lunedì 28 febbraio 2011

5 marzo 2011 - la Rassena Cinema e sport di montagna

Cinema a Sauze d'Oulx (5 marzo)

28 / 02 / 2011 - Sabato 5 marzo il Comune di Sauze d'Oulx è lieto di dare il via al secondo appuntamento con il cineforum "Cinema e sport di montagna" organizzato da Piemonte Movie in collaborazione con il Valsusa FilmFest.

Alle ore 18 presso la sala ATL verrà proiettato il film
"Gli Spericolati", debutto cinematografico del regista americano Michael Ritchie con Robert Redford e Gene Hackman.
Primo film hollywoodiano sulla discesa libera, oltre al ritratto psicologico del protagonista e degli altri personaggi ed il delicato rapporto atleta/allenatore, è di grande valore il versante documentaristico.

Alla proiezione seguirà un dibattito con la regista Barbara Allemand ed Alberto Casse che come allenatore ha partecipato a ben quattro Olimpiadi, Calgary, Albertville, Lillehammer e Nagano, alla guida delle nazionali di discesa libera di Italia (squadra femminile), Francia e Svizzera (squadre maschili) e Canada (squadra femminile).

GLI SPERICOLATI
di Michael Ritchie
con Robert Redford e Gene Hackman
USA, 1969, 101', col.

Il film mette a fuoco in modo intenso e profondo il mondo dello Sci Olimpico. Il protagonista, egocentrico, testardo e ambizioso è un giovanotto di Idaho Springs (Colorado), deciso a diventare il numero uno dello sci negli Stati Uniti. Riesce a entrare nella squadra olimpica alla vigilia dei giochi bianchi di Sapporo. Dopo varie traversie, anche sentimentali e per quanto la pressione e la tensione aumentino, riesce sempre a cavarsela, imparando sulla propria pelle quanto la celebrità possa essere fuggevole e rendere soli.
Opera prima di M. Ritchie, e anche primo film hollywoodiano sulla discesa libera. Oltre al ritratto psicologico del protagonista e degli altri personaggi è di grande valore il versante documentaristico, applicato anche agli intervalli tra una gara e l'altra. Una parte delle riprese sono effettuate in 16 mm da Joe Jay Jalbert, un atleta di Seattle che interpreta il campione austriaco rivale di Robert Redfort.
Locations: Kitzbühel, Prealpi di Salisburgo, Austria; Idaho Springs, Golden, Colorado, USA.

Michael Ritchie/ regista
Ebbe il pregio di visualizzare il lato debole degli americani attraverso uno stile che i critici descrissero come "una fusione di realismo e ironia". Dopo essersi laureato ad Harvard, lavorò nei telefilm dirigendo The man from U.N.C.L.E. per poi esordire sul grande schermo col film sportivo Gli spericolati (1969). Approcciò quindi poliziesco ( Arma da taglio, 1972), satira ( Gioco da duri, 1977), commedia sentimentale ( Un amore perfetto o quasi, 1979), thriller ( L'isola, 1980) e comicità (Poliziotti a domicilio, 1994). La svolta nel 1972, con Il candidato interpretato da Robert Redford.

Alberto Casse
1971 - Si laurea campione italiano di slalom gigante 1974/78 - Inizia la carriera da allenatore con lo Sporting Club Melezet 1978/87 - Allena lo Sci Club Sansicario 1988/89 - Allenatore della nazionale italiana “A” femminile di discesa 1990/91 - Allena lo Sci Club Agonistica 75 di Sauze d’Oulx 1992/95 - Allenatore della nazionale francese “A” maschile di discesa 1995/97 - Allenatore della nazionale svizzera “A” maschile di discesa 1997/98 - Allenatore della nazionale canadese “A” femminile di discesa 1998/99 - Direttore della Scuola Italiana di sci “Olimpionica Sestriere”

Barbara Allemand Nasce a Torino. Si trasferisce a New York nel 2001 e frequenta il conservatorio di recitazione di Stella Adler e partecipa a varie produzioni teatrali Off Broadway (La Mama, Abingdon Theatre, French Institute Alliance Française).
Frequenta la School of Visual Arts dove studia scrittura cinematografica e regia.
Nel 2006 fonda la sua Casa di Produzione (BAracan) e scrive e firma la regia del suo primo film ("Classified Rebel") che co-produce con la School of Visual Arts, New York.
Nel 2008 dirige e produce il documentario " La coda è la più lunga da spellare" sulla scrittrice piemontese Maria Tarditi che debutta a marzo nella rassegna torinese Piemonte movie.
Nel 2009 ha diretto e prodotto la docu-fiction "Le Ragazze di Limone", la incredible storia delle sciatrici fondiste della Val Vermenagna che negli anni '50 dominarono le gare nazionali e internazionali, che ha aperto il Festival della Montagna a Cuneo in aprile 2010.
Scrive per il cinema con lo scrittore Carlo Grande e lo sceneggiatore-regista Fredo Valla.

Piemonte Movie gLocal Film Festival 2011

(3-9 marzo 2011)

28 / 02 / 2011 - Al via l’XI edizione di Piemonte Movie gLocal Film Festival, la kermesse del cinema made in Piemonte che inaugura la stagione dei film festival regionali e come ogni anno “fa il punto” sull’andamento della produzione cinematografica locale.

The Border - Confini e frontiere è il tema di quest’anno, fil rouge della manifestazione che nel centocinquantenario dell’Unità d’Italia affronta la storia nazionale vista da chi i confini, le barriere e i limiti li ha superati e li supera ancora oggi: i migranti. Un viaggio tra presente e passato che si sviluppa attraverso le storie raccontate da Sacco e Vanzetti di Giuliano Montaldo, Così ridevano di Gianni Amelio, Sotto il sole nero di Enrico Verra e Polenta e Maccaroni di Nietta La Scala. Tre film e un documentario per quattro diversi percorsi attraverso l’emigrazione, dai nostri nonni ai “nuovi Italiani”.

Per il quarto anno ritorna il Concorso Spazio Piemonte, consolidato contest di cortometraggi realizzati in regione e osservatorio della produzione locale “in corto”, con 40 lavori scelti tra i 145 iscritti, che verranno valutati da una giuria guidata dal regista Maurizio Nichetti.

In questa edizione anche il nuovo Concorso Panoramica Doc, sezione competitiva dedicata alla produzione documentaristica regionale, con 10 documentari in gara tra i 40 selezionati, per aggiudicarsi il Premio Maurizio Collino (2.500 euro), ereditato dal Torino Film Festival e assegnato da una giuria diretta dal regista Fredo Valla.

In programma a Piemonte Movie un totale di 134 opere, tra le quali le anteprime nazionali del documentario Living Without Money della regista torinese d’adozione Line Halvorsen, lucido e fresco ritratto di una donna che ha scelto di vivere senza soldi e senza frontiere, Sono gli uomini che rendono le terre vive e care, l’ultimo lavoro di Fredo Valla, sceneggiatore del pluripremiato Il vento fa il suo giro di Giorgio Diritti, Demon’s Twilight di Federico Lagna, lungometraggio indipendente tutto “made in Torino” di genere horror, Almost Married di Fatma Bucak e Sergio Fergnachino, delicato e divertente viaggio di una donna alla conquista della propria libertà nella Turchia contemporanea e Fate la storia senza di me di Mirko Capozzoli, presentato all’ultima Mostra del Cinema di Venezia alle Giornate degli Autori; gli omaggi dedicati ai registi torinesi Enrico Verra e Giacomo Ferrante, appartenenti alla “scuola torinese” che negli anni ‘80-‘90 ha formato cineasti del calibro di Mimmo Calopresti, Gianluca Maria Tavarelli e Daniele Gaglianone; una finestra su cinematografie “oltre i confini regionali” con la sezione Terre di Cinema che presenta uno spaccato del cinema albanese con i lavori dei registi Gjergj Xhuvani e Artan Minarolli, di quello messicano con un viaggio antropologico oltre il confine apparentemente invalicabile della morte e di quello europeo con cortometraggi dalla Bretagna, Vallonia e Catalogna; un omaggio al regista torinese Mario Soldati e alle sue regie televisive di Viaggio lungo la Valle del Po alla Ricerca dei cibi genuini (1957) e Chi legge? Viaggio lungo il Tirreno (1960) che hanno contribuito a comunicare, attraverso la tv, un’idea di Italia unita nella diversità; la sezione Razza Operaia per ricordare il tema del lavoro in fabbrica e le sue declinazioni cinematografiche nella “città della Fiat” con i film Romanzo popolare di Mario Monicelli, La bella vita di Paolo Virzì e Tuta blu di Paul Schrader, scelti dal documentarista Alberto Signetto; un omaggio a personaggi piemontesi che hanno lasciato un segno nella storia del cinema come lo scenografo Carlo Leva, con la proiezione del film Il gatto a nove code di Dario Argento, uno dei tanti lavori firmati dal professionista alessandrino; infine, una mostra fotografica con immagini che fanno da corredo visivo al fil rouge della manifestazione, The Border.

