giovedì 13 febbraio 2014

Edoardo Agnelli - non si è suicidato. intervista radiofonica

morte di Edoardo AgnelliUna vera e propria inchiesta giornalistica, condotta in presa diretta, che si legge tutto d'un fiato e che porta all'acquisizione di molti elementi concreti. Sconvolgenti. Cosa si nasconde dietro la tragica morte di Edoardo Agnelli? Fu vero suicidio o un complotto ai danni del futuro erede della famiglia più potente dltalia?
Dopo otto anni di silenzi e indifferenza, Giuseppe Puppo affronta, avvalendosi di testimonianze inedite, uno dei tanti misteri rimasto ancora insondato. Centosettanta pagine di testimonianze raccolte dal giornalista scrittore leccese che per sei mesi ha raccolto testimonianze di amici, parenti, altre figure per riscrivere i fatti di quel giorno, il 15 di novembre dell’anno duemila.

Sono molti i misteri da chiarire: il traffico telefonico sui due cellulari lasciati a bordo della Croma prima della morte, l' assenza di testimoni alle 9 del mattino lungo un tratto stradale nel quale di solito si registra un discreto traffico, l’abbigliamento di Edoardo Agnelli che presentava il pigiama sotto la camicia; e poi ancora l’assenza totale di impronte digitali sull'auto, il mancato esame autoptico e la sepoltura affrettata. Infine, tesi più inquietante, l'ombra di un complotto sionista; ipotesi supportata dall’adesione nel 1974 di Edoardo all’Islam, scelta che portò conseguenze sul futuro dell’azienda e del patrimonio Fiat di cui lui sarebbe stato erede.



Nessun commento:

Posta un commento

...











...