, con il film antesignano degli effetti speciali, Il ladro di Bagdad, che viene riproposto nella versione in lingua originale restaurata in digitale HD, accompagnata dalla recitazione in oversound a cura degli studenti della Scuola della Fondazione del Teatro Stabile di Torino diretti da Wallter Malosti.

Come tradizione, Sottodiciotto proporrà anche momenti di riflessione e formazione rivolti a insegnanti ed educatori, legati in specifico al tema dell’XI edizione, tra cui la tavola rotonda, organizzata da Divisione Servizi Educativi e ITER – Città di Torino, Come far stare 29 bambini in uno schermo?, che si interroga sulla possibilità di fare e insegnare cinema oggi nelle scuole e sui cambiamenti indotti nella creatività dei ragazzi dalla tecnologia digitale, e l’incontro-dibattito Alla ricerca di sé. La scuola come opportunità espressiva della fantasia giovanile, promosso dalla Provincia di Torino – Ce.Se.Di. Nel corso dell’appuntamento verranno presentati otto cortometraggi realizzati appositamente per Sottodiciotto dagli studenti di alcuni Istituti Superiori di Torino, invitati a esplicitare attraverso le immagini il ruolo e il contributo della scuola nella costruzione e nella manifestazione dell’identità personale.

Per gli studenti delle Scuole di ogni ordine e grado verranno inoltre predisposti numerosi laboratori didattici organizzati dalla Città di Torino - ITER e dall’Aiace presso i Centri di Cultura ITER e il Ce.Se.Di. Gli stessi Centri di Cultura ITER organizzeranno una serie di itinerari guidati a Torino e coroneranno a Sottodiciotto il proprio annuale impegno nel campo della didattica audiovisiva con una festa in cui verranno presentati e premiati 26 lavori realizzati con gli allievi. Il Museo Nazionale del Cinema metterà a disposizione 20 visite riservate a classi partecipanti al Festival.

Anche quest’anno sarà riservato uno spazio speciale alla musica con il concerto Pagella non solo rock, a Hiroshima Mon Amour, di cui saranno protagonisti i finalisti dell’omonima manifestazione organizzata dal Settore Politiche Giovanili della Città di Torino, le giovani band The Utter, The Dancing Taxmen e The Hollyhocks, che saranno seguite dall’esibizione del trio Fakemen.

INFO E MODALITÀ DI PARTECIPAZIONE
Le proiezioni e gli appuntamenti del Festival sono a ingresso gratuito. Per tutte le proposte indirizzate alle scuole è necessaria la prenotazione presso la sede del Festival: Aiace Torino (ore 9.00-17.00); email info@sottodiciottofilmfestival.it

Il programma per le scuole è consultabile sul sito www.sottodiciottofilmfestival.it

Assaggi Doc: l'Unita' d'Italia in cascina tra cinema e cibo, Poirino (2 ottobre)

Assaggi Doc: l'Unita' d'Italia in cascina tra cinema e cibo, Poirino (2 ottobre): "Munlab Ecomuseo dell'Argilla e l'Associazione Piemonte Movie, con la partecipazione dell'Associazione Natura Cascina Bellezza, il contributo della Regione Piemonte e il sostegno della Provincia di Torino - Strade di Colori e Sapori, presentano ASSAGGI doc...



"

San Salvario, nasce la Casa del Quartiere (24-26 settembre 2010)

San Salvario, nasce la Casa del Quartiere (24-26 settembre)

20 / 09 / 2010 - San Salvario. E’ finalmente nata la Casa del Quartiere ed è finalmente pronta ad inaugurare ufficialmente la sua prima stagione ricca di appuntamenti, di momenti di incontro e confronto, di parentesi ludiche e di tempo dedicato alla progettazione e allo svolgimento di attività culturali e sociali. La Casa del quartiere di San Salvario nasce per rispondere a una delle principali necessità espresse dalle associazioni e dalla cittadinanza attiva del quartiere di San Salvario, privo di adeguati spazi per attività socio-culturali e di animazione.

Il progetto è promosso e realizzato dalla Agenzia per lo sviluppo locale di San Salvario in partnership con Città, Circoscrizione 8 e con un grande e variegato numero di enti no profit.