Organizzato dall’Associazione Piemonte Movie con la direzione artistica di Alessandro Gaido, Piemonte Movie gLocal Film Festival si svolgerà a Torino e Moncalieri dal 3 al 9 marzo 2011.

Piemonte Movie gLocal Film Festival è uno dei festival di Piemonte dal Vivo - In viaggio con i festival alla scoperta di una regione.

Il festival è realizzato con la collaborazione di Fondazione CRT, Regione Piemonte, Provincia di Torino, Città di Torino, Città di Moncalieri, Film Commission Torino Piemonte, Museo Nazionale del Cinema – Fondazione Maria Adriana Prolo, Torino Film Festival, Centro di Produzione Rai di Torino, Rai Teche, Piemonte dal Vivo, Associazione Museo Nazionale del Cinema e Accademia Albertina di Belle Arti di Torino.

Comitato scientifico: Stefano Della Casa, Franco Prono e Massimo Scaglione.

I luoghi del festival:
Torino - Cinema Massimo, Il Movie Cineporto, Cinema Teatro Baretti, Cinema Empire e Auditorium Lab. G. Quazza.
Moncalieri - Biblioteca Civica Arduino, Informagiovani, Famija Moncalereisa.

Info
Associazione Piemonte Movie
via Real Collegio 6, 10024 Moncalieri (To)
Sede Festival
via Miglietti, 20 - 10144 Torino
tel 011.4270104 - 328.8458281
email segreteria@piemontemovie.com
sito www.piemontemovie.com

Le sezioni

  • SPAZIO PIEMONTE
    Concorso cortometraggi
  • PANORAMICA DOC
    Concorso documentari
    Documentari fuori concorso
    Piemonte Movie OFF
  • TERRE DI CINEMA
    Focus Albania
    Focus Europa
    Focus Messico
  • OMAGGI
    Enrico Verra. Terre di nessuno
    Giacomo Ferrante. Il cinema oltre barriera
  • THE BORDER
    The Border - Confini e Frontiere
    The Border - L’emigrazione dei padri, l’immigrazione dei figli
  • AREA 31
    Le regie televisive di Mario Soldati
  • RAZZA OPERAIA
    Momenti della vita operaia o dello sradicamento
  • PANORAMICA FILM
    Lungometraggi indipendenti
  • FOCUS
    Animazione
    Omaggio a Carlo Leva - scenografo
    Cinematografo Poverania
  • MOSTRA
    Mostra fotografica The Border
  • SEMINARIO
    WebTV: diritti e doveri

Notte tricolore a Torino


fonte .http://www.ecoditorino.org.



28 / 02 / 2011 - E’ stato presentato stamane nella Commissione consiliare Torino 2011 il programma cittadino della Notte Tricolore in programma tra il 16 e il 17 marzo.

La grande festa cittadina inizierà verso le ore 18 del 16 marzo per consentire anche a coloro che in quelle ore usciranno dal lavoro di partecipare all’inizio dei festeggiamenti.

Saranno aperti i musei e le gallerie d’arte, i teatri cittadini, ma anche molti bar e ristoranti potrebbero essere coinvolti in un orario di servizio più lungo dell’ordinario.

Il cuore della festa torinese saranno le più famose piazze della città, una dedicata a ognuna delle altre 7 Provincie piemontese.

Ma sarà piazza Vittorio il fulcro della nottata. Dalle 21.30 andrà in scena lo spettacolo teatrale “Ricordi di scuola”, poi la serata continuerà con la musica. Le diverse Regioni italiane saranno rappresentate da importanti artisti come Pino Daniele per la Campania, Irene Fornaciari per l’Emilia Romagna, Lou Dalfin per il Piemonte, Beppe Dettori dei Tazenda per la Sardegna, Siria per il Lazio, Davide Van De Sfroos per la Lombardia. Nella notte, lungo il ponte Vittorio Emanuele I, si terrà lo spettacolo pirotecnico. E’ previsto un collegamento della Rai.

Piazza San Carlo ospiterà le iniziative della provincia di Torino, piazza Castello quelle delle Provincie di Novara e Cuneo, piazza Carlo Alberto quelle di Asti, piazza Palazzo di città di Alessandria, piazza Cln e via Roma quelle di Biella, piazza Carignano quelle del Verbano Cusio Ossola. E infine via Lagrange ospiterà le iniziative della provincia di Vercelli.

Durante al presentazione della Notte Tricolore sono state confermate le due giornate di visita a Torino del Presidente della Repubblica, Giorgio Napolitano, per il 18 e 19 marzo. Il 18 Napolitano interverrà (tra le ore 11 e le ore 12) alla cerimonia ufficiale del teatro Regio. Poi in successione sarà a Palazzo Madama, alla reinaugurazione del museo del Risorgimento, alla Gam, alla reinaugurazione della mostra alle ex Ogr e, la sera, tornerà al Regio per la rappresentazione dei Vespri Siciliani, dedicata alla ricorrenza dei 150 anni dall’unità d’Italia.

Il 19 parteciperà alla reinaugurazione del museo dell’Automobile, della mostra di Venaria dedicata ai 150 anni dall’unità d’Italia, mentre la sera sarà al teatro Gobetti per lo rappresentazione delle Operette morali di Giacomo Leopardi.

Notte Bianca a Torino... anzi Tricolore, per i 150 anni Unità d'Italia (16-17 marzo)

(Uff. stampa del Consiglio comunale)

Oscar 2011- i vincitori

Oscar 2011: tutti i vincitori. Trionfano Colin Firth e Natalie Portman


Carlo Griseri avatar

Giornalista appassionato. Di cinema, ma anche di Torino e della sua vitalità.

Argomenti Correlati

355353-the-kings-speech-il-discorso-del-re-colin-firth.jpg

Assegnati nella notte italiana gli Oscar 2011: il trionfatore è stato Il discorso del re, vincitore delle statuette come miglior film, regista (Tom Hooper), sceneggiatura e attore protagonista (Firth).

Premio meritato per Natalie Portman e il suo Cigno Nero, giustissimi gli Oscar a Bale e Leo per The Fighter, che avrebbe meritato qualcosa in più anche nelle categorie principali. Dieci nomination e 0 premi per Il Grinta.

Qui sotto (in grassetto) tutti i vincitori di ogni categoria.

MIGLIOR FILM
'The Social Network' di David Fincher
'The King's Speech' di Tom Hopper
'Inception' di Christopher Nolan
'Black Swan' di Darren Aronofsky
'The Fighter' di David O. Russell
'127 Hours' di Danny Boyle
'True Grit' di Joel Coen; Ethan Coen
'The Kids Are All Right' di Lisa Cholodenko
'Toy Story 3' di Lee Unkrich
'Winter's Bone' di Debra Granik

MIGLIOR REGIA
David Fincher - 'The Social Network'
Christopher Nolan - 'Inception'
Tom Hooper - 'The King's Speech'
Darren Aronofsky - 'Black Swan'
Ethan Coen, Joel Coen - 'True Grit'

MIGLIOR ATTORE PROTAGONISTA
Colin Firth - 'The King's Speech'
James Franco - '127 Hours'
Jeff Bridges - 'True Grit'
Jesse Eisenberg - 'The Social Network'
Robert Duvall - 'Get Low'

MIGLIOR ATTRICE PROTAGONISTA
Natalie Portman - 'Black Swan'
Annette Bening - 'The Kids Are All Right'
Jennifer Lawrence - 'Winter's Bone'
Nicole Kidman - 'Rabbit Hole'
Julianne Moore - 'The Kids Are All Right'

MIGLIOR ATTORE NON PROTAGONISTA
Christian Bale - 'The Fighter'
Geoffrey Rush - 'The King's Speech'
Mark Ruffalo - 'The Kids Are All Right'
Jeremy Renner - 'The Town'
Andrew Garfield - 'The Social Network'

MIGLIOR ATTRICE NON PROTAGONISTA
Melissa Leo - 'The Fighter'
Hailee Steinfeld - 'True Grit'
Amy Adams - 'The Fighter'
Helena Bonham Carter - 'The King's Speech'
Lesley Manville - 'Another Year'

MIGLIOR SCENEGGIATURA ORIGINALE
'The King's Speech' - David Speidler
'The Kids Are All Right' - Stuart Blumberg, Lisa Cholodenko
'Inception' - Christopher Nolan
'Black Swan' - Mark Heyman, Andres Heinz, John J. McLaughlin
'The Fighter' - Eric Johnson, Scott Silver, Paul Tamasy

MIGLIOR SCENEGGIATURA NON ORIGINALE
'The Social Network' - Aaron Sorkin
'True Grit' - Ethan Coen, Joel Coen
'Toy Story 3' - Michael Arndt
'Winter's Bone' - Debra Granik, Anne Rosellini, Daniel Woodrell
'127 Hours' - Danny Boyle, Simon Beaufoy

MIGLIOR MONTAGGIO
'The Social Network' - Kirk Baxter, Angus Wall
'Inception' - Lee Smith
'Black Swan' - Andrew Weisblum
'True Grit' - Roderick Jaynes
'The King's Speech' - Tariq Anwar

MIGLIOR FOTOGRAFIA
'True Grit' - Roger Deakins
'Inception' - Wally Pfister
'The Social Network' - Jeff Cronenweth
'Black Swan' - Matthew Libatique
'The King's Speech' - Danny Cohen

MIGLIOR COLONNA SONORA ORIGINALE
'Inception' - Hans Zimmer
'The King's Speech' - Alexandre Desplat
'Dragon Trainer' - John Powell
'The Social Network' - Trent Reznor, Atticus Ross
'Alice in Wonderland' - Danny Elfman

MIGLIOR CANZONE ORIGINALE
'Shine' - "Waiting for Superman"
'I See the Light' - "Rapunzel"
'We Belong Togheter' - "Toy Story 3"
'You Haven't Seen the Last of Me' - "Burlesque"
'If I Rise' - "127 Hours"

MIGLIOR SCENOGRAFIA
'The King's Speech' - Eve Stewart; Judy Farr
'Alice in Wonderland' - Robert Stromberg; Karen O'Hara, Peter Young
'Inception' - Guy Dyas; Lisa Chugg, Paul Healy, Douglas A. Mowat
'True Grit' - Jess Gonchor; Nancy Haigh
'Black Swan' - Thérèse DePrez; Tora Peterson

MIGLIORI COSTUMI
'Alice in Wonderland' - Colleen Atwood
'The King's Speech'- Jenny Beaven
'True Grit' - Mary Zophres
'The Tempest' - Sandy Powell
'Black Swan' - Amy Westcott

MIGLIOR TRUCCO
'Alice in Wonderland'
'The Wolfman'
'The Way Back'

MIGLIOR MIXAGGIO SONORO
'Inception'
'True Grit'
'Black Swan'
'The Social Network'
'Tron Legacy'

MIGLIOR MONTAGGIO SONORO
'Inception'
'Tron Legacy'
'True Grit'
'Toy Story 3'
'Dragon Trainer'

MIGLIORI EFFETTI SPECIALI
'Inception'
'Tron Legacy'
'Alice in Wonderland'
'Iron Man 2'
'Harry Potter e i Doni della Morte - Parte I'

MIGLIOR FILM D'ANIMAZIONE
'Toy Story 3 - La Grande Fuga' di Lee Unkrich
'Dragon Trainer' di Dean DeBlois, Chris Sander
'Rapunzel - L'Intreccio della Torre' di Nathan Greno, Byron Howard

MIGLIOR FILM STRANIERO
'Biutiful' (Messico)
'Outside the Law' (Algeria)
'La donna che canta - Incendies' (Canada)
'Life, Above All' (Sudafrica)
'In un mondo migliore' (Danimarca)

MIGLIOR DOCUMENTARIO
'Waiting For Superman'
'Inside Job'
'Exit through the Gift Shop'
'Waste Land'
'The Tillman Story'

Concorso per videomaker - Creativi per Costituzione 2011




Creativi per Costituzione” il Concorso Video prodotto da 242 MovieTv per celebrare la Costituzione della Repubblica Italiana, è arrivato alla fase conclusiva.

Sono stati tanti i registi che hanno raccolto la sfida di rappresentare i 12 principi Fondamentali della nostra Costituzione: i lavori presentati sono stati 112 dei quali 47 hanno superato la selezione e sono arrivati alla fase finale!

Ora la parola passa alla Giuria, formata dal Dott. Biagio Agnes, da Enrico Vanzina, sceneggiatore e da Davide Bennato, professore di Sociologia dei processi culturali e comunicativi presso l'Università di Catania, che dovrà decretare il vincitore del Premio di 5000 € messo in palio da 242 MovieTv.

Un altro premio di 2500 € sarà attribuito al video più votato online dalla Community di 242 MovieTv, la community dei professionisti di cinema e televisione indipendenti; sarà possibile votare i video in concorso a partire dalle ore 12.00 di Martedì 1 Marzo fino alle ore 12.00 di martedì 15 Marzo 2011.

Guarda e vota tutti i video in Concorso su 242MovieTv

http://www.242movietv.com/creativi-per-costituzione-concorso-video

_____________________________________________________________________________________________________________________________________________________________________________________________

Grazie per l’attenzione!

Redazione 242 MovieTv|SlupTv s.r.l.

Via Tirone, 11 - 00146 Roma

Fisso: +39.06.45213400

festival@242movietv.com

sabato 26 febbraio 2011

da 'Il Tao della fisica' di Fritjof Capra


La famosa frase di Cartesio 'Cogito ergo sum' ha portato l'uomo occidentale a identificarsi con la propria mente invece che con l'intero organismo. Come conseguenza della separazione cartesiana, l'uomo moderno è consapevole di se stesso, nella maggior parte dei casi, come un io isolato che vive <> del proprio corpo. La mente è stata divisa dal corpo e ha ricevuto il compito superfluo di controllarlo; ciò ha provocato la comparsa di un conflitto tra volontà cosciente e istinti involontari. Ogni individuo è stato ulteriormente suddiviso in base alle sue attività, capacità, sentimenti, opinioni, ecc., in un gran numero di compartimenti separati, impegnati in conflitti inestinguibili, che generano una continua confusione metafisica e altrettanta frustrazione.