La Casa del Quartiere sarà un laboratorio per la progettazione e la realizzazione di attività sociali e culturali, che opererà attraverso le relazioni tra i soggetti del quartiere (associazioni, cittadini italiani e stranieri, commercianti e artigiani) e operatori artistici e culturali locali e sovra locali; un laboratorio aperto e multiculturale, luogo di incrocio e incontro di attività e persone; un luogo di servizi di utilità pubblica per tutti gli abitanti (giovani, anziani, famiglie, bambini, etc.); un luogo che nel tempo cambia, evolve, per rispondere alle esigenze degli abitanti e al prodursi di nuove forme di collaborazione e progettazione.

Il progetto è stato avviato grazie a un finanziamento della Fondazione Vodafone e grazie alla compartecipazione della Città di Torino ai costi di ristrutturazione dell’immobile di Via Morgari 14. Il progetto edilizio e la concessione in comodato d’uso all’Agenzia sono stati approvati con Deliberazione della Giunta Comunale n. 2006 08009/054.
Il progetto ha ricevuto il sostegno della Compagnia di San Paolo per la fase di attività pre -apertura e per lo start up e prevede un contributo della Circoscrizione 8 e dell'Assessorato alla Rigenerazione Urbana.

I progetti sostenuti dalla Fondazione Vodafone Italia, in stretta collaborazione con le associazioni territoriali che li propongono, si pongono l’importante obiettivo di sostenere lo sviluppo del territorio affrontandone i problemi sociali, economici e ambientali. La Fondazione ha sostenuto il progetto “ConverGente. Casa delle Culture” in quanto risponde efficacemente al bisogno di riqualificazione di un contesto urbano difficile e molto articolato come quello del quartiere torinese di San Salvario favorendone la piena integrazione all’interno del tessuto cittadino.

La Fondazione Vodafone si sente parte attiva nel welfare society -ha dichiarato Ida Linzalone, Segretario Generale della Fondazione- Crediamo sia necessario costruire una rete del sociale per connettere le diverse organizzazioni non profit, gli enti pubblici e ogni altro operatore o finanziatore del sociale. Il contributo della Fondazione Vodafone affianca al sostegno economico la propria capacità di fare impresa applicandola al mondo del volontariato e del terzo settore sostenendo progetti concreti che riguardano ben individuate urgenze del tessuto sociale e che vengono costantemente monitorati nel loro sviluppo e soprattutto nei risultati raggiunti in termini di reali benefici per le persone cui si rivolgono.

Dal 2002 la Fondazione ha finanziato 298 progetti per un totale di oltre 48 milioni di euro. Sono state coinvolte circa 50 associazioni locali (ma non solo) che hanno proposto attività, progetti e servizi, gestite dai soggetti stessi e coordinate dall’Agenzia.
Oltre a tutte le attività che le associazioni potranno promuovere presso la Casa, c’è un aspetto che più di tutti rende “casa” l’edificio di via Morgari ed è la possibilità per tutti coloro che lo desiderano di affittare una sala o una porzione dell’edificio per feste di compleanno, ricorrenze, esposizioni, riunioni, cene collettive... Tutta la campagna di comunicazione è stata improntata proprio su questo: la Casa del quartiere è uno spazio messo a disposizione dei cittadini; è un luogo all’interno del quale chi non ha spazio a casa propria può, a prezzi modici, trovarlo; accogliente, ampio, strutturato, polifunzionale, tecnologico, ludico... Ognuno potrà trovare la propria dimensione e sentirsi come a casa propria.
La Casa del quartiere è il posto giusto per chi ha poco posto!

24 - 25 - 26 Settembre 2010
Inaugura la prima stagione della Casa del Quartiere
Torino, Via Morgari 14 - “ex Bagni Municipali”

La Casa del quartiere da settembre ospiterà:

I SERVIZI
sportelli: servizi di sportello di informazione e orientamento su vari temi:
consulenza legale immigrati, sportello di ascolto per giovani adulti, spazio ascolto per disagio psichico, centro di informazione e documentazione sull’asilo politico, consulenza fiscale e orientamento per anziani, info sicurezza, counselling per genitori di adolescenti.

internet point, co-working, ufficio a rotazione: un servizio per singoli e associazioni con internet point sempre aperto, possibilità di accesso wi-fi per chi vuole lavorare con il proprio PC, postazioni di lavoro attrezzate per ufficio a rotazione, sala riunioni.

ciclofficinabc, un posto dove imparare cose nuove, aggiustarsi la bicicletta, condividere le esperienze. tutte le domeniche pomeriggio la ciclofficina è aperta con strumenti di lavoro e attrezzature a disposizione e volontari che insegnano a riparare e fare manutenzione delle biciclette. La ciclofficina organizzerà anche cicloaperitivi e momenti di divulgazione e sensibilizzazione sul tema della mobilità ciclabile.