.....Questa frammentazione interna dell'uomo rispecchia la sua concezione del mondo <>, che è visto come un insieme di oggetti e di eventi separati. Si considera l'ambiente naturale come se fosse costituito da parti separate che devono essere sfruttate da vari gruppi di interesse. Questa visione non unitaria è ulteriormente estesa alla società, che viene suddivisa in differenti nazioni, razze, gruppi religiosi e politici. La convinzione che tutti questi frammenti -in noi stessi, nel nostro ambiente e nella nostra società- siano realmente separati può essere vista come la causa fondamentale di tutte le crisi attuali, sociali, ecologiche e culturali. Essa ci ha estraniati dalla natura e dagli esseri umani nostri simili. Essa ha provocato una distribuzione delle risorse naturali incredibilmente ingiusta, che crea disordine economico e politico: un'ondata di violenza, sia spontanea sia istituzionalizzata, che cresce sempre più e un ambiente inospite, inquinato, nel quale la vita è diventata fisicamente e spiritualmente insalubre.


La separazione operata da Cartesio e la concezione meccanicistica del mondo hanno quindi portato nello stesso tempo benefici e danni; si sono rivelate estremamente utili per lo sviluppo della fisica classica e della tecnologia, ma hanno avuto molte conseguenze nocive per la nostra civiltà. È affascinante osservare come la scienza del ventesimo secolo, nata dalla separazione introdotta da Cartesio e dalla concezione meccanicistica del mondo, e che anzi poté svilupparsi solo sulla base di una concezione del genere, superi oggi questa frammentazione e ritorni nuovamente all'idea di unità espressa nelle prime filosofie greche e orientali.

intervista a Carlo Lucarelli

http://www.carlolucarelli.net/carlodalnero.JPG
www.oo6.it
intervista a Carlo Lucarelli - Articolo del 19/05/2004

a cura di Federica Spagone


Carlo Lucarelli, geniale scrittore e straordinario conduttore di Blu notte, braccato all’ ingresso della sala azzurra della Fiera del Libro si è sottoposto ad un breve interrogatorio:

Che opinione ha della lettura, o meglio cosa pensa che i lettori leggano ultimamente?
“Io credo che finalmente i lettori leggano di tutto senza grossi pregiudizi e non stiano a pensare se una cosa è gialla, è bianca , se è poesia o no, se è di genere o non è di genere. Non sò se i dati statistici confortano la mia impressione, però secondo me c’ è un sacco di gente che legge. Legge con magari molta più inteligenza di una volta, io di questo sono contento”.

Dal suo libro “Almost Blue” il regista Alex Infascelli ha tratto l’ omonimo film. Cosa ne pensa di questa versione cinematografica?
“Il film Almost Blue è molto diverso dal libro, è stato fatto dal regista senza la mia collaborazione quindi è un prodotto completamente suo. Lui ha visto nel libro quello che voleva vedere, come poi fanno tutti gli attori: gli attori vedono una cosa in un libro che leggono e quella se la proiettano nella testa, lui l’ ha proiettata al cinema. A me è piaciuto, non è il mio libro, è un’altra cosa, ma a me è piaciuto".

Cosa mi dice invece dell’imitazione che Fabio De Luigi fa di lei?
“Bè Fabio De Luigi è simpaticissimo, io mi sono divertito molto, sono andato in trasmissione apposta perchè era molto divertente. Lui fa una bella interpretazione, mi cresce un po la pancia, nè ha un pò più di me quando la fa, poi ha sintetizzato tutto in quel gesto, “PAURA”, che io non faccio, ma che è esattamente quello che noi cerchiamo di fare. Che dire se non che è stato molto bravo?"

Intervista a Utku Tavil di federica spagone

Utku Tavil, una vita underground

da www.digi.to.it
federica spagone.
.
Nato ad Istanbul ma torinese di adozione, Utku Tavil è un artista musicalmente completo. Molti anni di studio e gavetta nei locali l’hanno portato a sperimentare nuove sonorità e a ricercare una propria dimensione artistica che potremmo definire al contempo intima ed onirica. Davanti ad una buona tazza di caffè, rigorosamente americano, ci ha raccontato la sua vita e i suoi progetti.

Partiamo dalle origini: come è nata la passione per la musica e come ti sei avvicinato alla cultura elettronica?
«A tre anni volevo già suonare la batteria, ma i miei genitori mi hanno indirizzato verso lo studio di un strumento più classico, il pianoforte. A tredici anni finalmente mi sono avvicinato alle percussioni, avendo la possibilità di studiare con Senol Kucukyldirim, uno dei batteristi jazz più importanti del panorama turco. La passione per la cultura elettronica è nata invece verso i 17 anni, quando insieme ad un mio amico musicista ho fondato il gruppo “Idiotensicher “. Cercavamo di manipolare registrazioni di batteria e chitarra elettrica creando dei suoni alternativi, un’esperienza interessante che mi ha permesso di conoscere molti artisti del panorama elettronico e jazz. Infine, dopo un anno di studio e di ricerca molto intenso, è nato il progetto “Limbo”, totalmente basato sulla manipolazione elettronica, che mi ha permesso di fare il mio primo tour nei locali italiani e turchi».

Quali sono gli artisti che ti hanno ispirato e a cui tu fai riferimento?
«In generale adoro gli artisti della scena norvegese perché spaziano con l’improvvisazione. Sono straordinari, utilizzano strumenti con sonorità opposte ma riescono ugualmente ad ottenere un’armonia assoluta nelle loro composizioni. Molti altri però hanno influenzato il mio lavoro e il mio modo di vivere la musica: possiamo parlare di Laurie Anderson, John Zorn, Iannis Xenakis, Arvo Pärt, il performer 2/5 BZ e Stian Westerhus».

Hai avuto la possibilità di vivere la musica in due città come Torino e Istanbul, quale realtà ti appartiene di più?
«Io non sono uno di quelli che si definiscono “cittadini del mondo”, anzi per certi aspetti mi sento ancora molto chiuso e legato alle abitudini, ma i due luoghi mi appartengono entrambi per aspetti opposti. Da una parte c’è Istanbul, così piena di gente, sempre pronta ad offrirti nuovi spunti; dall’altra Torino, una città tranquilla in cui si riesce a ricavare il proprio spazio in modo più sereno. Amo proprio la differenza che c’è tra le due: nella mia vita, questi contrasti creano una tensione positiva che mi spinge ad andare avanti con grinta».

Parliamo di Club to Club: com’è nata la collaborazione con loro?
«Nel 2008, quando ancora l’elettronica era poco conosciuta nei club italiani, ho incontrato Francesco Fantini durante una jam session. Abbiamo collaborato per circa un anno, realizzando installazioni e performance nei locali underground italiani e turchi, raggiungendo risultati assolutamente soddisfacenti. Proprio durante quel periodo ci ha notato Sergio Ricciardone dell’associazione Explosiva, che ci ha proposto di lavorare con Claudio Casas per la manifestazione “Club To Club”. Essere presi in considerazione per un progetto così importante è stato inaspettato ma ci ha gratificato molto. E’ stata sicuramente un’esperienza preziosa e coinvolgente sotto tutti i punti di vista. I tempi erano serratissimi ma è stato bellissimo strutturare la performance in un ambiente inusuale: mi sono ritrovato a comporre all’interno della prima Centrale Elettrica dell’Impero Ottomano, nella periferia di Istanbul. Proprio quest’ambiente mi ha ispirato moltissimo, era fantastico essere circondati da macchinari antichi e sperimentare nuove sonorità elettroniche».

Quali sono ora i tuoi nuovi progetti?
«Dopo questa esperienza sento il bisogno di concentrarmi un po’ di più su me stesso, di realizzare musica e performance indipendenti. L’anno scorso ho realizzato il cd Pre/Met[a]mbient e vorrei lavorare utilizzando ancora quel connubio di strumenti elettrici ed acustici. Contemporaneamente vorrei continuare le mie sperimentazioni audio/video e realizzare nuove installazioni. Mi preme anche cambiare ambiente, fare nuove esperienze ed è per questo che penso di trasferirmi ad Oslo il prossimo anno».


E voi cosa pensate della musica elettronica? Avete mai assistito ad una performance dal vivo?

2011 - Vesparaduno…alla piemontese

Vesparaduno…alla piemontese!

Gli amanti della mitica Vespa non hanno scuse, dopo che leggeranno questa notizia non potranno fare a meno di partecipare al weekend organizzato dal club La Galaverna di Barolo per il 26 e 27 febbraio. Appuntamento in piazza Colbert a Barolo alle ore 14 del sabato e giro panoramico con i modelli storici, ma anche con quelli più recenti. In serata cena al Ristorante Brezza, con il seguente menu: Murazzano con erbe e salame cotto, insalata d’inverno, risotto al Barolo, lonza al forno con patate, dolce di Langa alla meringa, vino e caffè. Domenica 27 bis dell’iniziativa nella zona di Novello e pranzo al Salone polifunzionale di La Morra con insalata di carne cruda, capriccio di pollo con finocchi noci verdure, insalata contadina, sformatino di cardi e crema d’acciuga, risotto con asparagi e crema Maschera, agnolotti al sugo, brasato con carote, bunet e torta di nocciole con cioccolato fuso, vino e caffè. La manifestazione è a scopo benefico, in favore dell’associazione “Una mano per l’Africa”.

TAV Torino-Lione, Bonino

TAV Torino-Lione, Bonino: identità di vedute con assessore francese Laclais

23 / 02 / 2011 - Con l’assessore ai Trasporti della regione Rhone-Alpes Bernadette Laclais c’è la più completa identità di vedute circa le politiche da portare avanti per il potenziamento dei collegamenti transfrontalieri.

Così l’assessore regionale ai Trasporti Barbara Bonino a margine dell’incontro odierno tenutosi alla “Maison cantonale” di Modane.
Sul piatto i problemi del trasporto ferroviario (merci e passeggeri) tra Torino e Lione.

Abbiamo riaffermato l’importanza del collegamento ad alta velocità tra le nostre regioni: non possiamo accettare l’idea di essere tagliati fuori dalla linea Milano-Parigi -spiega- Il nostro obiettivo condiviso è mantenere il Tgv Milano-Torino-Lione-Parigi, facendo se necessario le dovute pressioni in tal senso presso i rispettivi governi. Mentre la Tav è e rimane al centro dell’attenzione delle regioni Rhone Alpes e Piemonte.

Si pensa intanto ad un collegamento diretto ferroviario tra i due capoluoghi.

Dal 2004 vige una convenzione per una linea bus che negli ultimi anni ha visto un aumento del 72% dei passeggeri -continua- Numeri che potrebbero essere ancora più consistenti effettuando il servizio su ferro invece che su gomma. Lavoreremo quindi sin da subito per questo obiettivo, secondo la logica di una macroregione europea che intende potenziare i propri collegamenti interni. Potenziamento che non riguarda solo il trasporto di passeggeri, ma anche le merci. E su questo punto abbiamo convenuto sull’importanza che i lavori nel tunnel del Frejus per il raddoppio del binario vengano completati nel più breve tempo possibile. In più, entrambe le regioni lavoreranno per potenziare l’intermodalità. Tutti questi temi condivisi saranno oggetto di un protocollo d’intesa tra la Regione Piemonte e Rhone Alpes che prepareremo a breve.

(Fonte Regione Piemonte)

Piemonte Movie gLocal Film Festival

Carlo Griseri avatar

Giornalista appassionato. Di cinema, ma anche di Torino e della sua vitalità.


Al via dal 3 marzo l'XI edizione del Piemonte Movie gLocal Film Festival, la kermesse del cinema made in Piemonte che inaugura la stagione dei film festival regionali e come ogni anno "fa il punto" sull'andamento della produzione cinematografica locale.

The Border - Confini e frontiere è il tema di quest'anno, fil rouge della manifestazione che nel centocinquantenario dell'Unità d'Italia affronta la storia nazionale vista da chi i confini, le barriere e i limiti li ha superati e li supera ancora oggi: i migranti.

Un viaggio tra presente e passato che si sviluppa attraverso le storie raccontate da Sacco e Vanzetti di Giuliano Montaldo, Così ridevano di Gianni Amelio, Sotto il sole nero di Enrico Verra e Polenta e Maccaroni di Nietta La Scala. Tre film e un documentario per quattro diversi percorsi attraverso l'emigrazione, dai nostri nonni ai "nuovi Italiani".

Per il quarto anno ritorna il Concorso Spazio Piemonte, consolidato contest di
cortometraggi realizzati in regione e osservatorio della produzione locale "in corto", con 40 lavori scelti tra i 145 iscritti, che verranno valutati da una giuria guidata dal regista Maurizio Nichetti.

Maggiori informazioni qui

giovedì 24 febbraio 2011

Night Buster Music 2011

L'autobus notturno dei giovani torinesi diventa Night Buster Music, con appuntamenti dal vivo

24 / 02 / 2011 - Il trasporto pubblico notturno nightbuster cresce e diventa ‘nightbustermusic’: un programma di 13 serate in 50 locali di tendenza collegati dall’1 alle 5 di notte da 10 linee di bus. L’attenzione si focalizza sugli appuntamenti dal vivo e sui principali eventi a Torino a partire dal 4 marzo: una scaletta di riguardo, ricca di appuntamenti, tra cui Jamiroquai, Elisa, Linea 77, La Fura del Baus, Verdena, Monotronix, Julee Cruise e Bill Frisell.

Tutte le informazioni, i percorsi e le novità sono su nightbustermusic.it, il nuovo portale, nato dalla collaborazione di Gruppo Torinese Trasporti e Traffic Free Festival, dedicato alla rete di trasporto pubblico notturno creato ad hoc per i frequentatori di concerti, nightclubbing e grandi eventi culturali, con aggiornamenti anche su facebook e twitter. Il sito propone, inoltre, una mappa d’autore della città - curata dallo scrittore Fabio Geda - e delle compilation tematiche in download gratuito dedicate alla scena musicale torinese.

Nightbustermusic è stato pensato per offrire al popolo della notte, torinese e non, un modo comodo e sicuro per raggiungere i locali, senza usare la macchina. Il servizio viene promosso anche fuori città, per i ragazzi che da Milano, Genova o altri centri del nordovest, vogliono vivere la notte torinese in tutta sicurezza.

Nightbustermusic, sponsorizza il servizio nightbuster, nato nell’estate del 2008 per volontà della Città di Torino, dell’Agenzia per la Mobilità Metropolitana e di GTT, attivo tutti i venerdì e sabato, dopo mezzanotte, nei luoghi di maggior afflusso del popolo della notte.

Ogni fine settimana trasportiamo 5000 mila giovani nei locali torinesi. Dal 2008 ad oggi l’utilizzo del servizio è aumentato costantemente passando da circa 60 mila passeggeri nel 2008 a quasi 200 mila nel 2010 -ha dichiarato Roberto Barbieri, Amministratore Delegato di GTT-. Il servizio, nato anche grazie all’importante contributo dell’Agenzia per la Mobilità metropolitana, ha rivoluzionato radicalmente la filosofia del trasporto pubblico notturno torinese: per la prima volta, infatti, è stata creata una rete di percorsi notturni studiata ad hoc per agevolare gli spostamenti di chi frequenta i locali torinesi. Un caso unico in Italia, e che, visto il successo, intendiamo promuovere anche fuori Torino attraverso l’affitto dei bus per raggiungere la città e i treni scontati dai principali centri del nordovest.

Max Casacci, direttore artistico di Traffic Festival afferma

Il mondo giovanile torinese ha capacità progettuali uniche in Italia. La ricchezza delle proposte dei locali, delle serate, dei nostri festival, è paragonabile a quella di una grande città europea. Se riusciamo a comprendere a fondo i vantaggi di questa vitalità attrattiva, dotiamo la nostra città di uno strumento importante per le trasformazioni in atto. Con “nightbustermusic” renderemo ancora più accessibile la città che nei gusti di molti tam tam giovanili è già una piccola capitale culturale.