EDUCAZIONE E FORMAZIONE. Corsi di lingua (italiano/inglese di base, arabo), gruppi di sostegno per Care givers e corsi di psicodramma adleriano per bambini.

I BAGNI MUNICIPALI (il locale della casa del quartiere). Uno spazio di incontro, aggregazione e convivialità accessibile a tutti, con prezzi “per tutte le tasche”, aperto dalla mattina al dopocena e gestito dalla Cooperativa La Tavola di Babele. Ogni mese viene scelto un tema sul quale sono organizzate attività, eventi, incontri, discussioni.
I Bagni Municipali hanno inaugurato il 9 luglio e sono aperti tutte le sere da lunedì a sabato dalle ore 19.

ATTIVITA’ ESPRESSIVE E AGGREGATIVE
Una serie di proposte rivolte a tutti i target di pubblico:
scuola internazionale di musica per bambini e adolescenti con lezioni individuali, corsi collettivi e piccola orchestra, corsi di giocoleria, rivolti a bambini e ragazzi italiani e stranieri;
scambi e corsi nell’ambito del progetto Banca del tempo di San Salvario;
laboratori teatrali e di educazione all’intercultura;
educazione musicale, coro, corsi di percussioni;
danza, espressione corporea, ginnastica dolce, tai-chi, yoga, per bambini, giovani, adulti, anziani.

ATTIVITA’ CULTURALI
Gli spazi interni e esterni della Casa ospiteranno proiezioni, concerti, conferenze, mostre...

I prossimi appuntamenti in calendario saranno:
rassegna san Salvario Sound Station: 11 concerti di band miste insegnanti/allievi per l’inaugurazione e per i primi 3 mesi di apertura: Jazz Lab, Jazz Big band, Lab Pop, Lab percussioni, Drumcircle, Pappazzum, Strong signals from earth;
piccoli spettacoli musicali e teatrali per l’inaugurazione della stagione della Casa realizzati dai soggetti artistici (scuole di danza, teatro, musica) che partecipano al piano di attività.

CHI E’ L’AGENZIA PER LO SVILUPPO LOCALE DI SAN SALVARIO.
L'Agenzia per lo sviluppo locale di San Salvario Onlus è una organizzazione non-profit che ha come obiettivo il miglioramento della qualità della vita nei suoi aspetti sociali, economici, ambientali, culturali del quartiere San Salvario a Torino.
L'Agenzia è costituita da circa 20 associazioni ed enti di varia natura (associazioni di promozione sociale, associazioni culturali, enti religiosi, comitati di cittadini, etc.) che operano nel quartiere San Salvario. L’Agenzia si fonda sull'eterogeneità dei partecipanti dei quali valorizza le esperienze e i saperi, con l'obiettivo condiviso di una riqualificazione del quartiere basata sulla sostenibilità sociale ed economica.

E' perciò un luogo di progettazione e di elaborazione di idee che promuove e organizza azioni per la valorizzazione delle risorse sociali e culturali del quartiere. Svolge consulenza tecnica per la promozione delle opportunità di cui il quartiere beneficia, attraverso servizi di informazione, orientamento e di supporto per migliorare la sua capacità di attirare risorse pubbliche e private.
Principali attività in corso, oltre alla Casa del quartiere sono i Piani di Recupero di via Nizza, in cui l’Agenzia svolge il ruolo di accompagnamento tecnico e sociale alla realizzazione dei Piani di Recupero di due isolati di via Nizza previsti dalla Città di Torino.

Agenzia Sviluppo Locale San Salvario Onlus
via Morgari 14 - 10125 Torino.
http://www.sansalvario.org

CINEMA - Corti d'autore 1 2010

CINEMA - Corti d'autore 1: "La storia immortale di Orson Welles


Per la nuova stagione 2010-11, il primo appuntamento mensile con i più bei cortometraggi
della storia del cinema, firmati dai più importanti cineasti di ieri e di oggi.







Cinema Massimo - Sala Tre (Via Verdi 18) - 22/9/2010"

simbiotika Sabato 25 settembre "Mostra Expo 2010 "


simbiotika Sabato 25 settembre ore 18:30 Simbiotika in concerto zona San Salvario via Silvio Pellico 4 in occasione di "Mostra Expo"


...











...