Il progetto ha il patrocinio della Città di Torino e dell´Agenzia per la mobilità Metropolitana ed è stato realizzato anche grazie all’importante contributo di Irisbus Iveco.

Sul portale www.nightbustermusic.it il trasporto pubblico notturno si lega al popolo della musica.

Torino BOOM BOOM LIVE contest rivolto a band ed artisti emergenti

Le associazioni Boom Boom Fred & Joy4life organizzano la prima edizione della rassegna musicale “BOOM BOOM LIVE”, contest rivolto a band ed artisti emergenti che abbiano il coraggio di proporre musica propria (o cover) sfidandosi su un palco:

BOOM BOOM LIVE
on air su FOR MUSIC TV
Venerdì 25 febbraio 2011 ore 21.30 (primo appuntamento)
Ristorante Trattoria del Cavalcavia
Via Lombroso 14
Collegno (TO)

Il contest, dunque, si pone la finalità di dare visibilità ed un palco ai giovani artisti che decideranno di mettersi in gioco. E non finisce qui: le serate andranno in onda su FOR MUSIC TV canale musicale dinamico ed innovativo (a Torino per l’intero nord ovest) visibile sul digitale terrestre (canale 613) ed in streaming all’indirizzo www.quartarete.tv/formusic.



I musicisti e le bands interessate dovranno far pervenire, entro e non oltre il 24 febbraio 2011, la propria iscrizione inviando una mail all’indirizzo contest@boomboomfred.it indicando:

- breve presentazione di sé stessi o della band;
- link “Myspace” o “YouTube” per poter ascoltare o vedere le
interpretazioni musicali.


L’iscrizione al contest è completamente GRATUITA ed è consentita a tutti i maggiorenni.


Ai vincitori sarà garantita un’adeguata promozione su FOR MUSIC TV.

martedì 22 febbraio 2011

Crazy Dark Carnival Night

Federica Spagone

Crazy Dark Carnival Night
Un Party da Pazzi!

.TORINO venerdì 4 marzo 2011.

Il Carnevale è ormai giunto alle porte e il fermento cresce anche a Torino.
Dimenticate però le solite feste perché per riscoprire la vera essenza del Carnevale, il “Pane Salam WineBar” ha in serbo per voi un evento veramente unico:
UNA SERATA DI ELOGIO AL CAOS.

Tutti i partecipanti saranno invitati a presentarsi non solo con i classici costumi di carnevale ma, sfoggiando abiti inerenti alle loro passioni più particolari!
Si vedranno perciò sfilare amanti del Cosplay, Stampunk, Dark, CyberPunk, Metal, Gothic Lolita, Cyber-Goth, Zombie Fans e molto altro ancora, per aggiudicarsi il titolo di “Re o Regina” della serata.

Il party inizierà alle 19.30 con un apericena che si protrarrà fino alle 22.00 ed offrirà oltre alle molte pietanze classiche, anche taglieri di salumi e formaggi abbinati a ottimi vini, proprio come nella tradizione dei Saturnali! Il tutto condito da buona musica…

La serata proseguirà con l’allestimento di “Impressioni Steampunk by Samyra” che racconterà anche qualcosa in più su questo stile particolare.

Michael invece terrà una lezione sul male del secolo: gli Zombie!
“Come sopravvivere ad un loro attacco?” “Dove nascondersi?” Queste e altre mille domande troveranno finalmente risposta.

I golosi non saranno sicuramente delusi dal “Nutella Time” che arriverà inaspettato nel corso della serata.

E quando finalmente il caos avrà preso il sopravvento sul corpo e le menti dei partecipanti, partirà il Dj set, per scatenarsi nella notte più pazza di Torino!!


Ingresso + 1consumazione e Nutella Time(con apericena se arrivi entro le 22 ) =12€
MA SE VIENI IN MASCHERA O CON UNO STILE PARTICOLARE 10€!
Seconda consumazione 5€

Organizzatori: Federica, Michael e Samyra

Il “Pane Salam WineBar” si trova in Via Berthollet angolo Via Goito a due passi da Corso Vittorio Emanuele II.

FestiLav Torino 2011

inviate i vostri filmati

Cinema

Cinema

Si terrà nella nostra città la seconda edizione del , il Film Festival Cinematografico Italiano che accoglierà tutti gli appassionati di cinema dal 6 all’8 maggio 2011.

Il festival, gemellato con il Film Festival Internazionale dei Lavoratori della Turchia, fa parte di una catena internazionale di film festival dei lavoratori che comprendono diversi Paesi, tra i quali Sud Africa, Inghilterra, Corea del Sud, Giappone, Cipro, Stati Uniti e Sud America e, per questo motivo, si propone come una rassegna sociale, oltre che cinematografica, di notevole importanza. Lo scopo del festival è quello di far conoscere a tutti i lavoratori le esperienze di tutti i partecipanti, qualsiasi sia la loro provenienza.

I temi di quest’anno sono tre: multinazionali scorrette, lavoro minorile, lavoratori del sesso e tutti possono inviare il proprio corto o lungometraggio, uno spot o un documentario.

Il termine per la presentazione dei propri filmati è il 15 marzo 2011 e potete trovare qui tutte le informazioni di cui avete bisogno per l’invio e la produzione del vostro materiale.

Fonte foto: whiterussiancinema.blogspot.com


-------------------------------------------------------


Festilav Torino

Call For Entry

logo_FESTILAV_2011

La 2a edizione del FestiLav, Film Festival Cinematografico Italiano dei Lavoratori si terrà Torino il 6, 7 e l'8 maggio 2011. FestiLav aspetta i vostri film!!

FestiLav è gemellato con il Film Festival Internazionale dei Lavoratori della Turchia e fa parte di una catena internazionale di film festival dei lavoratori che comprendono diversi Paesi, tra i quali Sud Africa, Inghilterra, Corea del Sud, Giappone, Cipro, Stati Uniti e Sud America.

Non si tratta di un concorso. L'obiettivo fondamentale di questo Festival è quello di riferire la vita dei lavoratori e le loro esperienze di lotta in Italia e in tutto il mondo ad un pubblico più vasto e recettivo possibile oltre ad incoraggiare a produrre film sui lavoratori.

I temi di quest'anno sono tre: multinazionali scorrette (aziende disumane), lavoro minorile, lavoratori del sesso.

Se desideri partecipare alla 2a edizione del Film Festival Cinematografico Italiano dei Lavoratori con un corto, uno spot, un lungometraggio, un documentario, compila il modulo disponibile qui. Puoi trovare qui il regolamento.

I film saranno visionati dall'associazione Taksim e, se aderenti ai temi di quest'anno, saranno proiettati durante il FestiLav 2011.

Il termine per la presentazione dei propri filmati è il 15 marzo 2011. I film devono essere spediti al seguente indirizzo:

Associazione Taksim
c/o Cinar
Via Aquila, 23
10144 - Torino

E-mail: festilavtorino@gmail.com Questo indirizzo e-mail è protetto dallo spam bot. Abilita Javascript per vederlo.

Nota: Con l'iscrizione al FestiLav ogni singolo autore o produttore risponde del contenuto delle sue opere, dichiara di aver assolto tutti i diritti d'autore verso terzi e concede esplicita autorizzazione all'uso del materiale musicale e visivo. All'interno dei telegiornali e delle trasmissioni televisive e per ogni attività di promozione e comunicazione del FestiLav. Festival Cinematografico Italiano dei Lavoratori potrà inoltre utilizzare brevi sequenze o immagini tratte dall'opera. Il detentore dei diritti autorizza inoltre ulteriori proiezioni a titolo gratuito dell'opera nell'ambito di rassegne organizzate da FestiLav.

lunedì 21 febbraio 2011

'' Stupinigi è '' valorizzazione del parco e del Borgo storico


21 / 02 / 2011 - La rinascita del tessuto agricolo del Parco di Stupinigi e la valorizzazione del Borgo storico che si affaccia di fronte alla Palazzina di Caccia dello Juvarra, alle porte di Torino, sono gli obiettivi della nuova associazione “Stupinigi è”, costituita il 3 febbraio 2011 dagli operatori commerciali che lavorano o risiedono nelle storiche cascine all’interno dell'area protetta regionale di Stupinigi.

L’iniziativa, fortemente condivisa dalla Regione, dall’Ente Parco naturale di Stupinigi e dalla Fondazione Ordine Mauriziano attualmente proprietaria della Palazzina, delle Esedre e del Parco interno, è stata presentata oggi a Torino dall’assessore regionale ai Parchi e Aree Protette, William Casoni , dal presidente dell'associazione Stupinigi è, Cinzia Pecchio, dal vice commissario vicario della Fondazione Ordine Mauriziano, Cristiana Maccagno e dal commissario straordinario dell'Ente Parco naturale di Stupinigi, Roberto Saini.

Si tratta di un primo passo concreto nell’opera di rilancio e fruizione dei parchi e delle aree protette voluto dalla Regione -ha sottolineato l’assessore Casoni- Nel caso specifico, le diverse azioni di riqualificazione permetteranno di restituire al pubblico in tempi brevi il complesso architettonico e paesaggistico, tutelato dall’Unesco. Al tempo stesso le azioni di valorizzazione in atto offriranno alle aziende agricole e ai commercianti del Borgo l’opportunità di realizzare un mercato con i prodotti locali. Pertanto oltre alla tutela dell’area naturalistica e del sito architettonico si offriranno i servizi per migliorare l’accoglienza turistica anche in occasione di importanti eventi di richiamo internazionale.

La Palazzina di Caccia di Stupinigi sarà infatti una delle sedi dei Campionati del Mondo di Tiro con l’Arco, che si terranno a Torino dal 3 al 17 luglio 2011.

(Fonte Regione Piemonte)



il TeatrOrfeo si sposta sulle rive del Po.

TeatrOrfeo si sposta sulle rive del Po.
Il Centro cambiera’ sede entro un anno a partire dal 24 febbraio 2011, quando con un evento ufficiale verranno consegnate le chiavi dei locali di corso Moncalieri 18 e sara’ dato il via ai lavori per renderli agibili.
Protagonisti sono i ragazzi del forum giovani della Circoscrizione 8 che hanno proposto di far rivivere questi spazi con un progetto di rete mirato alle loro esigenze e nel confronto con le istituzioni cittadine hanno colto l’opportunità per sperimentarsi e crescere.
Leggi il comunicato stampa.

CONTATTI

011.5695138
http://www.teatrorfeo.eu
info@teatrorfeo.eu
uffstampa@teatrorfeo.eu



Foto Centri To&Tu

DOV’E’

via Sant’Anselmo 34/b
10122 Torino
Circoscrizione 8
linee: 1, 9, 16, 35, 45, 45/, 67
mappa

CHE COS’E’

Centro culturale, punto di riferimento sia per i giovani artisti sia per chi ha voglia di affacciarsi alle nuove forme d’arte, su un circuito alternativo. Fornisce spazi gratuiti o a basso costo e consulenze tecnico artistiche, coordinando la nascita di collaborazioni tra i diversi gruppi che usufruiscono dello spazio. Il teatro è costituito da un sala multifunzionale con servizio bar.

A CHI E’ RIVOLTO

Giovani tra i 14 e i 30 anni.

QUANDO E’ APERTO

  • dalle 15 alle 23 tutti i giorni
  • durante il fine settimana l’apertura è su richiesta in base alle attività

COSA PUOI FARE

  • Laboratori annuali di teatro, danza, danza orientale, canto,video maker, teatro di strada
  • Masterclass, stage, e workshop a cadenza mensile con docenti internazionali
  • Eventi settimanali con spettacoli di musica, teatro e danza tutti venerdì alle 22.00

I PROSSIMI APPUNTAMENTI

http://www.teatrorfeo.eu

COSA TROVI

  • Sala multifunzionale di 140 mq
  • foyer accoglienza open space con collegamento internet free wireless;
  • sala musica
  • servizio bar
  • consulenza artistica e di avviamento imprenditoriale delle attività creative

CON CHI COLLABORA

TeatrOrfeo è attivo su più fronti, come nodo di una rete territoriale che opera in ambito socio-culturale, per diventare punto di riferimento sia per i giovani artisti sia per un pubblico in cerca di una programmazione alternativa.
Attualmente TeatrOrfeo, attraverso la filosofia dello spazio aperto gratuito a baratto ha intrecciato relazioni con molte realtà che di fatto abitano il centro e ne hanno fatto la propria sede operativa.

CHI LO GESTISCE

L’Associazione Teatrale Orfeo, fondata nel 2004, opera sul territorio piemontese e si occupa di eventi e progetti culturali con particolare attenzione ai temi dell’arte visiva e multimediale, del teatro, della danza e dell’interculturalità. I soci fondatori sono giovani artisti e studenti tra i 20 e i 30 anni.

domenica 20 febbraio 2011

ALLOGGI IN AFFITTO PER GIOVANI RESIDENTI A TORINO 2011


Nell'ambito del progetto C.A.S.A., che intende favorire l’autonomia abitativa dei giovani, il Comune di Torino affitterà, a giovani dai 20 ai 30 anni, 38 alloggi di proprietà pubblica completamente ristrutturati.

Gli alloggi disponibili sono nella circoscrizione 2 (Via Dina, Corso Agnelli e via De Bernardi) e nella circoscrizione 6 (via Ghedini, via Gallina).

Gli alloggi saranno affittati con contratti convenzionati della durata di 5 anni (3 anni più 2). Non è previsto al momento il rinnovo del contratto al termine del quinto anno: in questo modo gli alloggi potranno essere assegnati a nuovi giovani affittuari.

Il canone di affitto degli alloggi disponibili varia da 160 a 350 euro mensili a cui bisognerà aggiungere spese di condominio e di riscaldamento, spese per le utenze (luce, gas, acqua) e Tassa Raccolta Rifiuti.

Gli alloggi saranno assegnati per sorteggio fra quanti, in possesso dei requisiti previsti, presenteranno domanda nel periodo dal 17 febbraio al 12 marzo.

Le domande dovranno essere inviate esclusivamente tramite raccomandata postale con avviso di ricevimento al seguente indirizzo:
Città di Torino
Settore Politiche Giovanili
Via delle Orfane 20, 10122 Torino


I principali requisiti per richiedere l'assegnazione di un alloggio popolare in affitto sono:
1) età compresa fra i 20 e i 30 anni (31 anni non compiuti);
2) cittadinanza italiana o di uno stato aderente all’Unione Europea; sono ammessi gli stranieri con permesso di soggiorno in regola;
3) essere anagraficamente residenti a Torino e conviventi in ambito parentale da almeno un anno.

Gli altri requisiti necessari per presentare domanda e ogni altra informazione utile sono specificate nell'avviso pubblico (consultabile in formato .pdf).

Attenzione: ogni interessato può presentare come richiedente e potenziale titolare del contratto di locazione una sola domanda o partecipare ad un solo nucleo di coabitazione, pena l’esclusione dalla presente procedura.

DOCUMENTI E MODULISTICA

La modulistica per partecipare è in distribuzione, in formato cartaceo, presso i seguenti punti informativi

venerdì 18 febbraio 2011

The Unicorn - Il corto de IlConteRik finalista al BravoMaBasta Film Festival

The Unicorn finalista @ BravoMaBasta Film Festival

Se vi state chiedendo cosa sia questo strepitoso festival accorrete a vedere con i vostri stessi occhi sul sito ufficiale http://www.bravomabasta.tk/.

Se siete troppo pigri per un semplice click, potete leggere qui sotto la mail inviatami che spiega tutto per filo e per segno, visto che in questo caso sono troppo pigro io per riscrivere:

“Caro Autore,

un tuo film è stato selezionato per la partecipazione al Bravo Ma Basta (come forse avrai già visto sul sito). Ci congratuliamo con te perché la selezione quest’anno è stata veramente spietata: su 150 film ne sono stati scelti 30. Il tuo film verrà quindi proiettato il giorno del Festival, sabato 26 marzo al Derby di Milano (il programma con gli orari sarà disponibile sul sito www.bravomabasta.com non appena sarà pronto).

Il tuo film concorrerà per il Primo, Secondo o Terzo posto in classifica (assegnato dalla giuria), per il Premio Trentalance (assegnato dal Presidente di Giuria di quest’anno Franco Trentalance), per la Menzione Speciale degli Organizzatori e naturalmente per il Giudizio del Pomodoro.

Per quelli di voi che hanno partecipato per puro caso a questo Festival e non sanno di cosa si tratta, riassumiamo la faccenda: la sera della premiazione verrà dato un pomodoro a ciascun membro del pubblico. Gli autori (o un loro delegato) saliranno uno alla volta sul palco e saranno votati a lanci di pomodori: ognuno tra il pubblico può dare il proprio voto-pomodoro al suo autore preferito. Il premio in palio è il prestigiosissimo Pomod’Oro, un vistoso pomodoro dorato da schiaffare con orgoglio sotto il naso di chiunque metta in dubbio il vostro valore.

Alcuni di voi stanno storcendo il naso o, peggio, temono per la propria incolumità immaginandosi sotto una pioggia di solanacee (a dire il vero, nelle passate tre edizioni è stato sempre molto divertente), ma vogliamo tranquillizzarvi: per ragioni tecniche (quest’anno siamo in un vero cinema, con poltroncine eccetera e non possiamo sporcare troppo) i pomodori veri sono stati sostituiti da pomodorini in gomma morbidosa che non possono fisicamente fare alcun danno e soprattutto non macchiano e non si spappolano.

Per l’appunto, una delle cose di cui siamo più orgogliosi è la sala in cui si svolgerà quest’anno il Festival: un cinema in pieno centro a Milano, con una storia alle spalle (i milanesi di vecchia data ricorderanno che il Derby, all’epoca Nuovo Arti, era il cinema in cui si proiettavano tutti i cartoni animati della Disney). Inoltre, durante la serata verrà proiettato il film Lost Boys – the Thirst con il leggendario Corey Feldman (ex-ragazzino di tutti i film culto degli anni ’80: The Goonies, Gremlins, Stand By Me e naturalmente il primo Lost Boys). Sarà presente in sala il regista Dario Piana, che peraltro è uno dei membri della giuria.

Insomma si preannuncia un Bravo Ma Basta particolarmente ricco e spettacolare, quindi ci aspettiamo una massiccia partecipazione di pubblico. Ti invitiamo quindi a intervenire, con il maggior numero possibile di amici, per festeggiare tutti insieme in una delirante giornata a base di film, fumetti, ospiti speciali e pomodori!

Viva il cinema!”

giovedì 17 febbraio 2011

18-02-11 Torino Fra Diavolo live "per la vittoria" di Elena Ronco

.http://c1.ac-images.myspacecdn.com/images02/148/l_0b4a58df6fdf44d0b7ae97ee9bd29698.jpg.



CUBHAUS circolo arci
venerdì 18 febbraio 2011
ore 22.00


Conosco Fra Diavolo solista che, come un Saba musicista, racconta con grazia e ritmo il quotidiano:l'amore, i sogni, la vecchia Romagna compagna di nottate, le pedalate in bicicletta, ecc...ma non conosco di quale entità esplosiva possa essere questo duo...venite a scoprirlo?

Elena

http://profile.ak.fbcdn.net/hprofile-ak-snc4/161553_1319974257_5646715_n.jpg
.

mercoledì 16 febbraio 2011

IL PROSSIMO VIRUS di Elena Ronco

Una polvere inattesa si aggira per Roma e minaccia di espandersi all’Italia intera. La prima a respirarla è stata Tiziana. Camminava su un marciapiede di Monte Mario quando un bigliettone da 500 euro le ha attraversato la strada. Come ci saremmo comportati al suo posto? Meglio non chiederselo. Tiziana è una laureata in Lettere disoccupata da sei mesi, quel denaro in cerca di portafogli le avrebbe fatto comodo. Invece, chiaramente sotto l’effetto del virus, ha compiuto un esercizio desueto e bizzarro. Si è messa nei panni del prossimo. Ha pensato: e se questi soldi appartenessero a qualcuno che ne ha più bisogno di me? Se fossero la pensione di una donna anziana e sola, che adesso li starà cercando dappertutto? Così ha tolto i 500 euro dal marciapiede e li ha affidati al commissariato più vicino.

Questo per dire a quali livelli di umanità possa ridurci questo virus, una volta contratto. Sorprende, fra l’altro, la rapidità del contagio. Mentre Tiziana usciva dal commissariato, tre commesse di una libreria della stazione Termini fermavano una pattuglia di carabinieri per consegnare una borsetta ripiena di contanti e gioielli. A dimenticarla accanto allo scaffale dei libri era stata una viaggiatrice di Alessandria, distratta dal piacere della lettura (forse un effetto collaterale della pandemia). Ma cosa sta succedendo? Che il vaccino di cinismo e avidità somministrato quotidianamente dai potenti attraverso la tv non sortisca più effetto? Bisognerà dunque rassegnarsi all’ineluttabile: il virus della compassione è fra noi e colpisce soprattutto le donne.

dal Buongiorno di Massimo Gramellini de LASTAMPA del 16/02/2011






...non pensate che contrarre un virus del genere sia una fortuna? può darsi che qualcuno abbia le difese immunitarie alte e non se ne possa ammalare tanto facilmente ma personalmente sento che ne valga la pena anche solo provare a contagiarlo...Sì perchè più il contagio si diffonderà più ci sarà un ritorno di energia positiva per tutti...un po'come l'amore...e per l'intera società.


Elena

http://profile.ak.fbcdn.net/hprofile-ak-snc4/161553_1319974257_5646715_n.jpg

venerdì 11 febbraio 2011

HIGH FLY video by BM VideoProduction

ciao,vi presento l'ultimo lavoro video in casa BM
sono una serie di 7 video (1 non è in rete)
che sono la presentazione video di questo nuovo attrezzo creato dal dott. Ciervo
High fly

..





Di seguito la presentazione dell'attrezzo

.HIGH FLY è un macchinario innovativo, unico e polifunzionale, che si rivelerà essere una sorprendente risorsa per i centri fitness e per le strutture per la riabilitazione, sia in termini di fidelizzazione della clientela che di ottimizzazione dell'investimento. Il suo minimo ingombro e le ruote poste alla base della struttura portante, la rendono adattabile a sale di qualsiasi dimensioni, oltre che facilmente spostabile da un'area all'altra del centro. Concepita per operare in una "Triple Fly Zone", cioè per essere utilizzata nelle diverse aree del fitness, HIGH FLY può essere sì fruita come nuovo macchinario per la tonificazione muscolare, ma la vera novità sta nella possibilità di utilizzare HIGH FLY per rivoluzionare il concetto di 'lezioni musicali', raddoppiando il divertimento ed ottimizzando e dosando a piacere l'intensità di lavoro. HIGH FLY nasce anche come ottimo supporto nell'esecuzione dei protocolli Pilates, abbinando l'efficacia dell'esecuzione ai vantaggi del ridotto investimento. Ma HIGH FLY riserva sorprese anche per chi si occupa di postura, ginnastica correttiva e recupero funzionale, poiché grazie alle carrucole che consentono demoltipliche dei carichi di lavoro, può essere utilizzata anche su clienti che lamentano sintomatologie dolorose a carico dell'apparato osteo-articolare http://www.highfly.it.
...











...